Eurovision 2022: ecco i 14 nomi in corsa alla Dora per la Croazia

Definita la line up della Dora, il concorso nazionale della Croazia che assegnerà il biglietto per l’Eurovision Song Contest 2022, in programma a Torino dal 10 al 14 Maggio prossimi. Finale secca il 19 Febbraio alla Marino Cvetković Hall di Abbazia (Opatija, nella dizione originale).

Diversi i nomi del mainstream in gara, il più importante è senza dubbio quello di Mia Dimšić, regina delle charts croate, tre album all’attivo dei quali due al primo posto, un disco di platino, già vincitrice di cinque premi ai Poirin Award, gli oscar della musica croata nel 2018

L’altro nome di spicco è quello di Zdenka Kovačiček: 77 anni, cantante rock e jazz con oltre 40 anni di carriera alle spalle, uno dei nomi più popolari della scena musicale jugoslava, ora a caccia di una nuova giovinezza artistica dopo aver cantato sui palchi di mezzo mondo.

Gli altri nomi

Ritorna Bernarda Brunovic, la cantautrice non vedente protagonista a The Voice of Germany e da tempo residente in Svizzera, dove studia Teologia: è stata già più volte in gara sia alle selezioni svizzere che a quelle croate.

A proposito dei Poirin Awards è poi in gara Mia Negovetić  candidata come Best New Artist, dove ha perso da Albina, ultima rappresentante croata, che l’aveva battuta appunto anche alla Dora. Tina Vukov, cantautrice, già quattro volte in concorso, ha a sua volta un forte legame con l’Eurovision: è infatti imparentata col compianto Vice Vukov, due volte rappresentante jugoslavo (nel 1963 a Londra e nel 1965 a Napoli).

Erik Vidović, 21 anni, è appena uscito da The Voice Hrvtska ed il suo album d’esordio ha conquistato subito la vetta della classifica; Ella Orešković  è invece nata in Canada da famiglia croata: anche lei nome nuovo della scena pop, suo padre Tihomir è stato il primo ministro croato nel 2016.

A proposito di parentele celebri ecco poi Jesse, al secolo Jessica Atlić-McColgan, radici britanniche, fresca vincitrice del talent show croato Stars, 22 anni: è cugina di Nick Colgan, che ai più dice poco ma in realtà è un signore che oltre ad aver fondato il Garden Festival, il più grande evento musicale live della Croazia, da anni è il produttore  dei celeberrimi UB40, i pionieri del reggae nel mondo.

ToMa, al secolo Tomislav Maric, è un altro nome del mainstream croato, con alcuni recenti brani in alta rotazione; Mila Elegović, 51 anni è una delle maggiori attrici croate, qui prestata alla musica; Roko Vušković è un cantautore e sassofonista con un recente successo radiofonico alle spalle.

Marko Bošnjak è un giovanissimo interprete reso celebre da alcune cover postate su YouTube  e vincitore nel 2016 di un celebre concorso canoro serbo per bambini e ragazzi; Elis Lovrić è alla sua terza partecipazione ed è un nome attivo nella musica pop e folk croata. Infine, Tia Miljanović è il nome emergente del pop croato: 18 anni, arriva dal successo radiofonico “Ego”, scritto dallo stesso autore del suo brano eurovisivo.

La line-up completa della Dora 2022

Mia Negovetić – Forgive Me (Oprosti)
Mia Dimšić – Guilty Pleasure
Bernarda – Here For Love
Tina Vukov – Hideout
Erik Vidović – I Found You
Ella Orešković – If You Go Away
ToMa – In The Darkness
Mila Elegović – Ljubav
Roko Vušković – Malo kasnije
Marko Bošnjak – Moli za nas
Jessie – My Next Mistake
Elis Lovrić – No War
Zdenka Kovačiček – Stay On The Bright Side
Tia – Voli me do neba

Riserve:

Karlo Vudrić – 3am
VYAN – Gladiator
Totalni optimizam – What If
Stella Scholaja – Ghost

La Croazia all’Eurovision

Nessuna vittoria all’Eurovision per la Croazia da quando nel 1993 ha debuttato all’Eurovision Song Contest come Paese indipendente. Ma sono in realtà croati tutti i migliori risultati della defunta Jugoslavia nella rassegna, compresa la vittoria del 1989 con “Rock me” dei Riva, che portò l’Eurovision alla Vatroslav Lisinski Arena di Zagabria, dove poi si impose Toto Cutugno con “Insieme: 1992”.

Per la Croazia, il miglior risultato è ormai piuttosto datato: risale infatti al 1999 ed è “Marija Magdalena di Doris Dragovic, quarta sul palco di Gerusalemme. Appena 2 qualificazioni in finale nelle ultime 10 partecipazioni, lo scorso maggio “Tick Tock” di Albina ha chiuso undicesima in semifinale, clamorosamente penalizzata dal meccanismo di calcolo del posizionamento, che crea una media ponderata: qualificata al limite sia per le giurie che per il televoto, è rimasta fuori proprio per questa combinazione di piazzamenti.


Segui Eurofestival News anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”.

Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram e WhatsApp. Seguici su tutti i principali Social Media (qui l’elenco completo) e scopri come sostenerci e sostenere una informazione da sempre indipendente.

Eurofestival News sui social

Eurofestival News è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

Emanuele Lombardini

Giornalista, ternano, cittadino d'Europa

Commenta questa notizia...