Eurovision 2022: i conduttori rivelati dopo Sanremo

L’annuncio dei conduttori dell’Eurovision 2022 non arriverà a breve. È Stefano Coletta a rivelarlo in un’intervista all’ANSA.

Il direttore di Rai1 ha parlato a tutto tondo dei traguardi raggiunti dalla rete nel 2021, relativamente agli ascolti, e dei tanti progetti pronti a essere messi in onda da qui alle prossime settimane.

C’è spazio ovviamente per l’Eurovision Song Contest, il grande evento del 2022, accanto all’ormai tradizionale Festival di Sanremo.

eurovision 2022 Logo Torino

Torino sta già lavorando sulla manifestazione sia dal punto di vista della logistica delle aree cittadine che saranno coinvolte, sia per quanto riguarda l’organizzazione del Pala Alpitour e gli spazi che lo circondano.

È anche noto chi si occuperà della scenografia: l’atelier Francesca Montinaro. La scenografa ha già lavorato per vari progetti televisivi, in particolare il Festival di Sanremo del 2013 e del 2019.

Manca ora un altro tassello fondamentale, quello della conduzione. Per conoscere i volti dei presentatori dell’Eurovision made in Italy bisognerà attendere, almeno fino all’inizio di febbraio.

Ecco quanto dichiarato da Coletta:

Su Eurovision, definita da qualche tempo la scelta della location e l’ideazione della scenografia, abbiamo cominciato a programmare la parte editoriale, ovviamente anche relativamente agli aspetti legati alla conduzione. Dopo Sanremo potremo rivelare i conduttori.

La priorità al momento, anche per motivi cronologici, è il Festival della canzone italiana, che andrà in onda dall’1 al 5 febbraio prossimi.

Archiviato Sanremo – e designato l’artista che rappresenterà l’Italia in casa all’Eurovision – il focus della Rai passerà al 100% sul contest europeo.

Tra i papabili conduttori rimane in pole position Alessandro Cattelan, che come dichiarato da Coletta è stato già approcciato dalla Rai per il suo eventuale coinvolgimento nella kermesse.

Alessandro Cattelan Eurovision

Eurovision: quando sono stati annunciati i conduttori negli scorsi anni?

Viene naturale fare un confronto con le scorse edizioni dell’Eurovision per capire a che ritmo sta viaggiando la Rai.

Va sottolineato che non vi è mai stata una data o un periodo fissi per l’annuncio dei conduttori: ogni rete televisiva ha scelto per sé.

Come si può notare, per le ultime dieci edizioni si è andati dai primi giorni di dicembre fino al caso limite dell’Azerbaijan, che nel 2012 annunciò i nomi il 16 aprile, circa un mese prima dello show.

il 2021 non è stato considerato in quanto il team di presentatori scelto per l’edizione 2020 di Rotterdam, poi cancellata per Covid, fu subito confermato anche per la successiva.

  • 2020: 4 dicembre 2019
  • 2019: 25 gennaio 2019
  • 2018: 8 gennaio 2018
  • 2017: 27 febbraio 2017
  • 2016: 14 dicembre 2015
  • 2015: 19 dicembre 2014
  • 2014: 4 febbraio 2014
  • 2013: 28 gennaio 2013
  • 2012: 16 aprile 2012
  • 2011: 16 dicembre 2010

Commenta questa notizia...