Eurovision 2020: in Islanda trionfano Daði Freyr e i Gagnamagnið con “Think about things”


Da fenomeno virale di internet al palco dell’Eurovision Song Contest 2020.

Daði Freyr, e la sua band Gagnamagnið, hanno vinto il Söngvakeppnin, il tradizionale festival dell’Islanda per selezionare la proposta del piccolo paese nordico nel contest canoro europeo.

A Rotterdam, dove dal 12 al 16 maggio prossimi si terrà l’Eurovision, canteranno “Think about things”, versione inglese del brano in islandese “Gagnamagnið“.

Solo pochi giorni fa il pezzo ha ottenuto grande attenzione sul web dopo l’inaspettato endorsement di alcuni personaggi di spicco dello spettacolo, fra i quali l’attore Russell Crowe.

Daði & Gagnamagnið

Cinque brani si sono dati battaglia nella prima parte della finale del Söngvakeppnin, tenutasi nell’arena Laugardalshöll della capitale Reykjavík.

A superare il primo step, e passare alla finalissima a due per volere di una giuria di esperti e del televoto, Daði & Gagnamagnið e la rock band di successo in patria DIMMA con “Almyrkvi”.

Fuori a sorpresa Iva Marín Adrichem, cantante 21enne non vedente data per favoritissima fra gli eurofan, in gara con la suggestiva “Oculis videre”.

Dopo qualche problema tecnico che ha costretto i Daði & Gagnamagnið a esibirsi due volte (la base del brano era partita inizialmente a velocità doppia), il gruppo è emerso vincitore dalla sfida a due giudicata dal solo televoto da casa.

Daði Freyr Pétursson è un cantante e polistrumentista – alto ben 2,08 metri! – già salito alle cronache eurovisive. Nel 2017 si è classificato secondo al Söngvakeppnin con “Is this love?“, dietro a Svala, volata a Kiev in Ucraina ma poi rimasta poi in semifinale all’Eurovision con il brano “Paper“.

Il gruppo che lo accompagna, i Gagnamagnið, è formato per l’occasione e composto dalla moglie Árnýja Fjóla Ásmundsdóttir, la sorella di Freyr come corista, e tre amici.


Non perderti nemmeno una notizia, unisciti al nostro canale Telegram oppure scarica la nostra Web App gratuita o seguici sui social: Facebook Twitter Instagram

2 Risposte

  1. gio ha detto:

    Che dire, solo una cosa purtroppo con l’era di internet c’è un decadimento completo della musica generale e più si va avanti più peggio sara, ormai siamo a un bivio dove la musica seria sara scomparsa a scapito della musica scempiaggine.

  2. gio ha detto:

    Che dire, solo una cosa ignoranza musicale sta prendendo il sopravento con internet hai danni della musica seria.

Commenta questa notizia...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: