Il lato glamour dell’Eurovision 2021: insieme ai Måneskin sul turquoise carpet


Report live da Rotterdam | Il Rotterdam Cruise Terminal accoglie le delegazioni dei Paesi in concorso all‘Eurovision Song Contest 2021. Uno scenario bellissimo e suggestivo per quello che un tempo era il ‘red carpet’ ma che per motivi prettamente di sponsor si colora quest’anno di turchese.

Come abbiamo già avuto modo di dire, sono 34 le delegazioni che hanno sfilato sulle 39 in gara. Oltre all’Australia, che come è noto non è giunta nei Paesi Bassi per le restrizioni di viaggio tuttora in atto per la pandemia da Covid-19  non hanno sfilato  Polonia ed Islanda, nelle cui delegazioni è stato trovato un positivo e che dunque sono in isolamento in attesa del tampone molecolare, nè Malta e Romania, che si trovano nello stesso albergo delle altre due nazioni e che quindi sono state fermate per precauzione.

Video registrato per Montaigne, breve clip dei brani per gli altri quattro artisti con Rafal che successivamente invia un saluto.

La situazione contingente ha fatto modificare anche il protocollo: le delegazioni sarebbero dovute giungere in barca tutte assieme, ma invece lo hanno fatto singolarmente, proprio per limitare ulteriormente i contatti.

Ad introdurre il carpet come di consueto sono le istituzioni locali, in questo caso il sindaco di Rotterdam Ahmed Aboutaleb. Le delegazioni non sfilano, ma per motivi di sicurezza sono già situate in due lati diversi del palco, con un rimpallo fra i due conduttori.

Ai lituani The Roop spetta l’onore di aprire la passerella, esattamente come martedì apriranno lo show. Tulipani gialli, come le loro divise di scena, ma in questa occasione hanno scelto l’eleganza classico-sportiva in nero per due membri e rosso-nero per il terzo. Il leader indossa però una gonna, per un ulteriore segnale di inclusione.

Il tedesco Jendrik, accompagnato dalla donna vestita da ‘dito’ spiega che “E’il simbolo del non provare odio”. L’espediente per portarlo sul palco è che le dita sollevate sono due, appunto in segno di pace e vittoria. “Ma qualche volta può anche essere il singolo dell’odio”, dice mentre la donna abbassa una delle dita.

Donne

Grande eleganza per le donne. Abito lungo nero fasciante con enorme spacco per Ana Soklic, che del resto se lo può permettere. Stesso concept per la greca Stefanìa, corredato con un choker: va detto che le sta molto bene considerata la giovanissima età. Nero con pizzo e trasparenze anche per Barbara Pravi,  vestita dal celebre stilista francese  Christian Dior. Eden Alene sceglie il contrasto: abito lungo bianco  scoperto sulle spalle, con trasparenze sulla sua pelle scura, ornato da lunghissimi capelli. Risalta moltissimo il suo fisico eccezionale.

Una delle più attese, Elena Tsagrinou, esprime la sensualità in un curioso abito lungo trasparente ma a fiori. Le altre icone sexy del concorso, le serbe Hurricane sfoggiano lo stesso abito glitterato, scollatissimo e con spacco color rosa antico, ma Anxhela Peristeri risponde da par suo con un lungo abito rosso con spacco che esalta il suo seno prosperoso, accompagnato da un curioso cappello in tono. Lungo abito fucsia per Efendi.

Relativamente all’outfit di Senhit, accompagnata dal direttore artistico Luca Tommassini, invece, lasciamo parlare la foto qui sotto.

Manizha e il suo team scelgono abiti tradizionali del Tagikistan, la sua terra d’origine. Spiega che il maxi abito che indossa sul palco “ottimo per il distanziamento sociale, nella vita” è il simbolo della condizione delle donne russe che restano imprigionate e non riescono a venire fuori. Albina indossa invece una sorta di ‘bomber’ anni 80 completato da tuta e guanti dello stesso tipo.

 

Uomini

Molto particolare la scelta di Blas Cantò in completo bianco, in antitesi col suo team in total black. Eleganza molto classica anche per il rappresentante spagnolo, in ogni caso. Scelta completamente opposta per James Newman: giacca di pelle marrone, t shirt bianca e calzoni neri. Similare la scelta degli Hooverphonic, ma in total black. Tusse, in giacca verde, si presenta con le unghie smaltate alternativamente di giallo e azzurro, i colori della bandiera svedese. Tix invece ha lo stesso look di scena.

Completo blu notte con camicia bianca e farfallino nero per Uku Suviste, che è stato eletto “Uomo più sexy del concorso“.  Fyr & Flamme invece si presentano nel loro stile: giacca di tre taglie più grande e tonalità bianche e lilla, accompagnate da occhiali da sole.

Måneskin

Giacca di raso viola e pantaloni neri per i nostri portacolori “Tutto veramente molto bello, siamo contenti di essere qui, questa esperienza è bellissima ed è bello che la gente abbia la possibilità di conoscerci”, dicono. “Non pensiamo al fatto che ci danno fra i vincitori, pensiamo soltanto a divertirci“, sottolineano.

Sopra, potete rivedere l’intera cerimonia.


Segui Eurofestival News anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”. Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram e seguici su TwitterFacebook e Instagram o nella nuova community dedicata all’Eurovision.

Eurovision Inside Eurofestival News è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

Commenta questa notizia...