Ascolti Sanremo 2021, bilancio finale: lontano il record del 2020, ma c’è chi ha fatto peggio


Come fatto lo scorso anno, arrivati al termine del Festival di Sanremo 2021, tracciamo un bilancio degli ascolti di questa edizione.

Ascolti Sanremo 2021

Il dato medio delle cinque serate, dal primo all’ultimo minuto di messa in onda di ciascuna puntata, è pari a 8.549.000 spettatori con uno share del 45%.

Risulta evidente il calo rispetto ai 10.118.000 spettatori (share del 53,2%) che seguirono in media Sanremo 2020, un’edizione da record, la più seguita dopo quella del 2002 condotta da Pippo Baudo (al 53,4% medio). Non si può neanche parlare di flop, essendoci stati vari Festival con share medio inferiore al 40%.

Di seguito il confronto tra l’ascolto medio effettivo delle serate sanremesi – comprensivo della sezione “Sanremo Start” e del segmento successivo alle 2:00 di notte – e i dati “parziali” comunicati il giorno dopo da Rai e ripresi dai principali siti di informazione.

Dati completi Dati parziali
Orario Spettatori Share Orario Spettatori Share
1a serata 20:50-1:34 8.852.000 44,8% 21:36-1:34 8.363.000 46,6%
2a serata 20:52-1:42 7.587.000 40,5% 21:31-1:42 7.586.000 42,1%
3a serata 20:53-2:09 7.758.000 42,8% 21:32-1:59 7.653.000 44,3%
4a serata 20:50-2:05 8.051.000 43,0% 21:25-1:59 8.014.000 44,7%
Finale 20:52-2:39 10.047.000 52,7% 21:26-1:59 10.715.000 53,5%
Media 8.549.000 45,0% 8.493.000 46,5%

Da questo confronto si nota come l’eliminazione della sezione “Sanremo Start” dalla media ufficiale – pratica iniziata nel 2015 con il primo Festival di Carlo Conti – permette di guadagnare circa 1,5 punti di share, mantenendo praticamente inalterato il dato degli spettatori (una perdita di meno di 60 mila persone).

Poiché anche quest’anno il Festival ha avuto una durata monstre, per poter fare un confronto imparziale con gli anni in cui la durata era inferiore, è necessario considerare una fascia oraria fissa (21:00-24:30), annullando così la variabile della “durata”.

Riportiamo di seguito i grafici con la media di spettatori e share delle 5 serate, per ogni edizione dal 2001 ad oggi, in questa fascia standard.

Dai grafici risulta evidente l’eccezionalità dell’edizione 2020 che si collocava al secondo posto in spettatori e al terzo in share tra tutti i Festival del nuovo millennio.

L’edizione appena terminata è in linea con l’ascolto medio del 2019 ma, a causa di una platea televisiva più ampia del solito, risulta più bassa in termini di share. Dunque, si può dire che questa edizione non è riuscita ad allargare la platea, intercettando quel pubblico extra presente di fronte al teleschermo a causa delle restrizioni anti-Covid.

Chiudiamo con un paio di curiosità. Alle 2:31, al momento dell’annuncio della vittoria dei Maneskin erano presenti 5.093.000 spettatori con il 78,2% di share, mentre lo scorso anno alle 2:30 la vittoria di Diodato fu seguita da 6.573.000 spettatori pari all’81,9%.

Nell’arco delle 5 serate il Festival di Sanremo ha raggiunto un pubblico complessivo di 36.931.000 spettatori, pari al 63% della popolazione italiana. L’anno scorso il bacino totale fu di 39.380.000, pari al 67% della popolazione italiana.

Commenta questa notizia...