Sanremo 2021, Ermal Meta e Francesca Michielin (con Fedez) fra i 26 Big in corsa per l’Eurovision


Ufficiale la lista dei 26 Big che prenderanno parte dal 2 al 6 marzo prossimi al Festival di Sanremo. Presenti due artisti che hanno rappresentato l’Italia all’Eurovision, vale a dire Ermal Meta e Francesca Michelin, quest’ultima gareggerà con Fedez. Diversi nomi ormai consolidati del pop italiano ma nel complesso si tratta di una edizione 2.0 con molti giovani emergenti che arriveranno all’Ariston sull’onda di successi discografici o radiofonici. Eccoli, in ordine alfabetico.

AIELLO- Ora (Sony): Disco di platino col singolo d’esordio Arsenico, poi candidato al David di Donatello, il calabrese Antonio Aiello è uno dei cantautori emergenti migliori della scena attuale. Esordiente al festival.

ANNALISA –  Dieci (Warner): Alla quinta partecipazione, la cantante savonese proverà a migliorare il terzo posto del 2018 ed a far recuperare qualche punto al suo ultimo album che non è andato benissimo. Garanzia a livello di interpretazione.

ARISA- Potevi fare di più (PipShow): Due vittorie al Festival di Sanremo per la cantautrice lucana, che nel 2009 ha trionfato nei Giovani con Sincerità e nel 2014 nella sezione principale con Controvento. L’anno dopo è stata sul palco della conduzione. Al sesto festival, quinto fra i Campioni, per la prima volta con un album autoprodotto.

MALIKA AYANE – Ti piace così (Sugar): Alla quinta partecipazione, la quarta fra i Big, la cantante milanese di origine marocchina è una garanzia a livello interpretativo e proverà a migliorare il suo già ottimo palmares festivaliero.

ORIETTA BERTI-  Quando ti sei innamorato: Colonna della musica popolare italiana, 77 anni, si appresta alla dodicesima partecipazione, 29 anni dopo l’ultima volta. Assente in studio perchè ancora in quarantena per la  positività al Covid, è reduce da un duetto con gli Extraliscio. Al suo attivo come massimo risultato un quinto posto nel 1967 con Io tu e le rose.

BUGO – E invece si (Mescal): Al vero debutto dopo la squalifica dello scorso anno per la vicenda-Morgan, il cantautore milanese consolida un anno di grandi successi e sfiderà quell’Ermal Meta compagno di etichetta con cui duetta nel singolo Mi manca.

COLAPESCE & DI MARTINO – Musica Leggerissima (distribuzione Sony): Nomi consolidati della scena indie italiana, con alle spalle dieci anni di live importanti, i siciliani Lorenzo Urciullo in arte Colapesce ed Antonio Di Martino debuttano passando all’incasso dell’ottimo riscontro dell’album comune I mortali.

COMA_COSE – Fiamme negli occhi (Sony):  Fausto Lama e California, milanesi, coppia anche nella vita, all’esordio, fra i nomi più interessanti della scena indie italiana. All’esordio, l’album “Hype Aura” ha avuto un’ottimo riscontro di pubblico e critica.

EXTRALISCIO ft DAVIDE TOFFOLO – Bianca luce nera (Garrincha Dischi): L’altra grande scommessa è l’unione fra il folk da balera della band romagnola e il cantante dei Tre Allegri Ragazzi Morti, una delle band rock più celebri d’Italia (26 anni di carriera e live sold out), ovvero Davide Toffolo. Esordienti.

FASMA – Parlami (Sony): Al secolo Tiberio Fazioli, romano rivelazione dei Giovani dello scorso anno, unico della sua categoria ad aver vinto il disco di platino (col brano Per sentirmi vivo), debutta fra i Big ed è forse la vera scommessa  di questa edizione.

FEDEZ e FRANCESCA MICHIELIN – Chiamami per nome (Newtopia/Sony): C’è poco da dire su quest’accoppiata. Esordiente il cantautore e rapper, la Michielin fu seconda nel 2016 con Nessun grado di separazione, che ci rappresentò all’Eurovision. Proveranno a ripetere i successi di vendita dei loro duetti.

FULMINACCI – Santa Marinella (Maciste Dischi): Tommaso Uttinacci, romano, esordisce al Festival insieme all’etichetta Maciste Dischi sull’onda di due premi come miglior esordiente 2019, quello per la Targa Tenco e quello per il MEI. Il suo album d’esordio La vita veramente è una delle cose migliori uscite lo scorso anno.

GAIA – Cuore amaro (Sony): La vincitrice di Amici 2020,  terza in passato ad X Factor, cremasca di madre brasiliana, debutta al Festival sull’onda del disco di platino del singolo in portoghese Chega. L’album d’esordio Genesi è stato disco d’oro.

MAX GAZZE’ & TRIFLUOPERAZINA MONSTERY BAND – Il farmacista (Universal): L’ironia intelligente non mancherà nemmeno stavolta, nella sua sesta partecipazione all’Ariston, la quinta fra i Campioni. Quarto nel 2000 con Il timido ubriaco.

GHEMON-  Momento perfetto (Carosello): Rapper convertito al pop ed alle sonorità scure, è alla seconda partecipazione dopo Rose viola del 2019. E’l’alfiere della Carosello, l’etichetta del campione uscente Diodato.

GIO’EVAN – Arnica (Sony): Giovanni Giancaspro, 33 anni, di Molfetta, è cantautore, scrittore, poeta, cittadino del mondo, ha già cantato in diversi palchi europei. Due album all’attivo, l’ultimo singolo Glenn Miller sta andando fortissimo nelle radio. Esordiente al Festival.

IRAMA – Le genesi del tuo colore (Warner): Al terzo festival, il secondo fra i Big,  Filippo Maria Fanti, monzese, già vincitore di Amici, è uno dei nomi consolidati della scena pop italiana. Tredici dischi di platino soltanto con i singoli.

LA RAPPRESENTANTE DI LISTA – Amare (Woodworm Label): L’anno scorso ospiti di Rancore nella serata cover, arrivano con la stessa produzione di Dardust. Da un decennio fra i migliori esponenti della scena indie italiana, esordiscono in gara.

LO STATO SOCIALE – Compat pop (Garrincha Dischi): Torna la band bolognese, tre anni dopo il secondo posto con La vita in vacanza. Da allora la popolarità è cresciuta ma praticamente si sono fermati. Seconda partecipazione per loro e per l’etichetta indipendente per la quale incidono.

MADAME – Voce (Sugar): Diciotto anni, vicentina, l’astro nascente dell’urban italiano arriva sull’onda di due dischi d’oro e 30 milioni di visualizzazioni dei suoi brani. Testi diretti ma non banali, il suo singolo Sciccherie è stato rilanciato anche da Cristiano Ronaldo. Esordiente al Festival, dove lancerà il suo primo album.

MANESKIN – Zitti e buoni (Universal):Vincitori di X Factor 2017, quattro dischi di platino, arrivano a Sanremo in un periodo di discesa dopo la spinta di due anni fortissimi ma possono godere di una fanbase di giovanissimi molto agguerrita. Porteranno il rock giovane al Festival, dove esordiscono.

ERMAL META  – Un milione di cose da dirti (Mescal): Vincitore nel 2018 con Fabrizio Moro e poi quinto all’Eurovision con Non mi avete fatto niente, marca la quarta partecipazione, la terza fra i Big come solista più altre due fra i Giovani, una con gli Ameba 4 ed una con La Fame di Camilla.

NOEMI- Glicine (Sony): A 38 anni, fresca di nuovo management, la cantante romana torna per la sesta volta al Festival con un brano si dice firmato da Mahmood. Ha dalla sua diversi dischi di platino e una consolidata esperienza festivaliera.

RANDOM – Torno a te (Visory Records): Emanuele Caso, classe 2001, napoletano, reduce da Amici Speciali, viene da un anno come campione di streaming e dal disco di platino (140.000) copie per il singolo Sono un bravo ragazzo un po’ fuori di testa, ma in estate si è fatto notare nel duetto Morositas con Federica Carta. Esordiente.

FRANCESCO RENGA – Quando trovo te (Universal): Sette partecipazioni per il cantautore friulano, che ha appena finito il ruolo di giudice a All Together Now. L’ex leader dei Timoria, trionfatore nel 2005, ha anche vinto due premi della critica.

WILLIE PEYOTE – Mai dire mai (La Locura) (Universal): Testi diretti, pieni di ironia, il rapper torinese è ormai un nome consolidato della scena, anche se le vendite non lo hanno sin qui premiato abbastanza. All’esordio.


Segui Eurofestival News anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”. Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram e seguici su Twitter e sulla principale community italiana Facebook dedicata all’Eurovision. Ti ricordiamo che Eurofestival News è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

Emanuele Lombardini

Giornalista, ternano, cittadino d'Europa

Commenta questa notizia...