Eurovision 2022, Ucraina: rivelati gli otto finalisti del Vidbir

La TV ucraina UA:PBC ha rivelato gli 8 artisti che parteciperanno al Vidbir 2022, la selezione dell’Ucraina per l’Eurovision Song Contest di Torino, dopo aver presentato la shortlist dei 27 potenziali partecipanti la settimana scorsa.

L’evento si terrà il 12 febbraio e il vincitore verrà decretato attraverso un voto che terrà conto per il 50% del televoto dal pubblico e, per il restante 50%, di una giuria di esperti.

Eurovision 2022 Ucraina Vidbir 2022

Tra i partecipanti al Vidbir 2022 anche Wellboy, Alina Pash e Michael Soul

Ecco gli 8 nomi in gara:

Alina Pash – “Тіні забутих предків” (Ombre degli antenati dimenticati)
Alina Pash è una degli astri nascenti delle musica in Ucraina. Fresca vincitrice del Music Moves Europe Talents Awards, il premio della Commissione Europea per i migliori artisti europei emergenti, la Pash conta all’attivo tre album in soli tre anni, molti singoli e nomination di vari premi: la sua musica fonde l’elettro-folk con il rap. Scacciate, quindi, le malelingue riapparse dopo anni secondo cui avrebbe tenuto dei concerti in Russia e avrebbe visitato la Crimea nel 2015 violando le regole di Vidbir.

Cloudless – “All be alright”
Già partecipanti al Vidbir 2020, i Cloudless sono una band ucraina di musica elettronica formatasi nel 2017 molto affermata in patria grazie alla presenza di loro brani in film e serie tv.

WELLBOY – “Nossy bozzy”
Si tratta probabilmente dell’artista più atteso della selezione, spesso in vetta alle chart ucraine (anche il mese scorso) grazie al suo stile originale che mescola il rap con il pop e un pizzico di trash, tutto fuorché elegante. Divenuto famoso nel 2019 partecipando all’X Factor ucraino, nel 2021 ha ricevuto la sua consacrazione con il successo del brano “Husy”.

Orchestra Kalush – “Stefaniia”
La band degli Orchestra Kalush prende il nome dall’omonima città dei Carpazi e ama mescolare i suoni della tradizione ucraina con il rap. I fan eurovisivi potranno osservare subito volto noto: uno dei membri della band, infatti, Ihor Didenchuk, ha partecipato all’Eurovision l’anno scorso con i Go_A.

Roxolana – “Girlzzzz”
Roxolana, legata all’etichetta Mamamusic, la stessa di Verka Serduchka, è un altro nome emergente del panorama musicale ucraino. Divenuta famosa nel 2019 per aver partecipato a The Voice Ukraine, può vantare collaborazioni con i KAZKA e Nina Matvienko.

Laud – “Head Under Water”
Classe ’97, Laud ha già partecipato a The Voice Ukraine nel 2016 e al Vidbir nel 2018 e nel 2019, ma senza fortuna: pur non riuscendo a vincere la partecipazione all’evento gli ha portato una certa notorietà locale.

Michael Soul – “Demons”
I fan eurovisivi lo ricorderanno per i suoi tentativi di rappresentare la sua terra natìa, ovvero la Bielorussia. Nel 2019, infatti, arrivò quarto nella selezione bielorussa con “Humanize” e, ancora prima, nel 2017, ha partecipato come corista dei NAVIBAND all’Eurovision Song Contest.

Our Atlantic – “Moya ljubov” (Amore mio)
Divenuti famosi per aver partecipato al Koza Music Battle, un celebre evento musicale dell’Ucraina e ad altri festival locali, gli Our Atlantic sono una band indie-pop che conta all’attivo un album del 2018 e un EP del 2010.

Poco dopo l’annuncio dei partecipanti è stato squalificato LAUD perchè la sua canzone risulta pubblicata nel 2018. Al suo posto è stata iscritta “Hear My Words” di Barleben, cantante soul che ha preso parte alle audizioni di X Factor e The Voice.

L’Ucraina all’Eurovision Song Contest

L’Ucraina è uno degli Stati più forti all’Eurovision Song Contest. Dal debutto nel 2003, non ha mai mancato la finale nazionale e ha già vinto due volte il concorso: nel 2004 con “Wild Dances” di Ruslana e nel 2016 con “1944” di Jamala.

L’Eurovision per l’Ucraina è sempre stato un veicolo per valorizzare la propria cultura e far emergere la proria identità, specialmente dopo anni di controllo sovietico. Ed è proprio per i conflitti con la Russia che l’Ucraina non ha partecipato all’Eurovision nel 2015 e nel 2019.

All’Eurovision Song Contest 2021, il paese dell’Est è stato rappresentato dai Go_A (che avrebbero dovuto rappresentare il Paese già nel 2020 con “Solovey“) con il brano “Shum”.

La canzone è diventata virale, ricevendo un ampio margine di consensi (è arrivata in classifica anche in Italia, dopo essere risultata la più televotata sia in semifinale che in finalissima) e giungendo al secondo posto al televoto dietro l’Italia dei Måneskin, per poi terminare al quinto posto generale.

Commenta questa notizia...