Eurovision 2022: è caccia allo scoop sulla città ospitante

Eurovision 2022

Chi tira l’amo troppo presto perde il pesce e l’esca, dice un proverbio. “Bologna è in pole position per ospitare l’Eurovision 2022” ha titolato TvBlog il 25 agosto.

A breve distanza, oggi, arriva il Fatto Quotidiano, che in sostanza dice: “no, in pole ci sono Rimini o Milano… ma potrebbe arrivare un colpo di scena”. Come a dire: noi ve lo diciamo, ma forse sbagliamo e mettiamo le mani avanti.

Passano poche ore ed ecco che Luca Dondoni, giornalista musicale de La Stampa, lancia un tweet criptico composto da un solo nome: Torino.

È una delle abitudini del giornalismo italiano: lanciare una scommessa su ciò che accadrà nella speranza di azzeccare il risultato e annunciare “Ve lo avevamo detto!”. Quando però il pronostico viene sbagliato, guai a rettificare o scusarsi con i lettori, piuttosto scegliere meglio la prossima scommessa da fare. “Tanto era un rumor da prendere con le pinze!” è la giustificazione pronta.

Questa corsa a voler dare per primi la più probabile città ospitante accade perché l’annuncio ufficiale previsto dalla Rai sta per arrivare: stabilito entro la fine di agosto (ma potrebbe anche slittare ai primi di settembre), ciò significa che siti e stampa tradizionale hanno poco tempo per rilanciare le loro migliori ipotesi e accaparrarsi click e attenzioni. Il calendario non mente.

Peccato che il giornalismo italiano scambi spesso l’articolo d’opinione con l’articolo d’indiscrezione, anche se il primo non rappresenta un reato ed è anzi considerato spesso di pregio all’estero. Il secondo restituisce però più forza all’occhio del lettore medio o che passa di lì per caso: c’è differenza tra l’esaltare una possibile anteprima o i consigli noiosi dell’esperto di turno. Così è stato insegnato da generazioni.

Altre volte l’indiscrezione nasce grazie alla collaborazione degli uffici stampa, o di altre persone vicine con il benestare della produzione, che danno il via alla fuga di nomi e notizie, in particolare quando si tratta dei casting degli show di punta. Qui un errore di fondo: non si tratta più di indiscrezione, ma di sponsorizzazione (io ti fornisco l’informazione in anteprima, tu ti senti bravo e mi fai apparire bello). Non lo si dice mai.

Nel caso dell’Eurovision c’è di mezzo non solo la Rai ma anche l’EBU (European Broadcasting Union), che non ha certo sede in Italia e che probabilmente non è abituata al cincischiare giornalistico del nostro Paese. Negli anni passati, raramente si è registrata una così alta attenzione alla possibile città ospitante dell’evento. Fughe di notizie vere o fake news non piacciono mai a istituzioni storiche, in quanto sinonimo di caos o peggio di inaffidabilità comunicativa.

Può la Rai permettersi una vera fuga di notizie? No ed è difficile che stia accadendo, visto che la materia riguarda le sfere più alte dell’azienda. E allora quali tra i tanti rumor che girano può ritenersi il più affidabile? Forse, e solo forse, quello di TvBlog che dietro ha una storia consolidata di anteprime poi rivelatesi concrete specie nel settore della tv pubblica. Un refolo di vento potrebbe aver soffiato il nome giusto.

La verità, e soltanto la verità, come sempre arriverà dalla nota ufficiale di Rai ed EBU. Che, a questo punto, decreterà anche vincitori e sconfitti della caccia allo scoop.


Segui Eurofestival News anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”. Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram e seguici su TwitterFacebook e Instagram o nella nuova community dedicata all’Eurovision.

Eurovision Inside Eurofestival News è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

2 Risposte

  1. Miamtec ha detto:

    Ci ho fatto caso giusto questa mattina quando ho letto l’articolo de Il Fatto Quotidiano ahahah
    4 città su 5 tutte in pole position

  2. Chiara ha detto:

    è sempre divertente vedere chi dice cosa ma si sa che certi articoli vanno presi con le pinze e servono più a ottenere visualizzazioni e a creare hype che altro. in ogni caso non vedo l’ora di sapere quale sarà la scelta finale, speriamo che il Carlino aveva ragione a dire che l’annuncio sarà fatto lunedì

Commenta questa notizia...