Eurovision 2021: le scommesse alla vigilia delle prove. Malta in testa, Italia quarta


Due settimane di fuoco sono quelle che stanno arrivando in chiave Eurovision 2021. Il concorso canoro, di ritorno dopo un anno di stop, è pronto a veder iniziare le prove. Ed è proprio alla vigilia di queste ultime che andiamo a verificare qual è la situazione delle scommesse.

Come funzionano

Precisiamo subito come funzionano, nella tabella di Eurovisioworld della quale ci andiamo a servire: i numeri che si vedono accanto ai vari Paesi (non quelli delle percentuali) stanno a significare che, per esempio, se si puntano 10 euro su una canzone quotata a 19, e quella canzone vince, allora si vince 19 volte la posta, cioè 190 euro.

Per quel che riguarda la finale, la situazione alle ore 23:50 circa vede sempre in testa Malta, anche se con numeri che, nella storia delle scommesse eurovisive, non erano così alti da 10 anni, e cioè da quando Amaury Vassili, con “Sognu“, era dato per vincitore e poi finì nella metà destra della classifica. Destiny, con “Je me casse, naviga tra la quota minima di 3.25 (Bwin) e quella massima di 4.2 dei mercati a fluttuazione più variabile.

Stabilendo un confronto, a due settimane dal concorso il peggio che aveva Duncan Laurence con “Arcade“, nel 2019, era di 3.32, e il meglio di 2.5, ma ci sono stati casi ancora più eclatanti, come quelli dei mancati vincitori Sergey Lazarev e Francesco Gabbani nel 2016 e 2017 rispettivamente.

Al secondo posto rimane Barbara Pravi, che per la Francia porta “Voilà“. Le sue quote sono scese in particolare negli ultimi giorni, andando dal 4.5 di Bet365 al 5.5 di tre agenzie; numeri che per certa misura s’incrociano con quelli della Svizzera, in gara con “Tout l’univers” di Gjon’s Tears, con il 5 di 888 Sport e il 7 di Bwin quali estremi.

L’Italia e San Marino

Quarta è l’Italia: “Zitti e buoni” dei Måneskin convince, e ha avuto una lenta risalita finanche all’11% di chance di successo, per poi stabilizzarsi sul 10% in attesa delle prove, che fino al 13 maggio vedranno muoversi soprattutto gli altri. Si va dal 6.5 di Betway all’8.5 di Bet Stars, con una vera e propria corsia preferenziale per il 7.

Dietro l’Italia c’è una sostanziale voragine, con il duello Islanda-Bulgaria che provoca una differenza tra Eurovisionworld e Oddschecker, poiché il primo si basa sulla media delle quotazioni e il secondo sulla peggiore quota. Com’è come non è, “10 Years” ha guadagnato sempre più terreno col passare del tempo (è stata ottava o settima fino agli ultimi giorni di aprile), a differenza di “Growing up is getting old, che è calata con il passare del tempo e che ha visto i suoi numeri divenire sempre più alti.

Da segnalare il 12° posto di San Marino, con “Adrenalina” di Senhit che non è nella miglior posizione sammarinese di sempre per le scommesse solo a causa dell’esistenza del precedente del 2013, quando Valentina Monetta portò “Crisalide (Vola)” e fece sognare picchi altissimi alla Repubblica, salvo poi uscire in semifinale.

Qualificate

Ma le scommesse non si limitano soltanto a verificare chi possa essere il vincitore. Ce ne sono di estremamente disparate, ma le più gettonate dopo quelle relative alla finale sono legate inevitabilmente a chi passerà le semifinali.

 

Nella prima, vengono dati praticamente per scontati i passaggi di tutte le prime otto indicate, mentre è un po’ più incerta la situazione dell’Azerbaigian. Viene inoltre dato per contesissimo l’ultimo posto disponibile, tra Croazia e Israele, con poche chance offerte agli Hooverphonic, in gara per il Belgio. Ma c’è da credere che le prove rimescoleranno di tanto le carte, specie parlando di un gruppo tanto esperto e che certo non si mette in gioco per farsi escludere prima dell’ultimo atto.

 

Molto più complicato, e per certi versi paradossale, è il quadro della seconda: basti pensare che l’Albania, in ultima posizione per probabilità di vittoria (ci sarebbe un lungo discorso da fare in questo senso), è in questo caso nona per chance di approdo in finale. La vera battaglia, però, sarebbe destinata a consumarsi tra Austria, Portogallo e Danimarca, ognuna con le proprie particolarità legate a un anno che di particolare ha tutto. Ma ha soprattutto una grande forza: quello di poter tornare a parlare di queste cose, che è già per sua natura un successo enorme.


Segui Eurofestival News anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”. Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram e seguici su TwitterFacebook e Instagram o nella nuova community dedicata all’Eurovision.

Eurovision Inside Eurofestival News è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

Una risposta

  1. francesco ha detto:

    prossima manifestazione che si farà in Italia – escluderei direttamente i francesi – anzi non li farei entrare nessuno sul nostro territorio

Commenta questa notizia...