L’Eurovision 2021 raccontato dagli outfits degli artisti in gara


L’Eurovision 2021 sta per raggiungere il suo momento clou. Ma prima di concentrarci sul gran finale facciamo un piccolo passo indietro e analizziamo le due semifinali. No, non parliamo di performance, voci o coreografia bensì di abiti. Analizzeremo con un pizzico di ignoranza tutti gli outfit dei protagonisti. Dall’uso ossessivo compulsivo del nero, al trionfo dell’argento. Dall’uso di colori sgargianti fino a quelli più classici.  Da abiti elegantissimi ad improbabili pigiami. Attenzione però, il seguente articolo è ad alto contenuto di ironia. Se siete allergici vi preghiamo di chiudere immediatamente la pagina.

Stefanìa (Grecia)

Lituania – The Roop – Discoteque

Certo che potevano metterlo qualcosa di giallo, così per spezzare. Secondo me sarebbe stato bene con lo sfondo viola.

Slovenia – Ana Soklic – Amen

Siamo a un passo dalla serata finale e io devo ancora capire il senso dell’abito di Ana. Era una tuta bianca, ma c’era anche una sorta di strascico che dalla spalla arrivava a terra. Perché? Ho fatto meno fatica a comprende il compito di matematica dell’esame di maturità.

Russia – Manizha – Russian woman

La cantante russa comincia la performance all’interno di una struttura con le sembianze di un vestito enorme. Così enorme che se non avete pensato “sembra una matrioska” non siete nessuno. Dopo un minuto si apre ed esce Manizha che sfoggia il suo meraviglioso vero abito: la tuta di lavoro dello zio Peppe, operaio.

Svezia – Tusse – Voices

Lui con il completo rosso vellutato, fa la sua figura. Peccato per quei mezzi guanti lunghi: son un pugno in un occhio.

Australia – Montaigne – Technicolour

Per riprendere il titolo della canzone e le luci colorate che accompagnano la sua performance, Montaigne ha scelto di vestirsi di… nero! In realtà più che un vestito il suo sembra un sacco della spazzatura al quale sono stati fatti dei buchi per inserire delle catene e impreziosirlo: c’è del genio. Per le tre ballerine che la accompagnano hanno scelto un sacco della spazzatura celeste/argentato, probabilmente perché avevano finito quelli neri.

Macedonia del Nord – Vasil- Here I stand

A parte il fatto che nell’inquadratura iniziale, tra vestito e sfondo nero, la sua testa sembra spuntare dal nulla (il che è inquietante); vogliamo parlare del momento in cui si sbottona la giacca e le luci vengono puntate sul suo corpetto argentato? Il team macedone ha pensato a questa particolare trovata pensando di fare una figata enorme; a me ha ricordato un incantesimo di convergenza delle Winx.

Irlanda – Lesley Roy – Maps

Lesley indossa una tuta di un verde molto scuro e una fascia in vita che funge da cintura. La scelta dell’abito e dell’acconciatura non le rendono giustizia e la invecchiano. Ma quando si mette a correre nell’arena dimostra più agilità di tante ventenni.

Jendrik (Germania)

Cipro – Elena Tsagrinou – El diablo

Come altre, Elena sembra pronta per un ballo latino-americano. Il suo compagno di ballo? Mi sembra ovvio: il diavolo. Purtroppo però non ha le scarpe adatte e rischierebbe di farsi male. Quindi deve rinunciare a un samba o a un cha cha con il signore dell’inferno, che sarà dispiaciutissimo perché un pensierino alla cantante cipriota secondo me lo aveva fatto.

Norvegia – TIX – Fallen angel

Ohh finalmente qualcuno che richiama il titolo della canzone. Certo, con tutte ste piume, sembra più un airone che un angelo ma non si può avere tutto dalla vita.

Croazia – Albina – Tick-Tock

Dal vestito che ha scelto sembra una giovane Lady Gaga, versione leggermente più sobria. I quattro che la accompagnano sembra si stiano preparando per una missione nello spazio.

Belgio – Hooverphonic – The wrong place

Tutti i componenti della band belga sono vestiti rigorosamente di nero. L’unico colore che spezza è il bianco delle luci che li attorniano. Purtroppo per loro esteticamente parlando sono anonimi. I musicisti indossano completi neri normalissimi, senza nessun dettaglio che li faccia ricordare. La cantante ha un vestito corto con dei brillantini e stivali lunghi. Lei però me la ricorderò grazie alla sua frangetta sugli occhi. Non se l’è spostata neanche mezza volta: eroina.

Israele – Eden Alene – Set me free

Carina la fantasia del suo vestito: strisce nere che si intrecciano a caso lasciando scoperta Eden in più punti. In realtà con un rapido calcolo possiamo scoprire che sono molti di più gli spazi dove si vede la pelle che quelli coperti dal vestito. Forse la delegazione ha dovuto risparmiare per non si sa cosa (in realtà un’idea ce l’avrei ma non la voglio dire), così si sono detti “cosa possiamo tagliare?”, “ma certo! Il vestito”. Ma veniamo ora al pezzo forte: i capelli. Pensate quanta pazienza ci sia voluta per scegliere l’acconciatura e per realizzarla; minimo due anni per deciderla e 45 ore di parrucchieri per farla su Eden. Però ne è valsa la pena, il risultato è… orribile. Ma che è? Un candelabro?

Eurovision 2021 - Jury Show Finale - Israele

Edean Alene (Israele) © Andres Putting

Romania – Roxen – Amnesia

Rosso, lilla, colori a caso sulla gonna del vestito, un po’ di piume ed ecco a voi la Romania. Non so dire esattamente il motivo, ma lei mi sembra la protagonista di un cartone animato che vive in una fattoria, parla con gli animali e tiene cestini pieni di cibo mentre passeggia. Una sorta di Biancaneve moderna. Mi auguro non ci sia nessuno che la vuole morta.

Azerbaigian – Efendi – Mata Hari

Anche lei richiama i colori della scenografia sul suo vestito e quindi si dà al… nero! Pure lei. Efendi ha tutto quello che si può avere all’Eurovision. Il suo abito è un mix di pietre, pizzo, piume (tutto rigorosamente nero, mai sia eh). Una coda di cavallo alta, trucco abbastanza semplice ma d’effetto e si va a comandare. Vi prego incoroniamola regina dell’Eurovision.

Ucraina – Go_A – Shum

Tra i più originali di tutti. La cantante indossa un abito nero e un piumino verde acceso. Immagino sia per trovarla facilmente nel caso in cui dovessero perderla dietro le quinte.

Malta – Destiny – Je me casse

Sul look di questa ragazza ho letto un po’ di commenti che non mi sono piaciuti. Commenti del tipo “non se lo può permettere quel vestito”. Bene, vorrei far presente una cosa: non esiste qualcosa che una donna può indossare e qualcosa che non può indossare. Dipende tutto dalla sua volontà. E, parlando chiaro, ma a voi che frega? Saremmo libere di scegliere cosa ci piace indossare e cosa no? Al di là del “mi sta bene”/”mi sta male”. Se una gonna non mi sta benissimo, ma mi piace è una mia scelta metterla lo stesso o lasciarla nell’armadio. Se proprio dovete commentare, fatelo nella vostra testa o con un amico. Abbiate la decenza di non metterlo su internet, che si tratti di una cantante internazionale o della vostra vicina di casa.   Detto questo, trovo che il vestito argentato svolazzante con lustrini doni molto a Destiny. E la scelta di cambiarlo di colore è azzeccata: fa un contrasto molto bello con le ballerine in rosa e la scenografia. Se lo avessero lasciato rosa, avrebbero ottenuto l’effetto Barbie.

Eurovision 2021 - Jury Show Finale - Malta

Destiny (Malta) © Andres Putting

Italia – Maneskin – Zitti e buoni

Nella prima prova Damiano era completamente a torso nudo e qualcuno dopo averlo sentito dire “vogliamo che la musica sia al centro dell’attenzione”, ha commentato con “disse mezzo nudo”. Forse per questo hanno cambiato abiti e dalla seconda prova erano…sempre mezzi nudi. Indossano quattro versioni di una tuta rossa: quella di Victoria (basso) ha maniche lunghe e una scollatura a v, Damiano (voce) ha mezzo busto coperto e le bretelle che si incrociano dietro la schiena. Pantaloni e giacca aperta per Thomas (chitarra); gilet per Ethan (batteria). Niente perle, brillantini o altro per attirare l’attenzione su di loro. Per questo ci pensa la loro musica (e anche il fuoco sul finale). Chapeau.

LEGGI ANCHE: Eurovision 2021, i Måneskin canteranno per ventiquattresimi in finale

Germania – Jendrik – I don’t feel hate

Il tedesco è come il sole dopo quattro giorni di tempesta. Un’esplosione di colori e allegria. Quello di cui avevamo bisogno e forse non sapevamo di volere. Completi bianchi con una chiazza di colore sgargiante a caso per le coriste, mentre per Jendrik hanno scelto pantaloni blu elettrico, maglietta nera e giacca fucsia. Non sono così convinta dell’abbinamento di colori del cantante, ma mi è simpatico. Quindi ci passo sopra. Per quanto riguarda l’enorme dito medio… ho l’idea per il costume del prossimo carnevale. Danke! (Grazie!)

Paesi Bassi – Jeangu Macrooy – Birth of a new age

Due performance con abiti colorati di fila, non saranno troppe? Ah vabbè ci pensano i coristi-ballerini ad indossare abiti grigi e neri. In compenso però Jeangu porta una giacca e pantaloni blu. No aspettate. Anche per lui chiazze nere a caso. Ci sarà una gara per chi usa più nero e una per le scelte fatte a caso. Se no non si spiega. Fortunatamente l’acrobata che salta qua e là è un po’ più colorato. Lui si dà al rosso per il golfino, mentre si mette una tovaglia al posto dei pantaloni.

San Marino – Senhit ft Flo Rida – Adrenalina

Se fossimo ad un ballo in maschera, la vittoria sarebbe sua. Fortunatamente qualcuno lef  fa notare che la vedrà tutta Europa e così corrono ai ripari: sotto l’ingombrante travestimento da regina del carnevale di Viareggio, fanno indossare a Senhit una tuta nera con un’ampia scollatura. A completare il look una giacca nera con piume bianche e rossetto rosso: da regina del carnevale a cugina di Crudelia De Mon.

Estonia – Uku Suviste – The lucky one

Elegante l’estone. Bisogna riconoscerlo. Io però ho un problema con il papillon che indossava. Avevo ansia io per lui, per paura che gli cadesse. Mi dava fastidio (non giudicatemi). Sarebbe stata meglio una cravatta annodata. Meno male che non è passato in finale, non avrei sopportato di vederlo di nuovo.

Eurovision 2021 - Jury Show Seconda Semi - Estonia

Uku Suviste (Estonia) © Andres Putting

Repubblica Ceca – Benny Cristo – Omaga

Sia lodato Benny. E non solo perché il suo cognome è Cristo. In un’edizione in cui spesso vediamo sceneggiature colorate e abiti neri, lui rischia tutto e a un completo nero accompagna addirittura una giacca giallo oro. Un pazzo, vero?! Anche i ballerini hanno un top o una maglietta colorati. Purtroppo anche per loro vige la regola della tuta (e pure nera). Ma vanno comunque onorati per aver provato a portare un po’ di colore nei loro vestiti, oltre che sullo sfondo.

Grecia – Stefania – Last dance

-“Quanti brillantini vuoi nel vestito?”

-“Si!”. Sarà andata sicuramente così quando hanno scelto la tuta viola con la quale Stefania si presenta. Bello il completo bianco con cappello dei ballerini, la mancanza della faccia invece è inquietante.

Austria – Vincent Bueno – Amen

Hanno indetto un concorso interno all’Eurovision e daranno un premio a chi usa meglio il nero. Più andiamo avanti più me ne convinco. L’Austria prova a vincere questo premio con un look total black (ovviamente). Però Vincent a differenza di altri lo sfrutta molto bene e indossa un completo nero molto scintillante. A giudicare dall’eliminazione direi che non è piaciuto. E un po’ mi dispiace.

Polonia – Rafal – The ride

Sarà il ciuffo, saranno gli occhiali da sole che ha tenuto durante la performance, ma lui mi ricorda troppo Cristiano Malgioglio. Devo aggiungere altro?

Eurovision 2021 - Jury Show Finale - Serbia

Hurricane (Serbia) © Andres Putting

Moldavia – Natalia Gordienko – Sugar

Sembra pronta per un charleston, le manca solo la piuma in testa. I ballerini mi ricordano il cantante di Gangnam Style (versione giovane e palestrata).

Islanda – Dadi og Gagnamagnio – 10 years

 Loro optano per un outfit comodo. Sembra indossino una tuta vecchia di quelle che metti per stare a casa o un pigiama. Ma sono comunque i più carini. Me li abbraccerei, se non ci fosse il covid.

Serbia – Hurricane – Loco loco

Siete amanti di trasparenze, bocchie, perle? Se si, le tre serbe fanno al caso vostro. Personalmente invidio loro i capelli. Se fossi nell’azienda Pantene inviterei le Hurricane a fare la pubblicità del loro shampoo al posto della Ferragni.

Georgia – Tornike Kipiani – You

Look semplice per il cantante georgiano: pantaloni neri e camicia bianca. Non avrà il premio per l’outfit peggiore, ma non si distingue neanche positivamente. Due secondi dopo averlo visto, te lo dimentichi.

Albania – Anxhela Peristeri – Karma

Potevano mettere un diamante, una pietra nel vestito di Anxhela. O una frangia. Così, giusto per; mi sembra troppo “spoglio”. E anche un po’ di vento avrebbe impreziosito la performance secondo me.

Portogallo – The black mamba – Love is on my side

La band del Portogallo fa la sua bella figura. Sembrano un po’ dei pinguini. E non prendetela come un’offesa.

Eurovision 2021 - Jury Show Finale - Bulgaria

Vicotira (Bulgaria) © Andres Putting

Bulgaria – Victoria – Growing up is getting old

Tutto molto bello. Ma nessuno le ha detto che è all’Eurovision Song Contest 2021 e non a un pigiama party con le amiche? E se proprio voleva un pigiama, ce n’è sono tanti di più carini. Invece lei ne ha scelto uno più brutto di quello di mia nonna. Le scarpe da ginnastica poi… un tocco di classe.

Finlandia – Blind channel – Dark side

Sono vestiti tutti di nero. Anche loro non particolarmente eleganti. Sembra si siano messi qualcosa di vecchio che avevano sepolto nell’armadio da anni e che hanno rispolverato per l’occasione. Potrebbe essere una tuta per stare in casa, oppure un pigiama. Insomma quest’anno c’è un po’ di confusione: si passa da vestiti scintillanti a quelli per dormire.

Lettonia – Samanta Tina – The moon is rising

Dopo tute, tutine e pigiamoni arriva una vestita bene e non me la fate passare in finale? Se è cosi vi meritate Victoria e compagnia bella.

Svizzera – Gjon’s Tears – Tout l’univers

Una brillante idea contraddistingue la Svizzera: usare il nero. Ma almeno cercano di essere coerenti e lo usano anche per lo sfondo. Fino a quando non aggiungono effetti e luci di colore bianco. Nessun cambiamento invece per l’outfit del cantante, che si esibisce in pantaloni neri e una maglietta di tessuto morbido, un po’ gonfiata sulle spalle. Quest’ultima ha anche dei brillantini bianchi; idea che non aveva avuto nessuno…

LEGGI ANCHE: Eurovision 2021: per i bookmaker è gara tra Francia e Italia

Danimarca – Fyr & Flamme – Ove os pa hinanden

Troppo colore. Per questo non sono passati in finale. Cioè nell’edizione in cui c’è una gara a chi usa più nero, loro si vestono con bianco, argento, fucsia. Come si permettono? Se avessero avuto completi neri, li avremmo rivisti domani sera.

Francia – Barbara Pravi – Voilà

Molto bella lei. Raffinata come poche. Indossa dei pantaloni e un top senza bretelle, entrambi neri (che ve lo dico a fare). Non porta nessun gioiello. Ha un look semplice, forse troppo semplice.

Eurovision 2021 - Jury Show Seconda Semi - Danimarca

Fyr & Flamme © Thomas Hanses

Regno Unito –  James Newman – Embers

Stavo pensando…forse non indossano abiti neri perché hanno indetto una gara. Forse hanno una malattia. Una malattia che li porta a prediligere il nero. Nel mondo c’è il covid, all’Eurovision c’è la nerosite. Qualsiasi cosa sia, James c’è dentro con tutte le scarpe. Persino quelle sono nere. I suoi ballerini forse sono immuni, perché indossano completi totalmente bianchi. Speriamo ci aiutino a capire come curare i cantanti in gara.

Spagna – Blas Cantò – Voy a quedarme

Niente da fare. Anche lo spagnolo è affetto da nerosite. E’ il terzo cantante consecutivo che si presenta totalmente in nero. La situazione sta degenerando. Lo staging è carino, ma non credo basti a curare il cantante. Se qualcuno ha informazioni su questa nuova malattia, se sapete da dove proviene parlate. Aiutateci a limitare le vittime. E qualcuno avvisi gli scienziati che oltre al vaccino contro il covid-19 dovranno crearne un altro per il mostro invisibile che infesta l’Eurovision 2021.


Segui Eurofestival News anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”. Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram e seguici su Twitter e Facebook o nella nuova community dedicata all’Eurovision. Ti ricordiamo che Eurofestival News è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

Eurovision Inside

Una risposta

  1. Tifanny ha detto:

    Arrivasse tu almeno al mignolo della cantante moldava. Sei una povera donna…

Commenta questa notizia...