Selezioni per l’Eurovision 2021: The Roop ci saranno, Aksel e Damir Kedzo dicono no


La stagione eurovisiva sta per cominciare ed arrivano le prime notizie su tutti quegli artisti selezionati per l’edizione 2020 dell’Eurovision cancellata dalla pandemia ai quali le rispettive tv nazionali non hanno offerto automaticamente il biglietto per Rotterdam 2021, preferendo di nuovo affidarsi ad una selezione nazionale.  Per tutti, con varie e diverse sfumature, l’indicazione era di iscriversi di nuovo al concorso di selezione.

Una buona notizia arriva per tutti i fan dei The Roop: il gruppo lituano, che con la sua On fire’ stava già facendo ballare l’Europa ed era accreditato di un ottimo piazzamento ha confermato: sarà di nuovo in gara  aPabandom iš naujo!’ 2021. Questo il loro messaggio sui social:

La domanda che tutti ci fanno da Primavera trova ora una nostra risposta: abbiamo deciso di prendere parte alla finale nazionale per l’Eurovision. Abbiamo una canzone ed abbiamo una visione. Speriamo che possa diventare una ‘Euro-visione’.

A loro la tv lituana aveva offerto direttamente un posto in finale ed è dunque da lì che Vaidotas Valiukevičius ed il suo team ricominceranno la corsa verso Rotterdam.

Niente da fare invece per Aksel Kankaanranta. Il cantante finlandese, che l’anno scorso aveva vinto a sorpresa la selezione nazionale con la ballata Looking back non tenterà di nuovo la corsa per Rotterdam. Peraltro, come da indicazione della tv YLE, non avrebbe avuto alcuna corsia preferenziale, dovendo ripartire dall’inizio come tutti.

Parlando al sito Voice.fi. Il cantante ha spiegato che “stavo per iscrivermi ma alla fine non l’ho fatto“, motivando così la sua decisione:

“Questo non vuol dire che io non parteciperò mai più ad UMK. Vedremo quello che succederà e quando potrò di nuovo presentare domanda. Sulla decisione ha influito anche l’incertezza relativa all’Eurovision, vista la situazione sanitaria ancora difficile. Se mi avessero offerto un posto diretto, probabilmente avrei partecipato, ma in fondo non credo sarebbe stato giusto, non voglio avere nessun privilegio”.

Un altro artista che ha detto no alla partecipazione alla selezione nazionale è Damir Kedzo, già leader delle classifiche croate, vincitore lo scorso anno con “Dvilji vjetre“.

La decisione non sorprende: già a suo tempo aveva esternato il suo malumore per non essere stato designato automaticamente, con HRT che aveva scelto di puntare di nuovo sulla Dora. Ora conferma in una intervista ad In Magazine:

L’unico motivo per cui mi sono iscritto a Dora [2020] è stato perché avevo una canzone in cui credevo al 100% e che pensavo sarebbe stata una grande rappresentante della Croazia all’Eurovision Song Contest. È assurdo aspettarselo di nuovo e quindi non ho pensato di iscrivermi. Non ho una canzone in cui credo allo stesso modo e che io possa vedere su quel palco per cui da parte mia non c’è nulla da dire sull’argomento.

Fra gli artisti vincitori delle rispettive selezioni 2020  ai quali non era stata offerta la partecipazione diretta, devono ancora far conoscere la propria scelta Ben & Tan (Danimarca), Ulrikke (Norvegia) e The Mamas (Svezia), per le quali si vocifera il ritorno al Melodifestivalen.

Per quanto riguarda le Hurricane, RTS non ha ancora dato l’annuncio ufficiale ma fonti vicine al trio vocale fanno sapere che la loro conferma diretta da parte della tv serba sia ormai una questione di pochi dettagli: oltretutto in questi giorni sono usciti proprio dei loro nuovi brani.

Già noto invece che Arilena Ara non sarà in gara al Festivali I Kenges albanese e che invece Uku Suviste partirà dalla semifinale in Estonia, mentre avevano ricevuto la designazione automatica Benny Cristo (Repubblica Ceca), Go_A (Ucraina), Samanta Tina (Lettonia),  Destiny (Malta), Natalia Gordienco (Moldavia), Ana Soklic (Slovenia), Daði og Gagnamagnið (Islanda) e Eden Alene (Israele), per la quale ci sarà uno show di selezione per il brano.

Quanto ai VAL, vincitori della selezione bielorussa, come abbiamo già detto, BTRC ha escluso una loro designazione diretta in funzione della loro partecipazione al movimento di protesta contro il presidente Lukashenko e loro stessi hanno già detto che non avrebbero comunque partecipato, per gli stessi motivi.


Segui Eurofestival News anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”. Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram e seguici su TwitterFacebook e Instagram o nella nuova community dedicata all’Eurovision.

Eurovision Inside Eurofestival News è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

Emanuele Lombardini

Giornalista, ternano, cittadino d'Europa

4 Risposte

  1. Salve, si anche Kedzo aveva detto di no già all’inizio ma aspettiamo ulteriori dichiarazioni diverse da quelle a caldo, che fanno poco testo nel momento della delusione per la mancata designazione

  2. leonardo gadda ha detto:

    si sa qualcosa sui little big?

  3. Emanuele Sgarra ha detto:

    La rappresentante norvegese aveva già annunciato che non avrebbe gareggiato di nuovo all’MGP 2021

Commenta questa notizia...