Eurovision 2021: i promossi e bocciati di questa edizione


Anche per questa vittoriosa edizione dell’Eurovision Song Contes, è arrivato il momento di tirare le somme (a mente fredda) su cosa ha funzionato meglio e cosa un po’ meno, in quello che rimane l’evento musicale più seguito al mondo e che quest’anno ci ha regalato la gioia più grande di tutte (GRAZIE MÅNESKIN!).

Eccoci con il consueto appuntamento con i PromossiBocciati e… Rimandati.

Promossa

Rotterdam e l’organizzazione dell’evento. Dopo un anno di stop a causa della pandemia di Covid-19, va riconosciuta la tenacia dell’EBU e delle tv olandesi (AVROTROS, NPO e NOS) per aver creduto in questa edizione che possiamo definire un po’ di rinascita (e gli ascolti non fanno che confermarlo, sia in Italia che all’estero) e hanno regalato una quasi normalità grazie al pubblico (se pur ridotto) presente nella Ahoy Arena. Qui tutti gli ascolti tv dell’Eurovision in Italia dal 1987 ad oggi.

Promossa

La scelta di eliminare (come accaduto fortunatamente anche nel 2019) i tweet a schermo. Ci sono voluti anni per capirlo, ma è arrivata la conferma definitiva che anche senza, l’Eurovision ha portato ad interazioni record sui social.

Bella l’idea di inserire pillole con curiosità sull’evento (che trovate anche nella nostra consueta Guida annuale), che hanno almeno in parte sopperito alle inutili chiacchiere dei commentatori.

Bocciato

Il commento della finale su Rai 1. Con un evento tanto atteso e che ha portato ascolti da record, la scelta di piazzare Cristiano Malgioglio a parlare del nulla per quasi 4 ore di diretta è stata folle.

Chiacchiere inutili, telefonate in diretta, ma anche errori grossolani, come quello sulla canzone Arcade del vincitore dell’edizione 2019: “Questa canzone, Arcade, non è andata da nessuna parte”. Infatti ha solo venduto 8 milioni di copie nel mondo, vincendo 7 dischi di platino e 10 d’oro. Nella prima semifinale era stato anche premiato per il miliardo di streaming. Insomma, come mandare in vacca un commento che dovrebbe informare e fornire curiosità sull’evento e invece…

Gli ascolti dell’anteprima su Rai 1, più bassi di quelli della finale dell’Eurovision trasmessa in diretta dalle 21, nonostante il forte traino del TG1 (4.751.000) la dicono lunga sull’apprezzamento del pubblico da casa sulla scelta dei commentatori.

Ci dispiace per Gabriele Corsi, e lo diciamo convintamente, perché si è visto frenare ogni tentativo di dire cose sensate su quanto stava andando in onda e in più occasioni ha dovuto “arginare” il compagno di sventura (senza, probabilmente sarebbe finito per parlare sopra le canzoni in gara, vietato da regolamento).

Magari la prossima volta gli si conceda un bis, ma affiancandolo a qualcuno che sappia di cosa parla.

Bocciato

Il commento delle semifinali su Rai 4 con Saverio Raimondo e Ema Stokholma. Dopo un’edizione 2019 che ha visto un ottimo commento delle semifinali con Federico Russo e Ema Stokholma, così come fu nelle prime edizioni con Federica Gentile (e pochissime altre felici eccezioni), quest’anno siamo tornati alla pessima esperienza del 2018, con la scelta sbagliata di piazzare dietro al microfono un “comico” (??).

Anche qui, come fatto per Gabriele Corsi, ci dispiace per Ema Stokholma, che in altre occasioni (come quella già citata) ha saputo far bene. Lasciare Gino Castaldo al posto di Saverio Raimondo (come inizialmente annunciato dalla Rai) avrebbe portato ad un commento decisamente migliore (e diciamolo, anche più gradevole).

Peccato non sia (tecnicamente) possibile avere i dati di quanti hanno scelto l’opzione del doppio audio (la possibilità, da telecomando e per le tv che lo supportano, di optare per l’audio originale o meno) durante le dirette di Rai 4 e Rai 1 dell’Eurovision Song Contest.

Appuntamento al prossimo Eurovision Song Contest tutto “Made in Italy”… su cui non mancheremo di aggiornarvi in tempo reale e dedicheremo diversi approfondimenti (alcuni li trovate già online).

Nell’attesa potete leggere il nostro speciale sulle uniche quattro città italiane che hanno tutti i requisiti fondamentali per poter ospitare l’evento.


Segui Eurofestival News anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”. Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram e seguici su TwitterFacebook e Instagram o nella nuova community dedicata all’Eurovision.

Eurovision Inside Eurofestival News è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

18 Risposte

  1. Emanuela ha detto:

    Concordo sul pessimo contributo di Malgioglio e Raimondo. I poveri co-conduttori hanno provato invano a rimediare alle loro intemperanze.

  2. Stef Rath ha detto:

    Se solo avessero pronunciato almeno una volta il nome della band correttamente avrei perdonato tutte le altre cavolate.. Ma che fastidio..

  3. stefanomatulli ha detto:

    La scelta di Raimondo è stato infelice,tra l’altro,sto presunto comico(?) è un maleducato sul web quanto Insinna…. Malgioglio ha fatto una gaffes enorme su “Arcade”e mi è sembrato molto poco lucido in molti commenti. Meglio la Stokolma e gente più specializzata in musica.

  4. PietroDF ha detto:

    D’accordo al 100% su Malgioglio ( io questo, io quello, io io io …. ma Zitto e Buono cazzo), più di una volta sono stato tentato a cambiare canale… ma la mia resilienza mi ha permesso di godermi lo spettacolo fino all’ultima goccia

  5. Riccardo Zanon ha detto:

    d’accordissimo sulle bocciature dei conduttori infatti sono passato a youtube, dimenticando di poter avere l’audio originale anche sulla tv… 😅

  6. Giò ha detto:

    Da sempre per me la visione dell’ESC è sul canale ufficiale di youtube che lo trasmette in diretta, neutro, senza alcun commento e senza alcuna interruzione pubblicitaria. E oggi con le smart tv è un attimo… Dispiace per la Rai, così facendo le si negano ascolti… ma imparassero a rendere fruibile il doppio audio oppure a scegliere persone competenti. D’altra parte pago loro il canone ogni anno e ho il diritto di pretendere un’offerta quantomeno dignitosa. Netflix lo posso disdire se non mi piace, la Rai no. Ma alla fine Malgioglio lo pago anche io! Ricordo ancora i commenti di due semifinali affidate alla Carrà che è una professionista seria e che ama l’evento. Basterebbe affidare la conduzione fuori campo a una voce radiofonica debitamente istruita sull’evento e via. Le professionalità le avrebbero e invece Insinna, Raimondo, Malgioglio… Se vado io faccio meglio: credetemi. Dico la verità: temo fortemente l’organizzazione italiana del 2022 e le candidature spontanee alla conduzione (vedasi Amadeus).

  7. Pier Giorgio Carinci ha detto:

    Spero vivamente che nella prossima edizione del 2022, sia scelta una città all’altezza di una giusta espressione artistica fantasticosa, e non raccomandosa alla Italian Lecchinaggio stile.
    L’ideale per l’evento dell’Euro Festival del 2022, starebbe bene la Città di Venezia in mezzo all’acqua, come fecero i Pink Floyd, nel famoso Concerto a Venezia il 15 luglio 1989, che tutto il mondo vide e parlo’ molto bene, del Meraviglioso successo che fece in tutti i sensi di goduria.
    Ora che I Måneskin sono una realtà mondiale, sarebbe bello, che cominciassero da ora concerti internazionale, in tutto il mondo. Battere il ferro finché e caldo e non aspettare a dicembre. Se non è possibile, andare in tutti i network internazionali, per essere il Gruppo Rock del Mondo. 😘
    W I MÅNESKIN ITALIANI 🇮🇹 IN THE WORLD.

  8. Claudia ha detto:

    Ma veramente l’interval act su RAI 1 lo hanno fatto vedere per intero. Non è che voi stavate guardando su RAI4?

    • Staff ha detto:

      Claudia è stato purtroppo un nostro errore e lo abbiamo rimosso, ci eravamo confusi con un’altra parte dello show. Dopo giorni di sveglie all’alba e lavorare fino a notte fonda per aggiornarvi su tutto, può capitare anche a noi di prendere una cantonata :)

  9. Cattivone ha detto:

    Il doppio audio per la serata della finale non funzionava. Niente contro i presentatori, ma l’Eurovision se posso lo ascolto sempre con l’audio originale, su Rai 4 si poteva fare, su Rai 1 e Rai 1 HD no.
    Ma mentre durante le canzoni era ancora accettabile essendo le possibilità ridotte a quelle brevi pause tra una canzone e l’altra, il conto dei voti e la premiazione ho dovuto guardarmeli la mattina dopo su youtube perché non riuscivo a sopportarli.

  10. Daniele ha detto:

    I TRAMENZINI DI MALGIOGLIO….😂😂😂😂

  11. Terry ha detto:

    Ma perchè Malgioglio non torna solo a scrivere canzoni? ha detto una serie di castronerie durante il commento e a conferma di quanto scrivete nell’articolo posso testimoniarvi che, stanca delle sue uscite da vedette polemica (io…io…io…io…) qualche volta ho girato sulla tv di San Marino (conduzione molto più sobria e professionale con continui riferimenti all’Italia).

  12. Simone ha detto:

    Tutto sommato il commento di rai1 non mi è dispiaciuto tantissimo, ma forse avevo aspettative basse, lo ammetto. Però segnalo che, e credo di averlo letto anche per altri, il commento in originale NON C’ERA. O meglio, provando a selezionare il secondo canale audio c’era comunque il commento di corsi/malgioglio. Sia sul canale 1 che sul canale 501. Poi c’era il terzo canale dove c’era correttamente l’audiodescrizione.

  13. Chiara ha detto:

    Sono rimasta piacevolmente stupita da Gabriele Corsi, normalmente non lo amo molto ma questa volta è stato sicuramente un promosso della serata, sarebbe bello riaverlo l’anno prossimo in coppia con qualcun altro. Ho apprezzato il commento più “tecnico” di Malgioglio sulle canzoni in gara ma in generale non mi è sembrato che avesse il ritmo giusto per una conduzione come quella dell’esc che ha dei tempi molto ristretti soprattutto nella prima parte.

  14. Pierpaolo ha detto:

    Vi quoto su tutta la linea! Concordo sul discorso degli intervalli, nelle ultime edizioni sono stati davvero curati rispetto alle tristezze viste in passato. Su Malgioglio non mi pronuncio, perché rischio di essere bannato.

Commenta questa notizia...