Eurovision, i Måneskin superano le 46 milioni di visualizzazioni: sono l’esibizione più vista

Sono passati solo 12 giorni da quel 22 Maggio che ha visto coronare il sogno di quattro ventenni di vincere l’Eurovision 2021. Un sogno che apparteneva anche a tanti italiani che dopo trentun anni vedono ritornare la rassegna in Italia

In questi giorni i numeri e i risultati non si sono arrestati per niente, dall’arrivo in top 10 della Global Chart di Spotify (mai accaduto per una canzone italiana né eurovisiva) fino alle visualizzazioni macinate giorno dopo giorno.

Ebbene oggi è un giorno speciale per i Måneskin, che hanno superato quella che era l’esibizione più vista del canale ufficiale dell’Eurovision, ovvero l’esibizione di Loreen e la sua Euphoria che sul palco di Baku nel 2012 portò alla quinta vittoria svedese.

Euphoria conta al momento 45,9 milioni di visualizzazioni, mentre l’esibizione di Zitti e buoni sul palco di Rotterdam ha superato da poco quota 46 milioni, divenendo di fatto l’esibizione live più vista di sempre oltre ad essere il quinto video più visto di sempre contando anche i vari video ufficiali.

Al di sopra dell’esibizione dei Måneskin infatti troviamo Jessy Matador e la sua Allez Ola Olè con 62 milioni di visualizzazioni, dodicesimo a Oslo nel 2010, poi la vincitrice del 2010 Lena con Satellite (che per otto anni nessuno l’ha mai superata) con 67 milioni di views, il secondo video più visto è quello di Netta con la sua Toy, vittoriosa a Lisbona nel 2018, a quota 154 milioni e al primo posto troviamo saldi i Little Big e la loro Uno, 204 milioni di visualizzazioni, che il palco dell’Eurovision non l’hanno mai visto per la cancellazione della scorsa edizione.

Da notare anche la rapidità con cui il gruppo romano ha scalato un video dopo l’altro, visto e considerato che le esibizioni di Euphoria e Heroes avevano impiegato rispettivamente nove e sei anni per raggiungere le visualizzazioni che hanno ad oggi, mentre l’esibizione dei Måneskin ha guadagnato una media di 3,83 milioni di visualizzazioni al giorno, restando in Italia per oltre una settimana in tendenza su YouTube.

Il record precedente era di Mahmood, in tendenza per sei giorni con l’esibizione di Soldi, che valse un secondo posto di tutto rispetto all’Italia, soprattutto perché a pochi punti da Duncan Laurence che per tre mesi è stato il favorito incontrastato.

Un altro record che i Måneskin hanno superato sempre oggi, inoltre, è l’essere il terzo video sul canale ufficiale della rassegna a raggiungere il milione di mi piace, impresa finora riuscita solo a Netta (1,7 milioni) e ai Little Big (2,9 milioni).

Raggiunge quota 7,5 milioni l’esibizione finale dei Måneskin dopo essere stati annunciati come vincitori, che al momento è seconda solo all’esibizione finale di Duncan Laurence a Tel Aviv due anni fa (a quota 8,4 milioni).

Guadagnano visualizzazioni anche il video ufficiale sul canale dell’Eurovision, che tocca quota 8.3 milioni (sesto video ufficiale più visto dell’edizione 2021), e sul canale ufficiale dei Måneskin dove ha ampiamente superato le 36 milioni di visualizzazioni, diventando il secondo video ufficiale di Sanremo 2021 più visto, secondo solo a Musica Leggerissima di Colapesce e Dimartino (oggi a quota 51 milioni di views).

Tutto questo in appena 12 giorni, e chissà quali altri risultati riusciranno a raggiungere i nostri rappresentanti nei mesi che verranno!

Di sicuro uno dei più belli l’hanno raggiunto, ovvero vincere l’Eurovision Song Contest a oltre trent’anni dall’ultima volta a Zagabria con Toto Cutugno e a 57 anni di distanza dalla prima storica vittoria di Gigliola Cinquetti con l’evergreen “Non ho l’età”.

Commenta questa notizia...