Måneskin, il 2022 inizia con due certificazioni in Portogallo e Danimarca

Per i Måneskin comincia un nuovo anno, ma non finisce la scia delle soddisfazioni. Arrivano infatti da lati opposti dell’Europa due delle novità riguardanti la band romana vincitrice dell’Eurovision Song Contest 2021.

Credits: Ufficio Stampa RAI

In Portogallo, infatti, “Beggin'”, la cover dei The Four Seasons datata 2017 e poi assurta a fama mondiale grazie alla combinazione Eurovision-TikTok, è stata certificata doppio disco di platino, facendoli aumentare a quota 18 solo per questa versione in aggiunta ai 5 ulteriori dischi d’oro raggiunti. Il tutto senza contare eventuali altri dati la cui comunicazione è difficilmente reperibile.

In Danimarca, invece, arriva il disco d’oro per l’ultimo lavoro in studio del gruppo, “Teatro d’ira – Vol. I”. Si tratta del terzo Paese estero, dopo Polonia e Svezia, in cui questo accade: un’ulteriore conferma del fatto che il successo dei Måneskin si è presto trasferito da “Zitti e buoni” a un range ampio di canzoni, dall’ormai famosissima “I wanna be your slave” a quella “Coraline” che gode ormai di enorme credito tra una larghissima parte dei fan che si sono uniti da tutto il mondo per ascoltare i quattro ragazzi di Roma.

Uno di loro, peraltro, compie gli anni oggi: Damiano David tocca infatti i 23, e va ricordato come, complessivamente, non si vedevano vincitori così giovani dell’Eurovision dal 2013, quando fu Emmelie de Forest (Danimarca) a vincere, a poco più di vent’anni, con “Only teardrops”.

Queste tutte le certificazioni conosciute di Damiano David, Victoria de Angelis, Thomas Raggi ed Ethan Torchio in Italia e all’estero:

Album

  • Il ballo della vita (2018) – Quadruplo platino
  • Teatro d’ira – Vol. I – Triplo platino (+ oro in Danimarca, Polonia e Svezia)
  • Chosen (2017, è in realtà un EP) – Doppio platino

Canzoni

Commenta questa notizia...