L’Eurovision 2021 sarà parte dell’Alleanza olandese per creare eventi a prova di Coronavirus


Arriva una notizia importante sul fronte dell’Eurovision Song Contest 2021 che si svolgerà in quella stessa Ahoy Arena di Rotterdam che avrebbe dovuto ospitare l’edizione 2020, cancellata dal Coronavirus.

Il concorso – e quindi l’organizzazione dello stesso – entrano infatti in quella che è stata denominata Alliantie van Evenementenbouwers, in inglese Alliace of events building, che con il supporto del Governo olandese avrà il compito di organizzare eventi di livello internazionale e con grande affluenza di pubblico nei Paesi Bassi a prova di Coronavirus.

Non è una notizia di poco conto, soprattutto in considerazione del fatto che proprio il Governo olandese aveva avvertito che non ci sarebbero stati eventi di massa nei Paesi Bassi fino all’arrivo di un vaccino.

L’operazione consentirà quindi di organizzare alcuni eventi di grande affluenza ed incassi rispettando le norme di sicurezza ed allo stesso tempo garantendo la presenza di pubblico: dell’alleanza fanno infatti parte oltre all’Eurovision, anche  Lowlands, uno showcase festival che ogni estate porta nei Paesi Bassi i big della musica internazionale, la Eredivisie, vale a dire il campionato di calcio olandese, il Gp dei Paesi Bassi di Formula 1 che si svolge sul circuito di Zandvoort, l’Oerol festival, un evento culturale di portata mondiale dedicato a musica, teatro e arti visive, oltre a due locations la Ahoy Arena e la Johann Cruyff Arena ovvero lo stadio di Amsterdam.

Ma la cosa più importante è che di questa sorta di task force fanno parte diversi ministeri: Salute, Sport e Welfare, Affari Economici, Cultura e Scienza, Giustizia e Sicurezza.

Jolanda Jansen, direttore della Ahoy Arena e portavoce dell’Alleanza ha spiegato che proprio l’impossibilità di prevedere quando verrà rimosso il divieto di eventi di massa ha spinto a creare un team che possa comunque consentire l’organizzazione di eventi di questo genere, in sicurezza.

Il problema principale da risolvere sarà quello di come la gente potrà muoversi senza rischi all’interno di tutte queste location che accomunate da questo stesso problema. Sietse Bakker, supervisore dell’Eurovision 2021 per conto della tv olandese spiega:

Gli sviluppi della pandemia sono difficili da prevedere. Per cui, nei prossimi mesi, tutte le parti saranno coinvolte nel lavorare a diversi scenari per l’Eurovision Song Contest. Chiaramente, la salute dei visitatori, di chi ci lavora e degli artisti viene sempre prima.

L’Alleanza comincerà a discutere dei vari scenari con il Governo olandese a partire dalla metà di giugno.


Segui Eurofestival News anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”. Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram e seguici su Twitter e sulla principale community italiana Facebook dedicata all’Eurovision. Ti ricordiamo che Eurofestival News è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

Emanuele Lombardini

Giornalista, ternano, cittadino d'Europa

Commenta questa notizia...