Città ospitante Eurovision 2022: in anteprima il progetto di Bologna


La corsa fra le città italiane per ospitare l’Eurovision Song Contest 2022 è cominciata. Sono attualmente 11 quelle rimaste in corsa per ospitare la rassegna. Una di queste è Bologna che ha investito molto anche a livello promozionale.

Le location che Bologna ha previsto come sede dei vari show sono due: la BolognaFiere e la Unipol Arena, quest’ultima a Casalecchio di Reno, distante circa 25 minuti dalla città.

Eurofestival News è parte del ristretto gruppo di media invitati all’evento promozionale e dunque possiamo svelarvi in anteprima tutte le soluzioni proposte per le varie fasi dell’evento.

Cerimonia d’apertura

Il passaggio di testimone fra Rotterdam e Bologna avverrebbe a Palazzo D’Accursio, sede del Comune, dove si svolgerebbe anche il sorteggio delle semifinali.

Palazzo Comune di Bologna

Palazzo Comunale – Bologna

Il Turquoise Carpet (colore che vedremo anche nel 2022 per via del riconfermato sponsor Moroccanoil) sarà un percorso ad U attorno al cosiddetto “Crescentone”, l’anello rialzato attorno a Piazza Maggiore, dove in questo momento si tiene il cinema all’aperto.

La passerella si conclude davanti a Palazzo Re Enzo, una dimora del 1200 di proprietà del Comune di Bologna nel cui Salone del Podestà si svolgerà il Welcome Party.

Le sale adiacenti saranno utilizzate dalla Rai per conferenze stampa nazionali, trasmissioni a supporto e centro radio tv. Sarà poi allestito un glass box per la Rai in Piazza Maggiore.

Eurovillage

Piazza VIII Agosto (la più grande piazza del centro storico di Bologna) sarà la sede dell’Eurovillage. Viene normalmente utilizzata come sede del mercato oltre che spazio bolognese per le grandi aggregazioni giovanili.

Euroclub

La grande discoteca eurovisiva è prevista invece allo Spazio DumBO, nei pressi dello scalo ferroviario. Si tratta di una ex area industriale dismessa e poi recuperata come centro culturale, utilizzata per eventi museali e musicali tra cui il ROBOT Festival, il festival internazionale di musica elettronica e arti digitali.

Abbiamo poi visitato gli spazi delle due arene designate nel progetto che il Comune di Bologna ha inviato alla Rai. Ecco le principali caratteristiche.

Fiera di Bologna

Il più grande e recente padiglione di BolognaFiere (il 37) è quello dove verrebbe realizzato lo show.

Padiglione 37 BolognaFiere

Padiglione 37 BolognaFiere

Alto 22 metri, largo 77, lungo circa 300 metri, verrebbe dotato di tribune smontabili sul modello di quelle appena dismesse dal padiglione 30, utilizzato come impianto per le gare casalinghe della Virtus Pallacanestro Bologna (disposte tutto intorno).

BolognaFiere - interno padiglione 37

BolognaFiere – Interno padiglione 37

I tempi di allestimento sono di circa 15 giorni, grazie al supporto di una società specializzata già operante in Fiera. Sempre dentro il padiglione 37, verrebbe realizzata la Green Room.

BolognaFiere - Interno Padiglione 31

BolognaFiere – Interno Padiglione 31

Alla stampa sarebbero riservati i padiglioni 31 e 32, uno come sala stampa vera e propria e l’altro a supporto delle tv.

Padiglione 35 BolognaFiere

Padiglione 35 BolognaFiere

Il padiglione 35 verrebbe destinato ai camerini e collegato al 37 con un apposito tunnel. Per avere una idea di come sono disposti i vari padiglioni, qui di seguito la mappa ufficiale di BolognaFiere.

Mappa BolognaFiere

Mappa BolognaFiere

La sede Rai di fronte alla Fiera (da dove viene trasmesso il TGR Emilia-Romagna) è uno dei punti di forza su cui punta il dossier. Anche se non è un centro di produzione (come quelli presenti a Roma, Milano, Napoli e Torino), tornerebbe comunque utile per una serie di trasmissioni dedicate e collegamenti nei vari programmi che la Rai ha in mente di realizzare per l’Eurovision 2022.

Sede Rai Emilia-Romagna

Sede Rai Emilia-Romagna

BolognaFiere risulta ben collegata. Chi arriva in aereo potrà usufruire del Marconi Express, il treno su monorotaia di recente costruzione, che collega l’aeroporto di Bologna alla stazione in 7 minuti.

La Fiera si raggiunge in taxi oppure in bus ed anche in treno, con una fermata dedicata. Nel progetto sono previste anche navette ed un potenziamento delle corse come nel periodo Fieristico. Nel complesso l’aeroporto dista circa 15 minuti.

Unipol Arena

La Unipol Arena a pieno regime ospita oltre 15.000 persone, ha una dotazione di base di strutture e camerini che verrebbero raddoppiati. Nel progetto è prevista – a partire dal mese di settembre, in caso di assegnazione – la realizzazione di strutture temporanee ad hoc all’esterno.

Unipol arena esterno

Esterno della Unipol Arena

La Rai verrebbe alloggiata nell’area del nuovo parcheggio in fase di ultimazione, altre strutture verranno realizzate dalla parte del palco. Fra queste anche la sala stampa e una zona dedicata ad un museo a cielo aperto della musica. In totale, il progetto prevede circa 3.000 mq di strutture aggiuntive.

Cantiere Unipol Arena

Cantiere Unipol Arena

Nella foto che segue la nuova passerella (in sostituzione della precedente) che collega la Unipol Arena con il vicino centro commerciale Gran Reno (anche qui con lavori in corso di riqualificazione e ampliamento che termineranno a fine 2021).

Nuova passerella Unipol Arena

Sullo sfondo, la nuova passerella di collegamento con la Unipol Arena

Per raggiungere la Unipol Arena dall’aeroporto di Bologna, è possibile usufruire del Marconi Express fino alla stazione ferroviaria di Bologna Centrale (7 minuti).  Da qui è necessario prendere un treno regionale che ferma proprio davanti all’Arena. Verranno inoltre attivate anche delle navette di collegamento nel caso venisse scelta questa location.

Ringraziamo Bologna Welcome per averci consentito di accedere ai padiglioni di BolognaFiere anche a ridosso del Ferragosto e Andrea Raimondi – Direttore Unipol Arena – per le informazioni sulla struttura, attualmente attiva come hub vaccinale.


Segui Eurofestival News anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”. Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram e seguici su TwitterFacebook e Instagram o nella nuova community dedicata all’Eurovision.

Eurovision Inside Eurofestival News è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

Emanuele Lombardini

Giornalista, ternano, cittadino d'Europa

7 Risposte

  1. Simone ha detto:

    Non male, davvero niente male. Quelli che non capisco è (e se c’è già nell’articolo, scusatemi): se a fine mese dovesse essere scelta Bologna, per allora sarà già stata fatta anche una scelta tra le due sedi o potremmo dover aspettare ancora per sapere la sede effettiva?

    • Staff ha detto:

      Ciao Simone, sperando non ci siano ritardi nel comunicare la città ospitante da parte della Rai, dovrebbero anche confermare la location. In ogni caso vi aggiorneremo in tempo reale appena sarà comunicato il tutto ;)

  2. Roberto Carosso ha detto:

    Non trovo corretto usufuire delle fiere visto che servono 6 settimane di allestimento e 1 di disistellimento e al quanto complicato al conteriol’unipol arena mi sembra un’ottima scelta a nche se l’idea di torino la trovo ancora migliore

  3. Gabriele ha detto:

    Interessantissimo articolo, corredato di foto sul posto, del progetto eurovisivo prodotto dal capoluogo emiliano-romagnolo. Ogni ombra di dubbio nei fans dovrebbe essere, in questo modo, fugato. Tutte e tre le opzioni delle città di Milano, Bologna e Torino sono assolutamente valide. Aspetto con entusiasmo altri articoli a riguardo.

  4. steve ha detto:

    Gia’ a leggere tutte le soluzioni per i vari eventi, che emozione!!!!
    Per noi eurovision-fans emozioni quasi giornaliere fino a maggio. :-)

  5. Irina ha detto:

    Ottimo!!!!

Commenta questa notizia...