Eurovision 2022: ecco il bando Rai per le città che si candidano ad ospitarlo


La Rai ha pubblicato oggi, tramite il proprio ufficio stampa, il bando per la candidatura delle città che intendono candidarsi a ospitare l’Eurovision 2022, evento riportato in Italia dopo la vittoria dei Måneskin con “Zitti e buoni” nell’ultima edizione tenutasi a Rotterdam.

Per le città interessate c’è tempo da oggi fino alla mezzanotte di lunedì 12 luglio. Sarà possibile inviare una comunicazione all’indirizzo PEC amministratoredelegato@postacertificata.rai.it. I requisiti sono quelli dell’EBU, descritti nel Bid Book che sarà inoltrato alle candidate.

LEGGI ANCHE: Le 4 città che possono ospitare l’Eurovision 2022

Recita il pdf dedicato: “La selezione avrà successivamente luogo tra le città che avranno manifestato il proprio interesse alla candidatura e si saranno dichiarate disponibili a ospitare e a supportare l’evento attraverso la messa a disposizione di facilities e di contributi economici”.

Questi i requisiti richiesti:

  • aeroporto internazionale a non più di un’ora e mezza dalla città ospitante
  • offerta alberghiera di oltre 2.000 stanze nelle aree contigue all’evento
  • infrastruttura dedicata all’Eurovision al coperto che sia dotata di aria condizionata secondo gli standard vigenti e sia inoltre ben perimetrabile
  • tale infrastruttura deve poter ospitare da 8.000 a 10.000 persone nella sala principale durante l’evento (cioè il 70% della capienza massima per concerti, considerando le esigenze di produzione e palco)
  • area principale che possa ospitare allestimento e gli altri requisiti necessari per una produzione di alto livello
  • altezza di circa 18 metri con buone capacità di carico sul tetto, con inoltre facile accesso al carico stesso
  • struttura logistica intorno all’area principale in grado di supportare le esigenze della produzione con
    – infrastrutture per la sicurezza
    – centro stampa per 1.000 giornalisti
    – area per le delegazioni (artisti) camerini compresi
    – strutture per personale e uffici
    – area hospitality
    – servizi per il pubblico (toilette, punti vendita di cibo e bevande)
  • la struttura deve avere aree a raso e di facile accesso, contigue e integrate nel perimetro dell’infrastruttura per il supporto tecnico-logistico di 5.000 metri quadrati
  • disponibilità in esclusiva per 6 settimane prima dell’evento, le 2 settimane dello show e quella successiva per il disallestimento.

Viene inoltre ricordato che l’evento si terrà nel maggio del 2022, ma senza specificare una esatta data di svolgimento.

L’Italia ha già ospitato per due volte l’Eurovision Song Contest, e precisamente nel 1965 a Napoli – a seguito della vittoria di Gigliola Cinquetti con “Non ho l’età” – e nel 1991 a Roma dopo il successo di Toto Cutugno (a proposito, tanti auguri: oggi compie 78 anni) con “Insieme: 1992“.


Segui Eurofestival News anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”. Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram e seguici su TwitterFacebook e Instagram o nella nuova community dedicata all’Eurovision.

Eurovision Inside Eurofestival News è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

10 Risposte

  1. girosblog ha detto:

    L’euovision si farà a Milano!!

  2. Rosario del Pilar Pulgar Meza ha detto:

    Sono peruviana e àbito a Torino dal 2000.
    Amo Torino y sarebbe il posto ideale per ospitare EURO VISION. Bellissimi posti da vedere, mangiare exquisito, autorità col livello altìssimo di organizzazione, gente con grande capacità y volontà di lavoro, persone con grande amore y passione per la mùsica.

    • IO ha detto:

      Io vivo a Torino da 50 anni, non è assolutamente così, è tutto il contrario. Le altre città candidate sono sicuramente migliori.

  3. giuseppe ha detto:

    Bologna !
    Area Fiera , Aereoporto , Alberghi ci sono
    la cultura Universitaria più antica al mondo
    ….xchè no!

  4. elena viscioni ha detto:

    Spero vinca Roma, va fatto nella capitale è giusto così per me mi auguro vinca

  5. Sara ha detto:

    Verona verona 😍

  6. Giancarlo ha detto:

    Buongiorno mi chiamo Giancarlo.
    Potrebbe essere una soluzione la città di Pesaro, essendo organizzata come città turistica avendo un Palasport che sì avvicina alle opzioni richieste.
    Sé fosse necessario un sopralluogo per verificare se sia adeguata la posizione.
    Cordiali saluti.

  7. Alessandro ha detto:

    Ho Roma troppo nel cuore per non augurarmi che alla fine la scelta propenda per la Capitale… ma oggettivamente ritengo che dopo il 1965 e il ’91, stavolta tocchi al Nord. E qualcosa mi dice che alla fine la spunterà Torino.

  8. Martina ha detto:

    L’Eurovision si fa nella capitale. PUNTO

  9. steve ha detto:

    A me piacerebbe Che venisse scelta come host city una bella e soleggata citta del Sud, tipo Bari e Palermo.

Commenta questa notizia...