Eurovision 2022: Gabriele Corsi positivo al Covid, niente sorteggio delle semi per lui

La notizia viene data direttamente dal diretto interessato. Gabriele Corsi è risultato positivo al Covid-19 dopo aver effettuato un tampone di controllo.

Per questo motivo, non potrà presentare il sorteggio delle semifinali dell’Eurovision 2022, in programma martedì 25 alle 12 a Palazzo Madama, Torino.

Di seguito il suo post rilasciato su Instagram, in cui svela anche il vestito che avrebbe indossato per la cerimonia che funge anche da passaggio di consegne tra Rotterdam e il capoluogo piemontese.

Questo era il vestito (e il sorriso) che avrei indossato all’Allocation Draw, martedì a Torino. Purtroppo, ad un tampone di controllo, sono risultato positivo. A parte un po’ di rodimento (credo lecito) sto benissimo. In confronto a quello che molti hanno dovuto passare è un nonnulla. Mi spiace molto, ma, penso, che il vestito lo posso riusare e che il sorriso lo indosso comunque. L’appuntamento è solo rimandato. D’altra parte, in questi ultimi anni, abbiamo imparato che dobbiamo surfare tra le difficoltà. Grandi e piccole. E, per surfare, non serve un bel vestito. Ma un bel sorriso. Ci vediamo a maggio a Torino.

Non è a questo punto chiaro chi potrà essere accanto a Carolina Di Domenico, ammesso che qualche sostituto ci sia, nel ruolo di presentatore dell’evento che determinerà la collocazione di 36 Paesi nelle due semifinali.

36, e non 41, perché Italia, Regno Unito, Spagna, Germania e Francia, in quanto facenti parte delle Big 5, sono direttamente qualificati per la finale. Il nostro Paese, peraltro, detiene anche il Microfono di Cristallo, perciò vedremo una finale a 25 invece che a 26, come accade quando chi vince non fa parte di questo gruppo.

Il messaggio Instagram, ad ogni modo, lascia immaginare che un qualche tipo di coinvolgimento di Gabriele Corsi per il mese di maggio, quando gli occhi d’Italia e d’Europa saranno puntati sul Pala Alpitour (PalaOlimpico) di Torino, esista.

Gabriele Corsi, del resto, è entrato nella storia, insieme a Cristiano Malgioglio, come il terzo commentatore della televisione italiana ad aver raccontato una vittoria dell’Italia all’Eurovision Song Contest dopo Renato Tagliani nel 1964 e Peppi Franzelin nel 1990.

Il merito è stato tutto dei Måneskin, che hanno rimontato dal quarto posto alle giurie al doppio primo (del televoto e generale) conclusivo. 524 i punti della band romana con “Zitti e buoni“, davanti ai 499 di Barbara Pravi con “Voilà” per la Francia e ai 432 di Gjon’s Tears con “Tout l’univers” per la Svizzera, che guidava dopo il jury voting.

Il sorteggio delle semifinali, con relativa cerimonia di passaggio di consegne tra Rotterdam e Torino, sarà visibile sia sul canale YouTube dell’Eurovision Song Contest che su RaiPlay.

3 Responses

  1. steve ha detto:

    Amici di Eurofestival News, ma non si sa chi sostituirà Gabriele Corsi? Non ci sono notizie.

Commenta questa notizia...