Melodifestivalen 2021, Christer Bjorkman presenterà tutte le serate: con lui diverse star


La prossima edizione del Melodifestivalen entrerà nella storia per essere la prima senza pubblico. Le sei serate, trasmesse in diretta dall’Annexet di Stoccolma (già Sala Stampa in occasione dell’Eurovision Song Contest 2016), avranno un conduttore fisso che verrà affiancato ogni sera da diversi artisti svedesi.

Al timone della manifestazione sarà, per la prima volta, Christer Björkman. Quest’ultimo, già vincitore dell’edizione 1992 con “I morgon är en annan dag” e rappresentante svedese nell’edizione dell’Eurovision Song Contest 1992 in quel di Malmö, si è precedentemente occupato della conduzione di svariati programmi a tema eurovisivo. Mai si era però cimentato alla conduzione della selezione vera e propria.

Björkman ha nel corso degli anni ricoperto diversi ruoli di fondamentale rilievo. Dal 2002 ad oggi è diventato per gli svedesi il cosiddetto “Schlager-generalen”, vale a dire Generale del Melodifestivalen. Nel corso degli anni è infatti stato colui che si è occupato sia della scelta degli artisti in gara sia della produzione artistica dello spettacolo. È da tempo noto che lo stesso Björkman ha più volte dichiarato che questo sarebbe stato il suo ultimo anno. La scelta di avere lui alla conduzione del programma pare quindi perfetta per celebrare il suo ventennale al timone della manifestazione passando da dietro le quinte al palcoscenico vero e proprio.

 

Le quattro semifinali, la serata di ripescaggio (Andra Chansen) e la finale vedranno protagonisti alla conduzione insieme a Christer Björkman una lista di artisti e cantanti di tutto rispetto.

PRIMA SEMIFINALE: Nella semifinale di debutto, Christer Björkman verrà affiancato da Lena Philipsson (MF 1986, 1987, 1988, 2004), vincitrice dell’edizione 2004 e quinta classificata in quel di Istanbul con “It hurts” La Philipsson, 54 anni, già presentatrice unica dell’edizione 2006, è una delle star musicali più importanti, prolifiche ed amate dal pubblico svedese.

SECONDA SEMIFINALE: Nella seconda semifinale saranno Anis Don Demina (MF 2019, 2020) e Oscar Zia (MF 2014, 2016) ad affiancare Björkman alla conduzione. Anis Don Demina ha debuttato in gara due anni fa in duetto con Zeana (la loro “Mina Bränder” si fermò al quinto posto in semifinale) per poi tornare lo scorso anno con “Vem e som oss”, che si classificò quinta in finale diventando uno dei maggiori successi festivalieri del 2020.

Oscar Zia, di origini venete (qui la nostra intervista), partecipa inizialmente a quella che, ad oggi, rimane l’unica edizione svedese di X Factor (2012). Debutta al Melodifestivalen l’anno successivo con “Yes we can”, che si classifica ottava in finale. Nel 2016 ritorna e manca di poco la vittoria, classificandosi secondo con “Human”.

TERZA SEMIFINALE: Il nome di Jason Diakité dirà forse poco agli appassionati stranieri del Melodifestivalen. Trattasi però di uno dei rapper svedesi di maggior successo, in attività dagli anni 90 con il nome d’arte di Timbuktu. “Alla vill till himmelen”, “Det löser sig” e “Resten av ditt liv” sono considerati classici dell’hip hop svedese.

QUARTA SEMIFINALE: Per l’ultima semifinale Christer Björkman ha deciso di farsi affiancare da Per Andersson, attore, comico e conduttore tra i più amati dal pubblico svedese. È membro del gruppo teatrale Grotesco, protagonisti nel 2009 di uno degli interval acts più iconici della manifestazione con il brano “Tingeliin”, parodia in salsa russa, in onore dell’Eurovision Song Contest di quell’anno che si sarebbe svolto per l’appunto a Mosca.

ANDRA CHANSEN: Stupisce il fatto che Shirley Clamp (MF 2003, 2004, 2005, 2009, 2011, 2014) non sia stata ingaggiata prima. La Clamp, anglo-svedese leggenda “melodifestivaliera” degli ultimi 20 anni, ha all’attivo sei partecipazioni e una medaglia d’argento nel 2004, con “Min Kärlek”, uno dei maggiori successi schlager in era moderna. Altissime le aspettative, conoscendone la dirompente simpatia e la spontaneità.

FINALE: Per il gran finale, Christer Björkman va sul sicuro. Sarà infatti l’ormai iconico e poliedrico Måns Zelmerlöw (MF 2007, 2009, 2015) ad affiancarlo nel corso della finale. Zelmerlöw, uscito dall’edizione 2005 di Pop Idol, medaglia di bronzo nel 2007 con “Cara Mia e vincitore assoluto della stagione 2015 (Melodifestivalen ed Eurovision Song Contest) con “Heroes”.

Il cantante ha più volte dimostrato un talento innato anche nei panni di conduttore, avendo presentato la manifestazione nel 2010 insieme a Dolph Lundgren e Christine Meltzer e l’Eurovision Song Contest 2016 insieme a Petra Mede. A completare il trio finale sarà l’attrice di origine iraniana Shima Niavarani.

 


Segui Eurofestival News anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”. Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram e seguici su TwitterFacebook e Instagram o nella nuova community dedicata all’Eurovision.

Eurovision Inside Eurofestival News è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

Commenta questa notizia...