Non solo musica: la conferenza internazionale su identità, culture ed Eurovision


Se siete fra coloro che – come chi scrive – sono interessati all’Eurovision Song Contest in tutti i suoi aspetti, non solo quello puramente musicale e di spettacolo, allora c’è un appuntamento che non dovete assolutamente perdere questa settimana: si chiama “Eurovisions, international conference” ed è un evento giunto alla quarta edizione che si propone di analizzare un aspetto della rassegna altrettanto importante come la musica: il lato di interscambio culturale, la rappresentazione delle singole identità nazionali insieme a quella europea ed ovviamente come l’Eurovision riflette il mondo che cambia.

Si tratta di un progetto nato in seno alla Universidade Nova di Lisbona, ma il taglio non è assolutamente accademico, o meglio non lo è completamente perchè mette insieme fra gli speakers da tutta Europa ricercatori, professori, musicisti, fan ed anche ex partecipanti in un unico think tank intervallato da spazi musicali  e da un quiz eurovisivo.

L’evento

Nelle prime due edizioni l’evento si è svolto a Lisbona (nel 2018 fu organizzato nell’ambito degli eventi collaterali all’Eurocafè durante l’Eurovision) ma ovviamente le circostanze attuali consentono solo una versione online. Ed è così che andrà in onda sabato 29 e domenica 30 maggio dalle 14.30 alle 17, sul canale youtube di Eurovisions e sulla pagina facebook.

Il tema dell’edizione 2021 è: The Power of Change II. A History and Histories of  Transformation, seconda parte del filone iniziato lo scorso anno. Fra i relatori, oltre a ricercatori di varie università europee, ci saranno anche alcune eurostar come Cesar Sampson, terzo nel 2018 in quota Austria, Pedro Taborda in arte Tatanka, leader dei The Black Mamba in gara quest’anno per il Portogallo oltre all’ex Esecutive supervisor dell’Eurovision Jan Ola Sand

Il panel ed i temi

Il programma prevede per sabato 29 i seguenti argomenti:

  • “Next year …. they will also want to do something crazy”: Contesting media events in a complex media landscape
  • How European history and politics reflects in post-cold war Eurovision
  • Has progress led us astray?” or what Merethe Trøan taught us with her Vision. Lingering, Fellowship and Identity Politics at the Eurovision Song Contest.
  • The contradictions upheld by Eurovision 2019 and the homonationalist critiques of Israeli LGBTQ narrative
  • Eurovision Song Contest and its relevance in the context of adult education

Mentre invece domenica 30 è previsto un unico ambito di discussione diviso in vari panel:

  • When will the Eurovision bubble burst? Reflecting on necessary and forced change

Di particolare rilievo il secondo, con la presenza di alcuni esponenti della EBU. Le discussioni saranno spezzate da alcuni interval acts musicali e le due giornate si concluderanno con un Eurovision Quiz.


Segui Eurofestival News anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”. Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram e seguici su TwitterFacebook e Instagram o nella nuova community dedicata all’Eurovision.

Eurovision Inside Eurofestival News è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

Emanuele Lombardini

Giornalista, ternano, cittadino d'Europa

Commenta questa notizia...