Mika tra i conduttori dell’Eurovision 2022? “Voci prive di fondamento”


Continua il toto-nomi circa i possibili conduttori dell’Eurovision 2022 che si terrà in Italia il prossimo maggio e arriva anche la prima smentita sulle indiscrezioni degli ultimi giorni che hanno riguardato Mika.

A darne conferma è Rockol.it: “Voci prive di fondamento”, fa sapere lo staff del cantante alla redazione della nota testata online di musica.

Un’affermazione della quale tuttavia non bisogna stupirsi più di tanto, dal momento che Mika non ha mai speso belle parole sulla rassegna europea.

Pare infatti che prima del 2015 fosse stato addirittura invitato per ben quattro volte a rappresentare il Regno Unito, che da anni cerca disperatamente un risultato dignitoso. La risposta del cantante era stata un secco “No!” tutte le volte, ed in un’intervista alla radio francese RTL del 2015 ha sostenuto che “il gioco dell’Eurovision” consiste anche nel mandare canzoni scadenti in gara.

Dunque questo astio pregresso nei confronti della manifestazione aveva già gettato alcuni dubbi su di un possibile coinvolgimento nella conduzione della stessa, dubbi che sono stati dipanati appunto recentemente.

Se l’opzione Mika non è più reale, non lo è mai stata anche la presenza di volti storici della RAI: lo stesso Carlo Conti si è già tirato fuori facendo notare che “serviranno presentatori di 30-40 anni, esperti nella conduzione” e con un inglese fluente.

Il “toto-conduttori” continua comunque ad alimentare l’interesse dei fan italiani, che vogliono scrollarsi di dosso la brutta figura fatta nel 1991 e che hanno già espresso le loro preferenze su chi vorrebbero alla conduzione del prossimo Eurovision Song Contest.

Cattelan e Ferragni

Tra i nomi più gettonati, quello di Alessandro Cattelan, sbarcato di recente in Rai e con alle spalle una carriera ventennale da deejay, showman e presentatore.

Insieme a lui troviamo anche l’influencer da oltre 24 milioni di follower su Instagram Chiara Ferragni.

Ma la lista è ancora lunga: c’è anche Victoria Cabello – di madrelingua inglese – che è lontana però da qualche tempo dalle grandi serate in prime time. I conduttori radiofonici Carolina Di Domenico (spokesperson quest’anno) e Federico Russo (storico commentatore delle serate dell’Eurovision negli ultimi anni e spokesperson nel 2015).

Resterà invece un sogno irrealizzato quello di vedere la compianta Raffaella Carrà su Rai 1 il prossimo maggio, una delle primissime scelte per la conduzione secondo quanto aveva dichiarato il Direttore dell’ammiraglia Rai Stefano Coletta.

È bene ricordare che i conduttori dell’Eurovision Song Contest, a differenza di quanto accade con Sanremo o altri programmi tv a cui siamo abituati, hanno pochi interventi e tutti ben scanditi da un copione preparato nei minimi dettagli e a cui devono attenersi (senza quindi uscire mai dal “seminato”).

Una formula rodata che permette di rispettare, quasi sempre al secondo, gli orari impostati nella scaletta (basti pensare che l’ultimo Eurovision a Rotterdam era previsto concludersi verso le 00:45 e così è stato).

Chi saranno dunque i conduttori dell’Eurovision Song Contest 2022 in Italia? Per le conferme ufficiali bisognerà attendere ancora un po’, nel frattempo a fine agosto (o ad inizio settembre), la Rai comunicherà invece quale sarà la città ospitante l’evento, tra quelle che hanno inviato i propri progetti.

È possibile consultare i nostri speciali approfondimenti su Bologna, Milano, Roma e Torino e conoscere il progetto presentato dalla città di Bologna, che vi abbiamo potuto svelare in anteprima proprio oggi.


Segui Eurofestival News anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”. Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram e seguici su TwitterFacebook e Instagram o nella nuova community dedicata all’Eurovision.

Eurovision Inside Eurofestival News è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

Una risposta

  1. steve ha detto:

    Perche’ no Alessia Marcuzzi? Ok, ha 48 anni, ma li porta benissimo Mi risulta che parli benissimo inglese. Con le sue espressioni buffe, sarebbe una presenza simpatica, accanto ai due colleghi .
    Raffaella, un sogno irrealizzato…..

Commenta questa notizia...