Rai e Rai Ragazzi aderiscono alla campagna #SayHi in vista del Junior Eurovision


Si chiama #SayHi (“Dì Ciao”) la nuova campagna social lanciata dall’EBU in vista del Junior Eurovision Song Contest che si terrà a Varsavia (Polonia) il 29 Novembre e che coinvolge 13 broadcast affiliati, tra i quali la Rai rappresentata dalla società di produzione Rai Ragazzi. Questo però non cambia il fatto che l’Italia non sarà al JESC 2020.

Credits: EBU

Sarà la più grande danza simultanea a distanza – e nel pieno rispetto delle norme anti-contagio da Covid-19 – tra bambini e ragazzi di tutta Europa (e Giappone, rappresentato dal network NHK) in nome dell’amicizia e dell’inclusione. Il tutto per lanciare un messaggio di una generazione che crede in una società fortemente unita lontana da ogni forma di esclusione e discriminazione.

Il senso dell’iniziativa è stato così riassunto da Madiana Asseraf-Jacob, responsabile del settore “Young Audiences” dell’EBU:

In questi tempi preoccupanti di crescenti restrizioni sociali e isolamento, è fondamentale che i bambini si sentano supportati e siano anche incoraggiati a sostenersi a vicenda. La campagna #SayHi riunisce i bambini e celebra la diversità, sottolinea l’importanza dell’inclusione e si concentra sulla semplice gioia dell’amicizia.

L’iniziativa nasce dalla fusione di due campagne. La prima è nata in Norvegia, diversi anni fa, grazie al canale NRK Super, dove per una settimana sotto lo slogan “Say hi, be a friend to someone!” (“Dì ciao, sii amico di qualcuno”) e sulle note di una canzone scritta per l’occasione vengono promosse diverse attività sull’amicizia per bambini e adolescenti. La seconda iniziativa arriva dal Belgio e dal broadcaster VRT che annualmente organizza una campagna contro il bullismo (Move Against Bullying).

I due network per quest’anno hanno unito le forze dando vita al progetto #SayHi (NRK ha prodotto la canzone mentre VRT le grafiche) che invita i ragazzi a cantare e ballare sulle note di “Ser Deg(I See You)”, e ovviamente a condividere sui social i loro video con l’hashtag #SayHi.

In Italia l’invito è stato raccolto dalla Rai che già sui canali social di Rai Gulp sta promuovendo il brano (tradotto in italiano) e darà il via ufficiale alla campagna a reti unificate con gli altri broadcast europei giovedì 12 Novembre alle ore 12:00.

Sul canale della rete pubblica l’iniziativa è anche sponsorizzata dal programma “La Banda dei Fuoriclasse” condotto da Mario Acampa – commentatore italiano del JESC dal 2018 – e dal magazine #Explorandom.

Il direttore di Rai Ragazzi, Luca Milano, ha commentato così la scelta della Rai:

Speravamo tutti, nei vari Paesi, di trovarci a novembre in una situazione migliore sul fronte della pandemia. Ma anche e soprattutto in questi momenti di difficoltà l’iniziativa #SayHi è importante, per trasmettere fiducia e forza ai ragazzi e alle ragazze, lottare contro la sensazione di isolamento e far sentire la vitalità di una generazione che insieme saprà superare anche questa prova.

I video dei 13 paesi aderenti all’iniziativa #SayHi saranno anche ritrasmessi in occasione del Junior Eurovision Song Contest il 29 Novembre. Nonostante l’adesione alla campagna social, possiamo confermarvi l’assenza dalla gara dell’Italia, con la Rai che non ha formalizzato l’iscrizione nemmeno entro i nuovi termini forniti dall’EBU.


Segui Eurofestival News anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”. Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram e seguici su Twitter e Facebook o nella nuova community dedicata all’Eurovision. Ti ricordiamo che Eurofestival News è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

Eurovision Inside

Commenta questa notizia...