Eurovision, colloqui tra EBU e la Turchia per un possibile ritorno in gara


Comincia il lungo cammino verso l’Eurovision 2022, che sarà organizzato dall’Italia, e iniziano anche ad arrivare le indiscrezioni su possibili ritorni di paesi in gara.

A dar notizia di sé è oggi la Turchia. In una intervista a un giornale locale, il direttore della televisione turca TRT, İbrahim Eren, ha rilasciato una breve dichiarazione inerente il possibile ritorno della Turchia all’Eurovision.

eurovision turchia can bonomo

Infatti, sarebbero in corso colloqui formali tra la televisione nazionale della Turchia e l’EBU, l’ente che sovrintende all’organizzazione dell’Eurovision Song Contest. Che questo sia un segnale di un possibile riavvicinamento della Turchia all’Eurovision è indubbio, ma non è chiaro se il ritorno sarà effettivo già dall’anno prossimo, con l’organizzazione italiana, o se i contatti rappresenteranno un nulla di fatto.

A quanto si intende dalle dichiarazioni rilasciate, Eren e il panel dei direttori di TRT sarebbe stato positivamente impressionato dalla buona riuscita dell’Eurovision 2021 a Rotterdam, nonché dalla nuova direzione, passata quest’anno a Martin Österdahl dopo un decennio di servizio per Jon Ola Sand.

D’altronde, iniziare il proprio mandato riportando in gara uno dei player storicamente più importanti per la rassegna europea come la Turchia sarebbe per Österdahl un ottimo vanto da aggiungere al proprio curriculum.

Ufficialmente, la Turchia si ritirò dall’Eurovision dal 2013 per problemi con il sistema di assegnazione dei punteggi, come spiegato dalle affermazioni rilasciate alla stampa:

TRT ha preso una decisione nel passato riguardo questo tema: non torneremo a partecipare fino a quando non cambierà il sistema di voto. Il nostro Consiglio di Amministrazione si attiene a questa decisione, ma nel frattempo stiamo discutendo dell’Eurovision. Un nuovo bravo direttore dal Nord Europa ha preso il controllo della rassegna. Personalmente, credo che abbia avuto molto successo quest’anno. Dopo molto tempo, c’è stato un buon contest.

Dal 2012, il sistema di voto è profondamente cambiato, ma sono rimaste le giurie di qualità, criticate dalla Turchia. Ma non sono mancate – in passato – critiche a personalità come Conchita Wurst, che hanno scaturito accese polemiche, tra cui le dichiarazioni dello stesso Eren, restio a mostrare certe immagini al pubblico in prima serata.

LEGGI ANCHE: Turchia: “Non torneremo, ci sono personaggi come Conchita Wurst”

Solo il tempo potrà dirci se il ritorno dell’Eurovision in Italia a trent’anni dal lontano 1991 segnerà anche il ritorno della Turchia in gara dopo dieci anni di stop.

Un paese che, però, ha sempre partecipato da protagonista, regalando alla storia dell’Eurovision grandi partecipazioni come la vittoria di Sertab Erner, il rock dei maNga o il ritmo di Hadise.


Segui Eurofestival News anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”. Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram e seguici su TwitterFacebook e Instagram o nella nuova community dedicata all’Eurovision.

Eurovision Inside Eurofestival News è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

Commenta questa notizia...