Eurovision 2021: 41 i paesi partecipanti (Italia compresa)


Saranno 41, gli stessi di un anno fa sia per numero che per composizione, i Paesi in gara nell’edizione 2021 dell’Eurovision Song Contest, che si terrà in qualunque caso a Rotterdam, nei Paesi Bassi. Come noto, l’Italia sceglierà il suo rappresentante (che l’anno scorso avrebbe dovuto essere Diodato con “Fai rumore”) tramite il Festival di Sanremo.

Di seguito l’elenco dei partecipanti e delle televisioni presenti:

  • Albania (RTSH)
  • Armenia (AMPTV)
  • Australia (SBS)*
  • Austria (ORF)
  • Azerbaigian (Ictimai TV)
  • Belgio (VRT)
  • Bielorussia (BTRC)
  • Bulgaria (BNT)
  • Cipro (CyBC)
  • Croazia (HRT)
  • Danimarca (DR)
  • Estonia (ERR)
  • Finlandia (YLE)
  • Francia (FT)
  • Germania (ARD/NDR)
  • Georgia (GPB)
  • Grecia (ERT)
  • Irlanda (RTE)
  • Islanda (RUV)
  • Israele (KAN)
  • Italia (RAI)
  • Lettonia (LTV)
  • Lituania (LRT)
  • Macedonia del Nord (MKRTV)
  • Malta (PBS)
  • Moldavia (TRM)
  • Norvegia (NRK)
  • Paesi Bassi (AVROTROS)
  • Polonia (TVP)
  • Portogallo (RTP)
  • Regno Unito (BBC)
  • Repubblica Ceca (CT)
  • Romania (TVR)
  • Russia (Channel One)
  • San Marino (RTV)
  • Serbia (RTS)
  • Slovenia (RTVSLO)
  • Spagna (TVE)
  • Svezia (SVT)
  • Svizzera (SRG SSR)
  • Ucraina (UA:PBC)

Queste le parole di Martin Österdahl, supervisore esecutivo dell’Eurovision che non ha avuto ancora il tempo di succedere anche nei fatti a Jon Ola Sand:

Siamo grati per l’impegno delle 41 emittenti partecipanti nell’aiutarci a far tornare l’Eurovision Song Contest nel 2021. Abbiamo la stessa lineup di Paesi che avrebbero preso parte al concorso nel 2020, e siamo entusiasti che ritornino il prossimo anno.

Insieme alle tv organizzatrici stiamo continuando a sviluppare i 4 differenti scenari di svolgimento e a mantenere un dialogo con tutti i partecipanti. Il team NPO-NOS-AVROTROS sta lavorando duro per assicurarsi che l’Eurovision Song Contest dia l’entuaiasmo e l’innovazione che 180 milioni di persone si aspettano, nonostante i tempi difficili.

Così Sietse Bakker, produttore esecutivo:

E’ fantastico che le stesse 41 nazioni che avrebbero preso parte allo scorso concorso vogliano ancora essere nei Paesi Bassi nel 2021. Questo dimostra la loro fiducia nel fatto che il nostro Paese sia ancora capace di organizzare un Eurovision Song Contest di successo il prossimo anno, dopo la cancellazione dell’edizione 2020.

Abbiamo posto l’asticella in alto per creare 3 fantastici show dal vivo per una platea di 180 milioni di persone, anche in questi tempi non semplici. Per farlo, stiamo lavorando a un protocollo estensivo che garantisca il più possibile la salute di impiegati, partecipanti, stampa e visitatori.

Dei 41 Paesi in gara, 19 hanno riconfermato gli artisti del 2020, un numero che non è chiaro se sia destinato o meno a salire. Il format è quello ormai classico: 35 Paesi saranno divisi in due semifinali, mentre Italia, Spagna, Francia, Regno Unito, Germania e Paesi Bassi (Paese ospitante) vanno direttamente in finale.


Segui Eurofestival News anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”. Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram e seguici su TwitterFacebook e Instagram o nella nuova community dedicata all’Eurovision. Ti ricordiamo che Eurofestival News è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

Eurovision Inside

Commenta questa notizia...