Måneskin, l’EP Chosen sfonda il miliardo su Spotify. E piovono certificazioni estere

Un miliardo: tale è la quota che hanno superato i Måneskin con il primo EP della loro carriera, “Chosen”, in termini di streaming su Spotify.

Il dato è frutto in buona parte del successo enorme della cover di “Beggin’” dei Four Seasons, che sta sfiorando gli 800 milioni, ma anche le altre tracce del disco hanno ottenuto un responso considerevole.

Måneskin Chosen

Ricordiamo che il progetto uscì dopo l’avventura della band romana ad X Factor nel 2017, al suo interno infatti sono incluse alcune cover presentate durante il talent show di Sky, oltre ai due inediti “Chosen” e “Recovery”.

Questo, in particolare, il responso completo della piattaforma svedese alle 11:15 odierne (l’ordine non è quello dell’EP, ma degli ascolti).

  1. Beggin’ 794.256.854
  2. Chosen 65.459.963
  3. Somebody told me 41.779.253
  4. Let’s get it started 35.293.096
  5. Vengo dalla lune 33.093.058
  6. Recovery 25.864.134
  7. You need me, I don’t need you 9.597.150

Per quel che concerne invece il primo album dei Måneskin a tutti gli effetti, che è “Il ballo della vita”, i dati sono questi:

  1. Torna a casa 132.539.627
  2. Morirò da re 99.309.922
  3. L’altra dimensione 55.799.915
  4. Le parole lontane 37.950.233
  5. Fear for nobody 31.220.031
  6. Are you ready? 25.229.334
  7. New song 13.599.212
  8. Sh*t blvd 11.336.292
  9. Immortale (feat. Vegas Jones) 11.098.571
  10. Lasciami stare 9.964.813
  11. Close to the top 8.778.946
  12. Niente da dire 8.396.449

L’ultimo lavoro dei Måneskin, “Teatro d’ira – Vol. I”, è anche quello che si trova più vicino a raggiungere la fatidica quota. Ecco l’attuale situazione:

  1. I wanna be your slave 482.662.538
  2. Zitti e buoni 255.094.173
  3. Coraline 85.432.303
  4. Vent’anni 56.895.485
  5. For your love 36.773.969
  6. La paura del buio 30.529.058
  7. Lividi sui gomiti 20.703.340
  8. In nome del padre 13.765.323

Da questo conteggio sono esclusi gli altri singoli non inclusi nei progetti sopracitati e cioè “Mammamia“, “I wanna be your slave” nella versione con Iggy Pop e una performance dal vivo di “Beggin'” rilasciata su Spotify.

Non è qui conteggiata neppure la collaborazione dei Måneskin con un’altra artista che rappresentò l’Italia all’Eurovision Song Contest, Francesca Michielin, in “Stato di natura“.

Måneskin: nuove certificazioni all’estero

Ma non è finita qui: continuano a piovere le certificazioni a livello internazionale per i vincitori dell’Eurovision Song Contest.

“Beggin'”, infatti, è stata certificata a metà della scorsa settimana doppio disco di platino in Messico, per una quota pari a 150.000 copie vendute. Inoltre, sfondato il muro delle 100.000 in Francia per “I wanna be your slave”: in terra d’Oltralpe ciò equivale al disco d’oro.

Queste tutte le certificazioni di Damiano David, Victoria de Angelis, Thomas Raggi ed Ethan Torchio in Italia e all’estero:

Album

  • Il ballo della vita (2018) – Quadruplo platino
  • Teatro d’ira – Vol. I – Triplo platino (+ oro in Polonia e Svezia)
  • Chosen (2017, è in realtà un EP) – Doppio platino

Canzoni

3 Responses

  1. Marco Stazzini ha detto:

    Finalmente talento e coraggio di essere se stessi conquistano il mondo!

  2. Mario ha detto:

    i maneskin sono la novità mondiale,dei bravi artisti giovanissimi ed Italiani.Sono fiero da Italiano nato nel 57 cresciuto dalla bella musica degli anni 70.Bravi bravi,bravi.

  3. Boomerskin ha detto:

    Bellissimo. Bravissimissimi!

Commenta questa notizia...