Il record dell’Italia: quando vince l’Eurovision, è sempre campione d’Europa anche nel calcio


Non c’è dubbio: il 2021 verrà ricordato come l’anno dell’Italia, un anno azzurro e Tricolore. L’Italia di Mancini vince Euro 2020 esattamente 55 giorni dopo il trionfo dei Måneskin all’Eurovision Song Contest: è il primo paese della storia a fare doppietta nello stesso anno solare, con buona pace degli inglesi, che chiedevano “di non essere ingordi”.

Certo, l’evento calcistico avrebbe dovuto tenersi lo scorso anno, ma in fondo se ci pensate anche per l‘Eurovision è stato un po’ cosi, pur se con attori parzialmente diversi.

Al Portogallo l’impresa riuscì con un anno di differenza ed invertendo i trofei (nel 2016 gli Europei di calcio, l’anno dopo l’Eurovision), mentre la Grecia centrò l’accoppiata nello stesso anno (il 2005), ma lo sport in questo caso era il basket.

Corsi e ricorsi

La Nazionale di Mancini nel calcio ed i Måneskin sono legati da un altro filo rosso: entrambi i trionfi sono arrivati dopo lunghissima attesa, 31 anni per l’Eurovision, 53 per i campionati europei di calcio. E siccome il destino a volte è burlone, ci rimanda ad altre curiose accoppiate.

Nel 1990,  Toto Cutugno vinceva l’Eurovision Song Contest con “Insieme: 1992”: era il 5 Maggio e 33 giorni dopo l’Italia si preparava ad ospitare i Mondiali di Calcio.

Quelle stesse “Notti magiche” che allora risuonavano come inno della rassegna oggi la Nazionale di Mancini le ha intonate in coro dopo i rigori decisivi contro l’Inghilterra, in un ideale fil rouge con i tifosi Azzurri che le hanno ripescate per incoraggiare Chiellini e compagni.

Per la cronaca, anche in quel 1990 il pallone europeo parlò italiano: era l’Europa della massima competizione per club, la Coppa dei Campioni, che allora equivaleva a tutti gli effetti ad un europeo per squadre di club, perché c’era un solo team per paese in gara. Il 23 maggio, cioè 18 giorni dopo Cutugno, fa festa il Milan di Arrigo Sacchi che in finale supera il Benfica al Prater di Vienna.

Oggi come allora, è ancora una grande “estate italiana”, che potrebbe prolungarsi a Tokyo, ai Giochi Olimpici che partiranno il 23 Luglio.

Per chi crede nella Cabala, l’ultima volta dei Giochi nella capitale giapponese fu nel 1964, con l’Italia che chiuse addirittura quinta nel medagliere assoluto, in una delle edizioni migliori di sempre per i nostri colori.

A marzo dello stesso anno, l’Italia aveva vinto il suo secondo Eurovision con “Non ho l’età” di Gigliola Cinquetti. Seguita due mesi dopo dalla vittoria in Coppa dei Campioni dell‘Inter di Helenio Herrera, che in finale – sempre a Vienna – superò il Real Madrid.


Segui Eurofestival News anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”. Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram e seguici su TwitterFacebook e Instagram o nella nuova community dedicata all’Eurovision.

Eurovision Inside Eurofestival News è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

Emanuele Lombardini

Giornalista, ternano, cittadino d'Europa

2 Risposte

  1. Emanuele Sgarra ha detto:

    Anche la Grecia, devo dirlo, invertì i trofei. Nel 2004 gli Europei e nel 2005 l’Eurovision

Commenta questa notizia...