Eurovision 2020: Uku Suviste con “What Love Is” è la scelta dell’Estonia


Si è conclusa la 12° edizione dell’Eesti Laul, annuale competizione organizzata dalla tv di stato ERR per selezionare il rappresentante estone all’Eurovision Song Contest. A vincere è Uku Suviste con “What Love Is” che nella superfinale a tre ha preceduto Jaagup Tuisk con “Beautiful Lie” e Anett x Fredi con “Write About Me”.

Come da tradizione una prima classifica finale è stata determinata dal televoto e dalla giuria di esperti, tra i quali figuravano la band ucraina KAZKA, terzi classificati al Vidibir 2019 e la neozelandese Kimbra, voce femminile nella hit “Somebody That I Used To Know” con Gotye nel 2012. Successivamente, i primi tre artisti della classifica sono stati successivamente sottoposti ad una nuova votazione col solo televoto.

Questa la classifica finale:

  1. Uku Suviste – “What Love Is
  2. Jaagup Tuisk – “Beautiful Lie”
  3. Anett x Fredi – “Write About Me
  4. Egert Milder – “Georgia (On My Mind)
  5. Traffic – “Üks Kord Veel
  6. Shira – “Out In Space
  7. STEFAN – “By My Side
  8. INGER – “Only Dream
  9. Synne Valtri & Väliharf – “Majakad
  10. Uudo Sepp – “I’m Sorry. I Messed Up
  11. Laura – “Break Me
  12. Rasmus Rändvee – “Young

Clamorosamente ribaltato il verdetto della giuria di esperti dato che Anett x Fredi erano risultati i più votati con al secondo posto Jaagup Tuisk e al terzo SHIRA (che è stata backing vocalist di Victor Crone a Tel Aviv lo scorso anno), poi classificatasi al 6° posto. Il vincitore, Uku Suviste, era risultato quarto per 2 punti (58 a 56) rispetto a SHIRA.

Uku Suuviste riesce al terzo tentativo a vincere l’Eesti Laul dopo un’eliminazione in semifinale nel 2017 con “Supernatural” e il secondo posto dello scorso anno con “Pretty Little Liar” dietro a Victor Crone (che in Svezia ha appena superato l’Andra Chansen e lo rivedremo in gara in finale al Melodifestivalen il prossimo 7 marzo).

In carriera ha incrociato diversi artisti che hanno partecipato all’Eurovision Song Contest: nel 2007 ha arrangiato l’album di Brigit Õigemeel (che rappresenterà poi l’Estonia nel 2013 con “Et Uus Saak Alguse”) mentre nel 2018 ha partecipato a “The Voice Russia” entrando nella squadra di Ani Lorak (rappresentante ucraina, seconda nel 2008 con “Shady Lady”) e venendo eliminato in semifinale.

La power-ballad “What Love Is” porta la firma dello stesso Suviste e della produttrice svedese Sharon Vaughn che ha firmato anche la entry greca “SUPERG!RL” di Stefania Liberakakis e, lo scorso anno, “Scream” di Sergey Lazarev. Nella sua carriera la Vaughn ha collaborato anche con Helena Paparizou, Mans Zelmerlow, Charlotte Perrelli, Malena Ernman e Agnes, con cui ha lavorato alla hit “Release Me” nel 2008.

Niente da fare per due vecchie conoscenze dell’Eurovision Song Contest: Stig Rästa, rappresentante del paese nel 2015 in coppia con Elina Born (“Goodbye To Yesterday”), si ferma al 5° posto con la sua band, i Traffic. Undicesima invece Laura Põlvdere, che aveva rappresentato l’Estonia nel 2005 come membro della band Suntribe e nel 2017 in duetto con Koit Toome, venendo eliminata in entrambi i casi in semifinale.

Tra i grandi sconfitti della serata c’è anche il giovane Jaagup Tuisk che era dato alla vigilia come il favorito numero uno sia dai bookmakers che dai fan eurovisivi.

L’Estonia è reduce da un biennio positivo all’Eurovision Song Contest con il 20° posto di Victor Crone lo scorso anno con “Storm” e, soprattutto, l’8° di Elina Nechayeva con “La Forza” nel 2018 che aveva spezzato il trend negativo che aveva visto la repubblica baltica eliminata in semifinale sia nel 2016 che nel 2017.

Uku Suviste andrà dunque a caccia di un altra finale nel tentativo di bissare l’unica vittoria del paese, avvenuta nel 2001 con “Everybody” di Tanel Padar, Dave Benton e i 2XL. L’Estonia si esibirà nella seconda semifinale, il 14 maggio. L’Italia non avrà diritto di voto in quella serata a differenza di Francia, Spagna e Regno Unito.


Segui Eurofestival News anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”. Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram e seguici su Twitter e sulla principale community italiana Facebook dedicata all’Eurovision. Ti ricordiamo che Eurofestival News è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

Commenta questa notizia...