Sanremo 2021, la conferenza stampa finale: “Abbiamo lanciato i superbig di domani”


Conferenza stampa di conclusione del Festival di Sanremo 2021, presenti l’AD della Rai Salini, l’AD di Rai Pubblicità Tagliavia, Amadeus, Stefano Coletta, Claudio Fasulo (da remoto), Elena Capparelli, l’assessore al turismo Faraldi e il sindaco Biancheri.

Amadeus ha sottolineato

Finalmente è arrivato il 7, ed è arrivato come non pensavo che potesse arrivare, sono felicissimo, non parlo di ascolti. Ho sempre detto che è un Sanremo diverso, quindi parlare di ascolti sarebbe stato una semplificazione. Faccio i complimenti a tutti i ragazzi, tutti i cantanti che hanno preso parte, sono certo che molti di loro saranno i super big di domani. Abbiamo fatto un punto di svolta nella musica.

Quest’anno c’erano molti dubbi, e ripeto: come ho detto ieri sul palco che non avrei mai potuto fare il festival se non avessi avuto al mio fianco Rosario Fiorello. Stare davanti al nulla non lo auguro a nessuno, io ho 55 anni, e trovarmi davanti a una platea vuota è stato destabilizzante. Dopo la prima sera, che io stesso ho avuto un attimo di smarrimento, l’abbiamo portata a casa.

Coletta parla ovviamente sul fronte Rai:

Il bilancio è strapositivo, al di lai della crescita. Le scelte musicali, se le si dà un po’ di tempo, impattano in un mondo che è diverso. Un festival molto social come ha sottolineato anche Elena Capparelli: “Sicuramente questo è il festival più social di sempre, ci ha confermato che il mondo dell’ascolto complessivo è cambiato radicalmente ed eravamo pronti ad accogliere anche la comunicazione social dei più giovani. Questo festival, se facciamo una classifica di sempre di RaiPlay, occupa le prime 4 posizioni”.

Così invece Claudio Fasulo:

La gara è stata davvero simbolicamente rappresentativa di questo festival, sono arrivati i tre preferiti delle varie serate. Finché si votava su 26 artisti Fedez e la Michielin avevano la meglio sul televoto, ma quando si è arrivati a tre e si sono uniti i giudizi della sala stampa, avendo perso i beniamini, qualcuno ha dovuto cambiare obiettivo e i Måneskin hanno vinto.

La gara contro il Covid è stata importante, il protocollo era diverso dagli altri che hanno puntato su un programma da remoto. In queste settimane sono stati effettuati 5800 tamponi, di cui 9 positivi all’antigienico e 8 confermati”

Il direttore artistico ha infine confermato che non farà un terzo festival:

Sanremo è un evento, e noi abbiamo deciso di fermarci. Sanremo nasce da un’idea, che non è solo fare o non fare Sanremo, ma c’è un anno di lavoro dietro come ha detto anche il direttore, e quest’anno è stato come due anni.

Non ho mai ipotizzato di tenere la direzione artistica, è difficile lavorare dietro le quinte per come sono io. Non ho mai fatto un ruolo di direttore artistico dietro le quinte, lo faccio da giocatore in campo.

Non sono mancate le polemiche per la durata delle serata, per cui Amadeus si è assunto la responsabilità. La polemica nasce dal fatto che, per la prima volta dopo molto tempo, i quotidiani non abbiano riportato la notizia dei vincitori del Festival proprio a causa dell’orario in cui è avvenuto l’annuncio.


Segui Eurofestival News anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”. Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram e seguici su TwitterFacebook e Instagram o nella nuova community dedicata all’Eurovision. Ti ricordiamo che Eurofestival News è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

Eurovision Inside

2 Risposte

  1. Terry ha detto:

    Il direttore di rai1 però si deve decidere: quando gli ascolti delle prime serate erano deludenti diceva che non bisognava tenerli in considerazione quest’anno, quando sono migliorati verso la fine della settimana, continuava a citarli. E poi vergognoso il fatto che gli è stato chiesto più volte di rivelare quanto è costato questo festival e si è rifiutato.

  2. giu ha detto:

    Se questa e la generazione musicale di oggi e del futuro, stiamo messi proprio malissimo.

Commenta questa notizia...