Måneskin: anche “Beggin'” e “I wanna be your slave” ai vertici in tutta Europa


Sarà davvero un anno da ricordare per i Måneskin che continuano ad inanellare un successo dietro l’altro. La vittoria all’Eurovision con “Zitti e buoni” li ha fatti conoscere a tal punto che in un solo mese è entrata o rientrata in classifica l’intera discografia del gruppo. Basti pensare che abbiamo ritrovato in classifica brani come “Beggin‘”, cover dei Four Seasons che loro hanno inciso ben 4 anni fa durante X Factor o il loro primo EP “Chosen“.

Ed anzi, il dato dei giorni scorsi, che certifica proprio Beggin‘” seconda canzone più ascoltata al mondo su Spotify libera dunque dal pregiudizio ancora presente che l’Eurovision non serva a lanciare gli artisti italiani.

La rassegna delle charts europee segnala un altro dato: proprio la cover dei Four Seasons e “I wanna be your slave” stanno segnando record importanti, mai centrati prima da un artista eurovisivo: nessuno prima dei  Måneskin aveva piazzato non una ma due altre canzoni del proprio repertorio in classifica contemporaneamente al brano dell’Eurovision. Qualche numero, per dare la portata dell’impresa.

Gran Bretagna e Irlanda

Avevamo riferito del fatto che le due canzoni citate erano entrate nella top 10 britannica. Ebbene, la band si migliora ancora perchè “I wanna be your slave” sale al 5. posto e “Beggin'” al settimo. In Irlanda sono quinta e quarta, rispettivamente.

Grecia e Lituania, l’invasione della chart

Incredibile exploit in Grecia e Lituania dove i Måneskin piazzano in classifica praticamente l’intera discografia. In Grecia nelle ultime due settimane la band ha piazzato quattro brani ai primi sei posti e questa settimana occupano i primi tre posti rispettivamente con “Zitti e buoni”, “Beggin” e “I wanna be your slave”. Ma hanno piazzato 6 brani nelle prime 20 posizioni (“Coraline” alla 7, “Torna a casa” alla 1, “Morirò da re” alla 16), 8 nei primi 30 (“Vent’anni alla 22, “For your love” alla 25) ed altri dopo la posizione 30.)

In Lituania i Måneskin sono in testa alla classifica addirittura dalla settimana precedente all’Eurovision e dal giorno della loro vittoria occupano praticamente l’intera classifica, con 6  brani ai primi 10 posti, rispettivamente “Zitti e buoni” (1), “I wanna be your slave” (2), “Beggin'” (3), “Coraline” (5), “Torna a casa” (6), “Morirò da re” (8).

 

Finlandia, Norvegia, Svezia, Danimarca, Islanda

In Finlandia come ormai noto, la band ha battuto i Blind Channel e attualmente i singoli occupano il primo (“Zitti e buoni”), secondo (“I wanna be your slave”) e quinto posto “Beggin”). In Norvegia, dove il brano eurovisivo era già arrivato secondo, “I wanna be your slave” è quarta,  mentre “Beggin'” (che vale ricordare, nel 2010 fu rilanciata in testa in tutta Europa da un duo norvegese, i Madcon), ora è terza.

In Danimarca i brani sono rispettivamente in posizione 7 e 12. In Svezia dove il brano eurovisivo era arrivato primo, invece il piazzamento degli altri due è rispettivamente 4 e 5. In Islanda le tre canzoni sono rispettivamente al 9 (il brano eurovisivo), 14 e 15.

Germania, Austria e Svizzera

Già detto del successo in Germania con “Beggin”  e “I wanna be your slave” rispettivamente prima e terza, in Austria hanno fatto addirittura meglio (prima e seconda), mentre in Svizzera sono prima e ottava. In Austria la cover la scorsa settimana era alla numero 6, con un balzo di 51 posizioni dall’ingresso in classifica.

Altri paesi

Nei Paesi Bassi “Beggin” alla numero 2 e “I wanna be your slave” alla 4; in Repubblica ceca rispettivamente prima e seconda, col brano eurovisivo ancora alla 9; in Slovacchia settima e prima; in Ungheria “I wanna be  your slave” alla numero 2.


Segui Eurofestival News anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”. Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram e seguici su TwitterFacebook e Instagram o nella nuova community dedicata all’Eurovision.

Eurovision Inside Eurofestival News è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

Emanuele Lombardini

Giornalista, ternano, cittadino d'Europa

Commenta questa notizia...