Hooverphonic, torna la voce di Geike Arnaert per l’Eurovision 2021


Ritorno alle origini per gli Hooverphonic anche in proiezione Eurovision Song Contest 2021. Il celebre gruppo, riconfermato in gara per il Belgio il prossimo anno dopo che era stato già scelto per quest’anno, cambia infatti la propria voce, che torna quella con cui l’intero progetto è nato.

Hooverphonic / Credits: Willy Vandeperre | Universal | EBU

Con Alex Callier e Raymond Geerts, i fondatori, ci sarà di nuovo Geike Arnaert, che ha contrassegnato per il periodo più lungo e fortunato il successo degli Hooverphonic, prestando la propria voce tra il 1997 e il 2008. Rimpiazzerà Luka Cruysberghs, con cui la band aveva realizzato “Release me“, il pezzo mai entrato in gara nel 2020 a causa della pandemia di Covid-19.

Geike Arnaert, classe 1979, si era allontanata dagli Hooverphonic per perseguire alcuni progetti da solista, sfociati negli album “For the Beauty of Confusion” e “Lost in Time“, del 2011 e 2019 rispettivamente, arrivati al sesto e al terzo posto delle charts fiamminghe, benché i sette singoli estratti (tre dall’uno e quattro dall’altro) abbiano fatto una certa fatica. Le è andata meglio con le collaborazioni: “Home” con Tom Helsen (2008) e “Zoutelande” con i Blof (2017) sono arrivati in testa alle citate classifiche fiamminghe.

Nel 2016 c’era stata una breve collaborazione tra gli Hooverphonic e la loro ex cantante, con il grande successo “Mad about you” eseguito dalla formazione storica in un evento per Radio2 in Belgio. Nelle idee di Alex Callier, questo doveva essere un episodio isolato, cosa che evidentemente non sarà più.

La conferma del fatto che gli Hooverphonic andranno con Geike Arnaert all’Eurovision 2021 la offre la VRT, la tv belga di parte fiamminga, con un tweet in questo senso eloquente, che allo stesso tempo augura a Luka Cruysberghs il meglio per la sua carriera.

Da parte sua, sul proprio profilo Instagram, la cantante uscente scrive: Dopo tre anni con gli Hooverphonic, è tempo per me di andare per la mia strada. Sono molto grata per tutte le occasioni, i tanti tour, le splendide esperienze e i ricordi che ho. Auguro agli Hooverphonic e a Geike tutto il meglio.

Così Alex Callier a Het Laatste Nieuws (HLN), storico quotidiano belga nato nel 1888 dalla mente di Julius Hoste, sulla reunion:

Ci siamo incontrati. Abbiamo iniziato a parlare. Tutti e tre volevamo lavorare di nuovo insieme, così abbiamo sentito di doverlo fare. Si tratta sempre del nucleo degli Hooverphonic, che è sinonimo della band per molte persone. Semplice.

E sull’uscita di scena di Luka Cruysberghs:

Chiaramente è un po’ agrodolce per Luka. Lei è un’eccellente cantante, senza dubbio. Abbiamo trascorso tre meravigliosi anni con Luka. Ma la nostra collaborazione finisce qui. Abbiamo viaggiato per l’Europa e gli Stati Uniti, abbiamo avuto molti momenti memorabili insieme.

Continuiamo a supportarla con tutto il nostro cuore. Avrà un singolo da solista con la Universal, e se Luka vorrà continuerò chiaramente ad accompagnarla in questo suo cammino.

Nelle settimane scorse, lo stesso Callier aveva già dichiarato di aver scritto la canzone che sarebbe diventata quella davvero di gara all’Eurovision 2021 per il Belgio, dopo che “Release me”, insieme alle altre 40 del 2020, non ne ha avuto l’opportunità a causa della prima, storica cancellazione del concorso.


Segui Eurofestival News anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”. Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram e seguici su Twitter e Facebook o nella nuova community dedicata all’Eurovision. Ti ricordiamo che Eurofestival News è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

Eurovision Inside

Commenta questa notizia...