Diodato: “Eurovision, quel video un simbolo nel mondo. I Måneskin se lo sono meritato”


L’Eurovision Song Contest 2020 lo ricordano tutti. Ma non per un bel motivo: il 18 marzo dello scorso anno, infatti, ne fu annunciata la cancellazione, perché le prime conseguenze della pandemia di Covid-19 stavano attanagliando il mondo.

A rappresentare l’Italia sarebbe stato Diodato, che alla sua seconda volta tra i Big al Festival di Sanremo aveva saputo trovare la vittoria con “Fai rumore“. Quando il concorso venne cancellato, su Instagram il cantante nato ad Aosta (ma solo per caso, essendo tarantino su tutta la linea) raccontò di come stessero nascendo delle belle idee.

Ma l’idea senza dubbio più azzeccata nacque proprio dalla privazione del concorso. Quella che fu messa in piedi all’Arena di Verona per “Europe: Shine a Light” non è soltanto una performance, ma col tempo ha assunto un significato molto più ampio, quello del racconto di un’Italia che in quel momento stava cercando faticosamente di riaprirsi dopo tante settimane passate al chiuso.

Di quel periodo Diodato non ha dimenticato nulla, ed è tornato a parlarne dalle pagine di TV Sorrisi e Canzoni in un’intervista realizzata da Francesco Chignola. Di seguito le due domande relative e le risposte dell’artista.

Nel 2020 in un video per l’Eurovision hai cantato nell’Arena vuota. A settembre ci saranno i fan.

Se ci penso mi spaventa: è il concerto più grande che io abbia mai fatto. Poi quando sarò sul palco so che mi sentirò a mio agio, connettendomi con il luogo come ho fatto per quel video magico. Ogni volta che lo rivedo mi emoziono.

Parlando di Eurovision: nel 2020 toccava a te, e la gara è stata annullata. Nel 2021 torna la gara… e l’Italia vince. Ti dispiace?

Lo ammetto, ho pensato: “Caspita, peccato…”. Ma credo di aver fatto anch’io qualcosa di irripetibile: un video diventato un simbolo in tutto il mondo. Mi spiace per il lato umano della condivisione con altri Paesi, e l’esibizione che avevamo preparato era pazzesca. Ma sono contento per i Måneskin, se lo meritano, hanno un’energia incredibile e una bella testa. L’importante è che vinca la musica.

Non per caso, facendo un giro per il web, sono in molti che vedrebbero di buon occhio un ritorno di Diodato all’Eurovision, non in gara, ma in una qualunque altra situazione di opening o interval act. In merito a un suo ritorno a Sanremo, però, Diodato ha dichiarato:

È un posto in cui ho lasciato vari pezzi del mio cuore e non metto limiti al futuro però, dopo tanti anni in gara, aspetterei un po’…


Segui Eurofestival News anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”. Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram e seguici su Twitter e Facebook o nella nuova community dedicata all’Eurovision. Ti ricordiamo che Eurofestival News è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

Eurovision Inside

Commenta questa notizia...