Proposto un taglio dei fondi alla tv slovena, Eurovision a rischio in futuro?


Eurovision 2021 a rischio per la Slovenia? Per ora no, ma le ultime notizie fanno addensare nubi fosche sul futuro non solo della partecipazione eurovisiva, ma della stessa tv pubblica. Nello stesso giorno in cui RTVSLO ha dato il via alla open call per trovare una serie di canzoni da far cantare ad Ana Soklic, già riconfermata per il 2021 dopo la cancellazione dell’edizione 2020 per Cornavirus, è arrivata la doccia fredda.

@MMC RTV SLO/Radio Slovenia

Un emendamento all’attuale legge radio televisiva slovenia propone infatti la riduzione di 13 milioni di euro del budget della tv pubblica. Una situazione che come è chiaro, mette a fortissimo rischio se non la sopravvivenza dell’ente sicuramente la qualità delle proposte e che ovviamente rischierebbe di condizionare anche le scelte editoriali nelle quali sicuramente entrerebbe anche  un dibattito sull’Eurovision.

Una nota congiunta di EBU, segnatamente del direttore generale Noel Curran, della Federazione europea dei giornalisti e dell’Organizzione dei media del sudest Europa segnala come qualora l’emendamento dovesse passare il servizio pubblico sloveno vedrebbe ‘marginalizzato il suo ruolo futuro’ e metterebbe a repentaglio “e fortemente a rischio l’adempimento del mandato dei media di servizio pubblico che, come definito dalla Legge, deve servire tutti i segmenti della società per informare, educare e divertire” 

Nello specifico, Noel Curran dice ancora:

Siamo profondamente preoccupati per il futuro delle trasmissioni di servizio pubblico in Slovenia. Oggi abbiamo scritto alle autorità slovene per sollevare le nostre preoccupazioni e chiedere loro di fornire più tempo per un’adeguata discussione pubblica sulle modifiche ai finanziamenti per garantire che tutte le opinioni possano essere ascoltate. RTVSLO è un’importante istituzione democratica che contribuisce in modo significativo alla democrazia. Dovrebbero essere garantiti finanziamenti adeguati, stabili e prevedibili per aiutarlo ad adempiere al suo importante mandato per la società”

La segretaria dell’associazione dei giornalisti europei Renate Schroder aggiunge:

L’indipendenza di RTVSLO è a fortissimo  rischio  se questo progetto di legge verrà attuato senza modifiche. Il pubblico sloveno merita di meglio. I media di servizio pubblico sono lì per trasmettere per il pubblico, essere finanziati e controllati dal pubblico. La pandemia di Covid-19 ha dimostrato ancora una volta quale ruolo critico ha e in che modo la fiducia migliora quando si lavora in un quadro professionale indipendente. “

Infine, le parole del segretario generale dell’organizzazione dei media del sudest Europa Oliver Vujovic:

In questi tempi difficili abbiamo bisogno più che mai di un servizio di radiodiffusione pubblica ben finanziato, indipendente e forte in Slovenia. Abbiamo bisogno di una discussione pubblica aperta secondo gli standard internazionali e tutte le parti interessate che potrebbero essere interessate dal cambiamento dovrebbero avere voce in capitolo nel processo”.

Una situazione in evoluzione, da tenere d’occhio anche in chiave eurovisiva, in prospettiva futura.


Segui Eurofestival News anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”. Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram e seguici su Twitter e sulla principale community italiana Facebook dedicata all’Eurovision. Ti ricordiamo che Eurofestival News è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

Emanuele Lombardini

Giornalista, ternano, cittadino d'Europa

Commenta questa notizia...