Eurovision 2021: analisi sulla controprogrammazione tv e Toto-Auditel


Mentre alle 18 di oggi assisteremo al Turquoise Carpet (lungo il Rotterdam Cruise Terminal), cresce l’attesa per i tre show televisivi.

Lo scorso anno l’Eurovision è stato cancellato nella sua forma abituale ma ha avuto comunque una finestra televisiva con lo show Eurovision: Europe Shine a Light (che in Italia ha avuto ascolti tutto sommato soddisfacenti se confrontati con altri Paesi), quest’anno l’evento televisivo torna nella struttura a cui siamo abituati.

Quindi, come da tradizione vedremo le semifinali di martedì 18 e giovedì 20 su Rai 4 e la finalissima di sabato 22 su Rai 1.

Negli ultimi anni l’Eurovision ha dovuto fare i conti con un contesto televisivo particolarmente ostico, perché nella stessa fascia di messa in onda c’era spesso una proposta musicale su un altro canale.

Emblematico il caso del 2019 con The Voice su Rai 2 nella serata del martedì, All Together Now su Canale 5 nella serata del giovedì e Amici sempre su Canale 5 il sabato della finale. Quest’anno le cose dovrebbero andare diversamente.

Nel caso della prima semifinale di martedì 18 maggio, Rai 1 schiera un usato sicuro: l’ennesima replica de Il Commissario Montalbano, che l’ammiraglia Rai propone ormai come tappabuchi quando non ha altre proposte di programmazione forti perché garantisce un buon livello di ascolti.

In realtà, proprio l’abuso di repliche negli ultimi anni ha portato all’usura della serie e gli ultimi episodi riproposti hanno portato a casa un ascolto medio di “soli” 4.460.000 spettatori con il 19,2% di share, numeri ormai lontani dai 5.879.000 spettatori (22,2% di share) che seguivano le repliche un anno fa.

Canale 5 propone la commedia americana in prima tv Ricomincio da me, con Jennifer Lopez, mentre su Rai 2 termina lo spettacolo di Enrico Brignano Un’ora sola vi vorrei, un discreto successo per la rete che più di tutte sta soffrendo in questi ultimi mesi. Infatti, mentre Rai 2 viaggia sul 5,5% di share in prima serata da inizio anno ad oggi, lo show ha raggiunto una media del 6,5%.

Su Italia 1 consueto appuntamento con Le Iene che in queste ultime settimane arrivano a un ascolto di 1.700.000 spettatori con il 9% di share (da ricordare che il programma termina oltre l’1:00 di notte); proseguono anche i talk politici Carta bianca su Rai 3, Fuori dal coro su Rete 4 e Di Martedì su La7. I tre programmi raggiungono complessivamente circa il 15% di share.

Tra le altre proposte della serata, segnaliamo il Best of di Italia’s Got Talent su TV8 e i thriller Attacco al potere: Olympus Has Fallen su Nove e Security con Antonio Banderas sul canale 20.

La seconda semifinale di giovedì 20 maggio, dovrà fare i conti con l’ultimo appuntamento con Un passo dal cielo 6, una delle tante fiction di successo per Rai 1 in questa stagione: la media dei primi 6 episodi è di quasi 5 milioni di spettatori (21,6% di share).

Canale 5 schiera ancora una volta un film in prima visione, Il Corriere – The Mule con Clint Eastwood, mentre Italia 1 propone la partita di calcio benefica sponsorizzata da Gillette tra i Bomber di Bobo Vieri e i King di Daniele De Rossi.

Anche giovedì sera sono in onda ben tre talk politici: Piazzapulita su La7, Dritto e rovescio su Rete 4 e il flop Anni 20 su Rai 2 (appena l’1,7% di share medio), mentre Rai 3 trasmette Amore Criminale, che la scorsa settimana ha superato il 6% di share.

Tra le altre proposte della serata, segnaliamo un episodio della serie I delitti del BarLume su TV8 (già vista su Sky) e il film Eragon su Nove.

Per la prima volta dal 2012 la finale di sabato 22 maggio non si scontrerà con il talent di Canale 5 Amici, che in questa stagione sta ottenendo ascolti record: le prime 8 puntate arrivano a una media di 5.746.000 spettatori con il 27,5% di share, il secondo miglior risultato della sua storia ormai ventennale (resta imbattuto solo Amici 7 del 2008).

L’ammiraglia Mediaset punta al pubblico over in uscita da Rai 1, riproponendo lo speciale 55 passi nel sole con Albano e Romina, andato in onda in due serate in prima tv nel gennaio 2019 con una media di 3,2 milioni di spettatori e il 17,1% di share (salito al 23,8% nel pubblico over 65 anni) e poi in replica sotto le festività 2019/20 con una media di 2,1 milioni di spettatori e l’11,4% di share (che cresce al 15,2% nel pubblico over 65 anni).

Divulgazione scientifica su Rai 3 con Sapiens, che la scorsa settimana ha superato il 7% di share, serie tv su Rai 2 con l’accoppiata FBI e Blue Bloods e tanto cinema per vari target tra Italia 1 (I pinguini di Madagascar), Rete 4 (Viaggi di nozze), La7 (I Miserabili), TV8 (Elysium) e le varie reti tematiche del digitale terrestre.

Eurovision 2021 Toto Auditel

Toto-Auditel Eurovision 2021

Quali saranno gli ascolti delle semifinali trasmesse su Rai 4? E la finalissima di sabato 22 maggio su Rai 1 riuscirà a superare di nuovo il muro del 20% di share, come successo finora solo nell’edizione 2017?

Partecipa al nostro Toto-Auditel pronosticando il risultato delle tre serate.

Compila il sondaggio qui di seguito e ricorda, è possibile esprimere una sola volta le proprie preferenze (maggiori dettagli a fondo articolo *).

Gli indirizzi email comunicati nell’apposito form verranno utilizzati esclusivamente per la verifica di validità del voto inserito (annullando tutti i voti legati a mail inesistenti o temporanee). Ogni indirizzo comunicato verrà cancellato in maniera definitiva dopo la comunicazione dell’esito della votazione. Nessun indirizzo email verrà utilizzato per inviare pubblicità né ceduto a terzi.


Segui Eurofestival News anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”. Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram e seguici su Twitter e Facebook o nella nuova community dedicata all’Eurovision. Ti ricordiamo che Eurofestival News è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

Eurovision Inside

Una risposta

  1. Fed ha detto:

    Con la zero concorrenza proposta da Canale 5, un risultato sotto il 20% di share sarebbe un fallimento.

Commenta questa notizia...