Sanremo 2021, Irama resta in gara: il video della prova invece del live


“La genesi del tuo colore”, il brano di Irama, sarà regolarmente presente in gara al Festival di Sanremo 2021.  Il cantante però non sarà sul palco fisicamente, visto che dopo la conferma della positività al tampone molecolare da parte di un membro del suo staff, dovrà osservare la quarantena. Con un cambio in corsa del regolamento, sentito l’artista, i suoi 25 colleghi e le case discografiche, al suo posto verrà proiettato il video della prova generale.

 

Una situazione, quella del backup, che gli appassionati eurovisivi conoscono bene visto che la prova generale dello show, per intero, con tanto di costumi di scena viene registrata ed utilizzata come traccia di riserva sulla quale switchare in caso di necessità, dato che viene lanciata in bassa frequenza in contemporanea alla diretta.

La decisione di mantenere in gara Irama è una scelta precisa di Amadeus, visto che a norma di regolamento, Irama avrebbe dovuto ritirarsi: la normativa anti-contagio prevede infatti che tutti i contatti stretti delle ultime 48 ore del positivo – quindi anche Irama stesso – debbano osservare una quarantena di 10 giorni, 14 se c’è variante inglese. Irama dunque sarà fra l’altro costretto a restare in albergo anche dopo la conclusione del Festival.

I cantanti e le etichette si sono detti d’accordo a mantenere il collega in gara, anche in considerazione che l’assenza del pubblico di fatto non modifica l’impatto emozionale. L’ultima parola resta comunque ad Irama, che a breve terrà una conferenza stampa.

Così il direttore artistico:

Da regolamento Irama dovrebbe ritirarsi ,- è un’emergenza. Ho avuto un’idea: non mi piaceva venisse escluso per il Covid di un collaboratore ma può accadere ad altri. Ipotizziamo che qualcuno sia in testa venerdì e sabato un collaboratore risulti positivo, si trova in quarantena il sabato e a saltare una eventuale vittoria. Allora chiederò a tutti i cantanti se sono d’accordo nel tenere in gara Irama mandando in onda il video della prova generale: non c’è un vantaggio o svantaggio, non c’era il pubblico nella prova né nella diretta. Ho pensato questo, in modo che anche questi ragazzi non vivano nel terrore per qualcuno nell’entourage o loro stessi positivi. È una modifica al regolamento che desidero fare oggi e vale per anche per il giovedì dove Irama aveva il duetto con la voce inedita di Guccini. Perché ciò accada devo avere l’ok degli altri 25 cantanti in gara. O stasera metto Irama in gara con il video o per regolamento deve autoescludersi, è una tutela di tutti, non solo di Irama.

E aggiunge:

Se Irama dovesse dire che preferisce ritirarsi perché vuole il live, lo accetterò. Tra la diretta e la registrazione in questa situazione la differenza non c’è.

Per Sanremo, l’esibizione di un artista maggiorenne senza la presenza fisica sul palco è un inedito. L’unico precedente risale al 2010, quando per colpa di uno sforamento di orario, la quindicenne Jessica Brando non potè esibirsi in diretta per concorrere nel primo turno della sezione Giovani e così fu trasmessa la prova generale del suo brano “Dove non ci sono ore“.

Nel 2012, invece, Alina Deidda non potè ritirare il premio per il secondo posto sempre nei giovani per il suo brano “Un piccolo amore” e così alla allora dodicenne interprete viterbese il trofeo fu consegnato in albergo.


Segui Eurofestival News anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”. Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram e seguici su TwitterFacebook e Instagram o nella nuova community dedicata all’Eurovision. Ti ricordiamo che Eurofestival News è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

Eurovision Inside

Emanuele Lombardini

Giornalista, ternano, cittadino d'Europa

Commenta questa notizia...