Dopo Torino, ecco Pesaro: candidatura ufficiale per ospitare l’Eurovision 2022


Le Marche e precisamente Pesaro si candidano per ospitare l’Eurovision Song Contest 2022. È la seconda candidatura ufficiale dopo Torino, ad annunciarla sono il sindaco Matteo Ricci e il vicesindaco e assessore alla Bellezza Daniele Vimini.

In una nota, l’amministrazione comunale scrive:

Rientriamo in tutti i parametri richiesti per la partecipazione», hanno spiegato. Tra questi «la presenza di un aeroporto internazionale che non disti più di un’ora e trenta minuti, un’offerta alberghiera di oltre 2000 stanze in aree contigue all’evento e un’infrastruttura, la Vitrifrigo Arena, che rispetta i criteri necessari.

Il palas è uno dei più grandi d’Italia, tra le cornici più belle e suggestive per ospitare concerti e spettacoli».

Pesaro è Città della Musica UNESCO, «vanta un’importante tradizione musicale in continua evoluzione e una dinamica vita culturale che ha costantemente favorito un clima di sperimentazione e dialogo fra tutte le arti.

Il bando, lo ricordiamo, è molto stringente nei parametri decisi dall’EBU.

La Vitrifrigo Arena

Il palazzetto dello sport, rinominato Vitrifrigo Arena per motivi di sponsor è la casa della mitica Victoria Libertas Pesaro, uno dei club storici della pallacanestro italiana (molti la conosceranno col nome di quello che è stato a lungo lo sponsor, vale a dire Scavolini).

L’arena è da 10.000 posti, dei quali 6.000 utilizzati dalla squadra di basket e si estende su 12.000 metri quadrati. Inaugurata nel 1996, a volte è stata sede temporanea per altre società sportive: vi giocò Macerata quando vinse lo Scudetto  del volley 2006.

Ampio spazio a terra e il soffitto è in grado di reggere carichi pesanti. Resta da capire, questo è il vero nodo, come potrebbero essere organizzati gli spazi esterni in particolare il press center da 1000 posti: ci sono tre sale adiacenti rispettivamente da 700, 400 e 200 posti.

Non ci sarebbe problema relativamente alla disponibilità per tre mesi, visto che l’ultimo concerto in programma è quello di Caparezza il 4 Marzo.

Le strutture ricettive

Pesaro città conta 52 alberghi per complessivi 5.628 posti letto suddivisi in 2.603 camere (Fonte: Istat 2020) e quindi rientrerebbe nel bando RAI che prevede appena 2.000 posti letto.

Maggiore affluenza turistica potrebbe essere affrontata dirottando turisti e visitatori a Fano (12 chilometri in auto), che ha 2.090 posti letto e 1.152 camere oppure a Rimini che dista 45 minuti da Pesaro e che ovviamente può contare in questo senso sulle strutture della Riviera. Se però volesse fare tutto da sola, è da capire dove potrebbe ospitare una  auspicabile maggiore affluenza.

Aeroporto internazionale

Proprio Rimini sarebbe la città di appoggio per l’aeroporto internazionale. Il “Federico Fellini” è distante 40 chilometri, equivalenti a circa 38 minuti.

Segui Eurofestival News anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”. Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram e seguici su TwitterFacebook e Instagram o nella nuova community dedicata all’Eurovision.

Eurovision Inside Eurofestival News è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

Emanuele Lombardini

Giornalista, ternano, cittadino d'Europa

Una risposta

  1. Danilo ha detto:

    Come dissi da subito, Pesaro ha le carte in regola per ospitare l’Eurovision ed essendo una città di medie dimensioni, potrebbe legare il suo nome a quello dell’Esc in modo permanente, venire ricordata per questo, un po’ come Malmoe in Svezia, che venne scelta nel 2013. Turisticamente poter contare sulla vicina riviera romagnola non è da tutti, si scende in campo con una disponibilità di posti letto sconfinata.

Commenta questa notizia...