Eurovision Home Concerts, Ep. 7: Diodato canta “Fai rumore” e “Piove (Ciao ciao bambina)”


Si è concluso Eurovision Home Concerts, il fomat ideato per tutti i fan del contest in isolamento.

Nel corso delle ultime settimane abbiamo assistito a una serie di esibizioni “casalinghe” che hanno coinvolto, ogni venerdì, artisti che hanno partecipato alla manifestazione in vari anni, ma anche alcuni tra i prescelti per l’edizione 2020, purtroppo cancellata.

Ogni artista, in particolare, è stato chiamato a eseguire la propria canzone eurovisiva e una cover, scelta fra alcune opzioni proposte dagli stessi cantanti al pubblico votante sugli account Twitter e Instagram dell’Eurovision Song Contest.

Eurovision Home Concerts

Tanti volti del passato tra i nove ospiti dell’ultimo episodio Eurovision Home Concerts, con il nostro Diodato grande protagonista.

Il cantautore, che rappresenterà l’Italia a Europe Shine a Light, l’evento sostitutivo della finale dell’Eurovision, in onda questa sera alle 20.30 su Rai1, Rai4, RaiPlay e Radio 2, ha cantato per i fan online “Fai rumore”.

Abbiamo visto Diodato cantare questo pezzo molte volte nei mesi, ma così non era mai successo. Ad accompagnarlo infatti un pianista… invisibile. Guardare la puntata per credere!

Sempre dalla classe del 2020 gli ucraini Go_A che dall’alto dell’edificio della tv ucraina UA: hanno riproposto “Solovey”, un pezzo che avrebbe fatto la sua bella figura nel contest.

Tre vecchie glorie dell’Eurovision ci hanno riportato alla mente altrettanti brani vincitori del festival. Da un lato i norvegesi Secret Garden con la strumentale “Nocturne” (1995), dall’altro l’irlandese Eimear Quinn con “The voice” (1996). Sempre dall’Irlanda Dana che con un grande coro online ha ricantato la dolce “All kinds of everything” (1970).

Dal reparto medaglie d’argento Dami Im, seconda classificata all’Eurovision 2016 per l’Australia con “Sound of silence” e Yohanna, secondo posto all’Eurovision 2009 con “Is it true?”.

Tra le tante donne, altre due presenze maschili: l’israeliano Imri (2017) con “I feel alive” acustica e l’ucraino Melovin (2018), a grande richiesta dei tanti fan che hanno letteralmente inondato i canali dell’Eurovision di commenti per averlo ospite del format. Ha cantato “Under the ladder”.

Nella seconda parte dell’episodio, gli stessi artisti (ad eccezione dei Secret Garden e Dana) hanno poi proposto una cover.

Ben due diverse versioni di “Rise like a phoenix” di Conchita Wurst, vincitrice per l’Austria nel 2014, una eseguita da Dami Im, l’altra da Melovin.

Eimear Quinn si è cimentata con “Répondez-moi” dello svizzero Gjon’s Tears, uno dei più apprezzati fra gli artisti dell’Eurovision 2020, mentre Yohanna non ha fatto mancare l’ennesima cover di “Euphoria” di Loreen (2012) ascoltata nelle varie puntate della serie.

Grandissima energia con i Go_A e la loro personalissima “Dancing lasha tumbai” di Verka Serduchka (2007), suonata in chiave elettro-folk. Li attendiamo in gara nel 2021 con un altro brano in questo stile.

Omaggio all’Italia da parte dell’israeliano Imri che ha sfoggiato una grande voce e un nuovo lato del suo talento. L’artista ha cantato “Grande amore” de Il Volo in versione acustica pop.

E poi il nostro Diodato. Due i brani classici che il vincitore di Sanremo aveva sottoposto al giudizio degli utenti: “Aprite le finestre” di Franca Raimondi (1956) e “Piove (Ciao ciao bambina)” di Domenico Modugno (1959).

Il pubblico ha votato in massa il pezzo di Modugno, dando la possibilità a Diodato di proporre una delle cover più convincenti del suo repertorio, uscita come singolo qualche anno fa. Con grande delicatezza ha donato nuova linfa al brano di uno dei suoi punti di riferimento. Da pelle d’oca.

Qui di seguito il settimo e ultimo episodio di Eurovision Home Concerts, buona visione!


Segui Eurofestival News anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”. Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram e seguici su Twitter e sulla principale community italiana Facebook dedicata all’Eurovision. Ti ricordiamo che Eurofestival News è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

Commenta questa notizia...