Melodifestivalen 2021: Danny Saucedo e Arvingarna in finale, Paul Rey e Lillasyster al ripescaggio


Calato da pochi minuti il sipario sulla prima semifinale del Melodifestivalen 2021, kermesse canora amatissima dagli eurofan con cui la Svezia sceglie annualmente il proprio rappresentante per l’Eurovision Song Contest. Al timone della serata la vincitrice dell’edizione 2004 Lena Philipsson, insieme al produttore della rassegna Christer Björkman.

Danny Saucedo e Arvingarna Melodifestivalen 2021

Danny Saucedo e Arvingarna | Foto: SVT

Una edizione diversa dal normale a causa della epidemia da Coronavirus, che ha richiesto all’organizzazione usualmente itinerante di stabilizzarsi all’Annexet di Stoccolma ed eliminare la presenza del pubblico, normalmente cornice di ogni diretta.

Cori e applausi registrati, insieme a collage di clip girate dagli stessi fan che, rigorosamente dalle loro case, hanno mostrato con cartelli e manifesti il loro supporto ad ogni loro artista preferito, facendo almeno un po’ dimenticare l’assenza della calorosa platea che caratterizza il Melodifestivalen.

Confermato ogni pronostico della vigilia con Danny Saucedo che passa direttamente in finale con la sua “Dandi Dansa“. Un pezzo divertente è messo in scena in una stanza di cartoni dove si alternano balletti, movimenti scenici complessi, giochi di luce, e inquadrature ben scelte, in un insieme coinvolgente che non smentisce un veterano del Mello che ha più volte sfiorato la vittoria.

Ad accompagnare Danny in finale gli Arvingarna. Ancora una volta il pubblico premia una esibizione spensierata e divertente, che stringe l’occhiolino alla performance di Guy Sebastian all’Eurovision 2015: nel contorno di uno skyline urbano al tramonto, sulle note di “Tänker inte alls gå hem” il quartetto sfoggia ottime vocalità e una coreografia impeccabile.

Arvingarna e Danny Saucedo

Accede al ripescaggio Paul Rey con “The Missing Piece“, con una esibizione intima composta da un alternarsi di forme geometriche mobili e componibili, oltre a un sapiente gioco di luci ed ombre e una vocalità eccellente. In andra chansen anche l’hard rock graffiante dei Lillasyster che con “Pretender” hanno letteralmente incendiato il palco del Melodifestivalen 2021.

Si deve accontentare del quinto posto la regina dello schlager Jessica Andersson, che con “Horizon” non è riuscita a brillare per originalità. Buone le sue vocalità, ma il grande vestito lasciato ondeggiare al vento non ha convinto il pubblico da casa. Un esercizio di stile ottimo che però non è riuscito a farsi strada.

Chiudono la classifica le due giovani esordienti di questa serata, con due proposte totalmente differenti: mentre “One Touch” di Kadiatou ha presentato al pubblico un balletto coloratissimo sulle note di un brano moderno, Nathalie Brydolf ha regalato una ballad – “Fingerprints” – da manuale, con tanto di fumo e macchina del vento, senza però riuscire a procedere alle fasi successive.

Lena Philipsson e Christer Björkman

I due presentatori della serata, Lena Philipsson e Christer Björkman

L’appuntamento si rinnova per il prossimo sabato, con la seconda semifinale del Melodifestivalen 2021. Sul palco ci saranno, tra gli altri, anche Anton Ewald e Dotter, seconda classificata lo scorso anno con “Bulletproof“.


Segui Eurofestival News anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”. Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram e seguici su TwitterFacebook e Instagram o nella nuova community dedicata all’Eurovision.

Eurovision Inside Eurofestival News è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

Commenta questa notizia...