Eurovision 2022: il Consiglio Regionale del Piemonte appoggia Torino

Pala Alpitour Torino Eurovision 2022
Pala Alpitour Torino

Il Consiglio Regionale del Piemonte ha votato un ordine del giorno che sostiene la candidatura di Torino come sede dell’Eurovision 2022.

La prima firmataria del documento è la leghista Sara Zambaia che spiega:

Approvato quest’oggi [ ieri 3 agosto 2021 ] in Consiglio regionale l’ordine del giorno, a mia prima firma, per promuovere Torino come città ospitante dell’Eurovision Song Contest 2022!

Si tratta della kermesse canora più importante a livello europeo e più seguita in tutto il mondo, una vera e propria opportunità non solo per la Città ma per tutto il Piemonte. Grazie a questo evento, graviterebbero sul nostro territorio centinaia di artisti e migliaia di turisti, una vera e propria linfa economica per l’indotto.

Da oggi iniziamo questo percorso, perché Torino, che spicca per tradizione musicale, può e deve diventare la capitale europea della Musica nel 2022!

Una mossa che taglia fuori, di fatto, la città di Alessandria, anch’essa candidatasi. Lo sottolinea Domenico Ravetti, consigliere regionale alessandrino del PD.

Il partito si è astenuto sull’ordine del giorno della Lega e quando Ravetti ha sottolineato nella discussione che “anche la città di Alessandria, tramite il sindaco e la Giunta, ha presentato la sua candidatura”, la Lega piemontese ha risposto che “Alessandria non ha i requisiti specificati nel regolamento”.

Una situazione diversa, per esempio, da quella dell’Emilia Romagna, dove invece un voto bipartisan ha sancito l’appoggio a tutte e tre le candidature: Bologna, Rimini e Bertinoro-Forlì-Cesena.

Una “grana” per il Pala Alpitour

Nel frattempo è spuntata una grana non da poco per il Pala Alpitour, la struttura scelta da Torino per ospitare l’Eurovision Song Contest.

Il prefetto di Torino, Claudio Palomba, con un’interdittiva antimafia ha infatti commissariato la Parcolimpico Srl, la società che gestisce le strutture del patrimonio ereditato dai Giochi Olimpici Invernali di Torino 2006, tra cui il Pala Alpitour.

L’anello di congiunzione con la criminalità organizzata va ricercato in una recente inchiesta dei carabinieri del R.O.S. (Raggruppamento Operativo Speciale) e della DDA (Direzione Distrettuale Antimafia) torinese sulle infiltrazioni della ’Ndrangheta nel tessuto economico piemontese.

Stando agli atti di quell’inchiesta, uno dei soci della Set Up, Lorenzo La Rosa, avrebbe ceduto “in più circostanze numerosi biglietti omaggio a esponenti di primo piano della ‘Ndrangheta radicata in provincia di Torino”. I proventi dei biglietti erano destinati a sostenere le famiglie degli affiliati detenuti.

Cosa succede adesso

Per adesso, il programma di eventi previsto al Pala Alpitour non cambia ed anzi il ruolo del commissario sarà proprio quello di garantire la continuità dell’organizzazione ed i rapporti contrattuali già siglati.

Questo significa per esempio, che le Atp Finals di Tennis in programma ad ottobre a Torino andranno regolarmente in scena, anche perché la città di Torino è completamente estranea ai fatti e perderebbe tutto il ritorno economico.

La questione però – secondo quanto emerge da ambienti vicini al Comune di Torino – avrebbe contrariato non poco la sindaca Chiara Appendino. Comune e Regione sono soci di di minoranza di Parcolimpico Srl e questa vicenda getta ombre su quella che è la punta di diamante del lavoro degli ultimi cinque anni della giunta.

Resta da capire se e quanto influirà questo sul percorso di avvicinamento di Torino all’Eurovision Song Contest.

Entro la giornata di oggi la RAI riceverà i dossier di tutte le città candidate, o almeno di quelle che riterranno di avere i requisiti, dopo aver letto le indicazioni ricevute dall’EBU. Entro fine mese si dovrebbe arrivare alla decisione.


Segui Eurofestival News anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”. Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram e seguici su TwitterFacebook e Instagram o nella nuova community dedicata all’Eurovision.

Eurovision Inside Eurofestival News è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

Emanuele Lombardini

Giornalista, ternano, cittadino d'Europa

Commenta questa notizia...