Eurovision 2022, selezioni nazionali: i progetti di Paesi Bassi, Serbia e Finlandia


In Italia c’è grande fermento per l’approdo dell’Eurovision Song Contest nel 2022 grazie alla vittoria dei Måneskin. Ma se da noi il tema adesso è capire quali città potranno, realisticamente, ospitare la manifestazione, gli altri paesi si stanno già organizzando per le proprie selezioni nazionali (con finali televisive o scelte interne) per individuare la canzone da portare in gara il prossimo anno.

eurovision 2022 selezioni nazionali 1

Andiamo a vedere come si stanno muovendo Paesi Bassi, Serbia e Finlandia, i primi tre paesi a svelare i loro progetti al termine dell’Eurovision Song Contest 2021 svoltosi all’Ahoy Arena di Rotterdam.

Paesi Bassi

Partiamo dagli ultimi padroni di casa, già definito il percorso per arrivare a selezionare il brano che i Paesi Bassi porteranno in gara in Italia il prossimo maggio. AVROTROS ha dato tempo fino al 31 agosto 2021 agli artisti e agli autori olandesi per inviare al massimo 3 proposte che saranno poi valutate da una giuria composta da:

  • Eric Van Stade (direttore generale di AVROTROS)
  • Cornlad Maas (conduttore tv, commentatore dell’ESC 2021 per NPO)
  • Jan Smit (cantante e conduttore tv, presentatore dell’ESC 2021)
  • Sander Latinga (produttore tv e speaker radiofonico, commentatore dell’ESC 2021 per NPO)
  • Coen Swijnenberg (speaker radiofonico)
  • Joyce Hoedelmans (direttrice della redazione online di AVROTROS)

Saranno loro 6 a selezionare la prossima entry eurovisiva dei Paesi Bassi, che dovrà essere, nelle intenzioni del broadcast, “una canzone contemporanea ma dal sound autentico, capace di sopravvivere alla competizione”.

Tra gli interessati a prendere parte al prossimo Eurovision Song Contest e che quindi potrebbe inviare un brano alla commissione c’è il dj Afrojack che si è esibito durante l’interval-act della finale di Rotterdam. Ai microfoni di RTL ha espresso il desiderio di far parte della delegazione olandese il prossimo anno:

Non so cosa mi riserva il futuro ma sarebbe fantastico essere coinvolto nella lavorazione della canzone olandese per l’Eurovision in Italia.

Serbia

Dopo un anno di assenza tornerà il Beovizija, concorso musicale serbo creato nel 2003 per selezionare il rappresentante del paese all’Eurovision. Lo scorso anno non si è svolto in quanto le vincitrici dell’edizione 2020, le Hurricane, sono state confermate in gara per l’Eurovision 2021 dove si sono piazzate al 15° posto con il brano “Loco Loco”.

La competizione è organizzata dall’emittente RTS e i primi dettagli verranno rivelati a metà giugno. La finale dovrebbe svolgersi nel mese di febbraio del 2022 mentre la finestra per sottoporre un brano alla commisione musicale sarà presumibilmente aperta nella seconda metà di giugno per poi essere chiusa a novembre 2021.

Finlandia

Uno dei pochi concorsi nazionali svolti nel 2021, l’UMK (Uuden Musiikin Kipailu), tornerà anche nel 2022, organizzato dal broadcast YLE. Si tratterà dell’11° edizione dell’evento, che in passato ha cambiato più volte format: dai galà per selezionare solo la canzone (2018-2019) alla finale secca (2017 e 2020- ) passando dalle serate di qualificazione (2012-2016).

Per l’edizione appena terminata dell’Eurovision Song Contest non era stato confermato il vincitore dell’edizione 2020, Aksel, ma si era organizzata una nuova competizione vinta dai Blind Channel, poi ottimi sesti classificati a Rotterdam.

La finestra temporale per l’invio delle canzoni alla commissione musicale è fissata dall’1 al 6 settembre 2021. Inoltre, l’emittente è già al lavoro per studiare tutte le possibili soluzioni che permetteranno al pubblico di essere presente in sala.

La YLE ha fissato ulteriori paletti per la partecipazione alla gara: almeno un membro del team autorale del brano deve essere finlandese o avere la residenza in Finlandia e un artista può inviare un massimo di 3 canzoni mentre un autore può collaborare a più entry diverse.

Paesi in gara all’Eurovision 2022

Oltre ai tre paesi sopra citati che stanno organizzando le loro finali nazionali o, come i Paesi Bassi, il processo di selezione interna ci sono stati che hanno già definito i metodi di selezione per l’edizione 2022 della rassegna.

Per alcuni paesi si tratterà di un cambiamento rispetto alle modalità utilizzate negli ultimi due anni come San Marino, che si affiderà al concorso “Una voce per San Marino”, Israele, che manderà in Italia il vincitore dell’edizione locale di “X-Factor”, e Malta che dovrebbe riporre le sue speranze sul vincitore di “Malta’s Got Talent”.

Ritroveremo infine, come da tradizione, nei primi mesi del 2022 le finali nazionali in Estonia (Eesti Laul), Australia (Australia Decides), Svezia (Melodifestivalen) e ovviamente il nostro Festival di Sanremo la cui 72° edizione sarà sentitissima dato che il vincitore avrà il diritto di gareggiare da padrone di casa, dopo 31 anni, all’Eurovision Song Contest.


Segui Eurofestival News anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”. Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram e seguici su TwitterFacebook e Instagram o nella nuova community dedicata all’Eurovision.

Eurovision Inside Eurofestival News è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

Commenta questa notizia...