Junior Eurovision 2021: torna l’Azerbaigian, in gara con Sona Azizova


Dopo due edizioni di assenza l’Azerbaigian annuncia il ritorno allo Junior Eurovision Song Contest, la versione dell’Eurovision per bambini e ragazzi dai 9 ai 14 anni, che quest’anno si svolgerà a La Seine Musicale di Parigi (il prossimo 19 dicembre).

La Francia ha accettato di organizzare l’evento a seguito della vittoria di Valentina Tromel col brano “J’imagine” nell’edizione da remoto tenutasi a Varsavia (ricordiamo che per lo Junior Eurovision non è obbligatorio per i vincitori prendersi l’onere o l’onore dell’organizzazione).

A rappresentare la repubblica del Caucaso sarà Sona Azizova (trascritto nella lingua locale Əzizova), seconda classificata all’edizione locale di The Voice Kids.

Il brano sarà scelto successivamente, qui sotto la vedete esibirsi nella consueta “blind audition” con “Zombie” dei Cranberries.

Per gli azeri come detto è un rientro ed è esattamente la quarta partecipazione in una manifestazione che al contrario della versione senior, non le ha sin qui regalato grandi soddisfazioni.

Il miglior risultato è infatti il settimo posto di Ruslan Karimov con “Me and my guitar” a Kiev nel 2013, dunque prima del debutto dell’Italia.

La situazione dei partecipanti

L’Italia non sarà presente a questa edizione della manifestazione, come confermato da Luca Milano, direttore di RAI Ragazzi, e dunque per adesso l’ultima partecipazione italiana in concorso   rimane quella del 2019 con “La voce della terra” di Marta Viola.

Sona Azizova è la seconda partecipante annunciata dopo il portoghese  Simão Oliveira, mentre per adesso i Paesi che hanno confermato la partecipazione sono 14.

Oltre ai padroni di casa della Francia, agli azeri ed al Portogallo ci saranno sicuramente Georgia, Germania, Irlanda (al rientro, come i portoghesi),  Macedonia del Nord, Malta, Paesi Bassi, Polonia,  Russia, Serbia, Spagna ed Ucraina.

Come è noto, non potrà partecipare la Bielorussia, pure presente nel 2020, per l’espulsione della tv dall’EBU, mentre si sta lavorando per riuscire a riportare in concorso il Regno Unito come Paese unico.

In questa veste è assente dal 2005 mentre nel 2018 e 2019 ha partecipato il solo Galles con l’emittente in lingua gallese S4C (Sianel Pedwar Cymru), succursale locale di Channel 4, anch’essa membro EBU.


Segui Eurofestival News anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”. Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram e seguici su TwitterFacebook e Instagram o nella nuova community dedicata all’Eurovision.

Eurovision Inside Eurofestival News è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

Emanuele Lombardini

Giornalista, ternano, cittadino d'Europa

Commenta questa notizia...