Sanremo 2021, la scaletta della prima serata: fra i Campioni apre Arisa e chiude Fasma

È da poco terminata la conferenza stampa della prima serata del Festival di Sanremo 2021. Erano presenti al tavolo della sala stampa Ariston Roof Amadeus, Matilda De Angelis, Stefano Coletta, Claudio Fasulo, Zlatan Ibrahimovic e Giuseppe Faraldi, assessore al turismo del comune di Sanremo.

conferenza stampa prima serata

Apre Faraldi: “Sono contento che da stasera la parola passi alla musica e non vedo l’ora che la musica e l’arte possano prendere il sopravvento”

Gli fa eco Amadeus: “Finalmente è arrivato il 2 marzo. Sembra passata un’eternità dall’ultimo festival. Quello che succede questa sera sarà una sorpresa e vedremo il primo dei 5 quadri di Achille Lauro. La signora della prima serata è Matilda De Angelis, che è una attirice già conosciuta all’estero e ne sentiremo parlare e poi ha una voce meravigliosa, lei nasce come cantante. Sono onorato della presenza di Zlatan Ibrahimovic, al di là della maglia di appartenenza è un campione che può dare tanto e spero di far scoprire agli italiani l’Ibrahimovic che non si conosce fuori dal campo e con cui è nata una profonda amicizia. È il festival in cui nessuno sa niente di nessuno, e tutto questo è meraviglioso. Io non so che farà Fiorello, Fiorello non sa che farò io, Zlatan non sa cosa faremo noi e noi non sappiamo cosa farà lui”.

Tocca poi alla attrice Matilda De Angelis: “Sanremo è Sanremo. Ama grazie per la presentazione, quanto ti pago? La prima volta che ho visto il palco mi sono messa letteralmente a piangere, nemmeno davanti a Nicole Kidman, è un palco assurdo che tira fuori il meglio di tutti e spero di poterti aiutare Amadeus a condurre questa prima serata”

Infine, il contrappunto di Ibrahimovic:Grazie per avermi qua, grazie ad Amadeus, quando mi ha chiamato gli ho detto subito sì, lui stesso ha detto che è meglio avermi in squadra che contro e oggi siamo nella stessa squadra. È il festival dei campioni, serviva un campione ed eccomi qui: non è il mio mondo ma sono in ottime mani con Fiorello e Ama. Se sbaglio nessuno mi può giudicare, se faccio bene ancora meglio perché avrò un lavoro per quando smetterò di giocare a calcio. Non so cosa accadrà ma sono sicuro che ci divertiremo”

Così invece il direttore di Rai 1 Stefano Coletta:

“Per un direttore non è il massimo non sapere cosa accadrà ma per lo spettatore sarà fantastico. L’anno scorso ha vinto la storia affettiva speciale tra i due conduttori, quest’anno mi sento di dire fuori da ogni retorica che è il festival di tutti. Durante il lockdown regnava sovrano il canto, e anche oggi ci sarà questa voglia di riapertura alla vita. Questa edizione senza il pubblico all’Ariston sarà il festival di tutti. Noi addirittura quest’anno eliminiamo la terza parete, con il braccio armonico dell’orchestra ti immagini la gente che vorrà subito partecipare alla festa. Il direttore artistico ha costruito un’offerta che coinvolgerà tutti i target, ci sono quote dedicate a chi di solito non guarda Rai 1, e c’è uno sguardo rivolto ai target più tradizionali con le canzoni in gara e la storia aneddotica tra Amadeus e Fiorello. La musica è un collante enorme, lo pensavo ieri durante il momento di Loredana Bertè che sarà ospite stasera, la medicina migliore (senza evocare Gazzè e la sua interpretazione farmacologica del presente) è proprio la musica ed era dovere del servizio pubblico ripresentarla”

Come di consueto, la conferenza stamp serve per annunciare l’ordine di uscita. Si parte con la gara dei Giovani che avrà questo ordine di uscita:

Il regolamento dei giovani prevede tre giurie:  demoscopica 33%, sala stampa 33%, televoto 34%: due passano il turno e due saranno eliminati. A seguire tocca ai campioni, 13 su 26 stasera, votati dalla sola demoscopica, per una prima classifica. Stasera sarà data la classifica dei 13, domani gli altri 13 e la top 10, giovedì i 26 per l’orchestra e la top 10, venerdì i 26 per la sala stampa e la top 10 e solo sabato sarà data la classifica totale, senza dare il piazzamento dei primi 3.

Ecco l’ordine di uscita dei Campioni:

  • Arisa – Potevi fare di più
  • Colapesce e Dimartino – Musica leggerissima
  • Aiello – Ora
  • Francesca Michielin e Fedez – Chiamami per nome
  • Max Gazzè e La Trifluoperazina Monstery Band – Il farmacista
  • Irama – La genesi del tuo colore  Noemi – “Glicine”
  • Madame – Voce
  • Måneskin – Ti piace così
  • Ghemon – Momento perfetto
  • Coma_Cose – Fiamme negli occhi
  • Francesco Renga – Quando trovo te
  • Fasma – Parlami

Amadeus spiega: “Non ci sono motivi particolari dietro gli accoppiamenti dei giovani, l’unico criterio è stato dividere le uniche due ragazze e anche i due di AreaSanremo perché non sarebbe stato giusto“. Ci saranno applausi registrati: “Li abbiamo provati in altri programmi e serve l’aiuto psicologico. Per il mondo dei lavoratori, abbiamo spazio per tutti e restiamo aggiornati per dare spazio e notizie ai lavoratori”

Non è mancato anche un accenno alla polemica che ha visto coinvolta la moglie del conduttore e direttore artistico, Giovanna Civitillo, che da ieri è al timone del PrimaFestival: “Io non lavoro con mia moglie, lei fa PrimaFestival, comunque non è una novità perché abbiamo fatto L’Eredità per 4 anni. Quando la Rai ha scelto questo trio per PrimaFestival e mi è stato proposto sono stato contento. A Sanremo tutto è una polemica, questa era scontata essendo mia moglie, e io sono impermeabile alle polemiche”.

Stasera ci sarà anche un ricordo di Claudio Coccoluto, il dj italiano scomparso nella giornata odierna a 59 anni, che è anche quello che detiene il maggior numero di presenze in giuria al Festival, di cui è stato anche in passato nella commissione artistica.  Confermata inoltre domani la presenza de Il Volo nonostante il lutto che ha colpito Ignazio Boschetto, che ha perso il padre.

 

Commenta questa notizia...