Eurovision 2022: Achille Lauro fra i 10 big di “Una voce per San Marino”

In una conferenza stampa allo Westin Palace Hotel di Milano San Marino RTV, insieme alla società organizzatrice Media Evolution, ha annunciato i 10 partecipanti della finale di “Una voce per San Marino”, il concorso internazionale che selezionerà l’artista che rappresenterà San Marino all’Eurovision Song Contest 2022, in programma a Torino dal 10 al 14 Maggio prossimi.

Alla conferenza hanno preso parte il Segretario al Turismo Federico Pedini Amati, il Direttore di San Marino RTV Ludovico Di Meo, il capodelelegazione dell’Eurovision Alessandro Capicchioni, oltre a Vittorio Costa di Media Evolution.

Grosse sorprese fra i nomi. Anzitutto i finalisti di diritto sono diventati 10, perchè si è voluto garantire un posto in più oltre ai tre già previsti, agli artisti del Titano.

Ma i veri colpi grossi sono negli altri 9 nomi. Il maggiore dei quali, quello destinato a fare  più hype è senz’altro Achille Lauro. Il cantautore romano, fresco di partecipazione al Festival di Sanremo 2022, dopo quattro festival italiani, dei quali tre in gara, diventa dunque il grande favorito per l’evento del prossimo 19 febbraio.

Dal Festival di Sanremo arrivano anche Valerio Scanu, che lo ha vinto nel 2010 con la celeberrima “Per tutte le volte che” ed Ivana Spagna. La cantautrice veronese non ha bisogno di presentazioni: vera e propria icona della italodisco negli anni 80, si è poi trasformata in interprete pop. Classe 1954, cinque festival all’attivo (più due come ospite) con un terzo posto ncome miglior risultato, andrà a caccia di un rilancio.

Valerio Scanu, in una sua partecipazione a Tale e Quale show nel 2015, realizzò una imitazione di Conchita Wurst in “Rise like a phoenix“.

Direttamente dalla fase di selezione di Sanremo Giovani arriva un altro nome piuttosto noto al pubblico italiano, vale a dire il rapper perugino di origini rumene Blind (al secolo Franco Rujan), già terzo ad X Factor. Dalle selezioni del concorso sammarinese arriva invece Matteo Faustini, già in gara al Festival di Sanremo nei giovani nel 2020.

Poi c’è un trio messo insieme per l’occasione che unisce due giganti della musica italiana ad una giovane band emergente: Tony Cicco, batterista della Formula 3 (lo storico gruppo che accompagnava Lucio Battisti), Alberto Fortis, cantautore piemontese dai testi raffinati e fuori dagli schemi ed i Deshedus. Si preannuncia dunque una entry all’insegna del progressive rock.

Altro nome noto al pubblico italiano è Francesco Monte. Ex tronista, già noto alle cronache rosa, dopo aver tentato senza successo la strada di Sanremo, sia fra i giovani che fra i big, ora ci prova con San Marino. Viene invece da Santarcangelo di Romagna Alessandro Coli, cantante che metterà la voce sui beat di Burak Yeter, dj e producer turco naturalizzato olandese di fama mondiale.

Recentemente protagonista insieme ad Elodie in “Friday night”, ha all’attivo diversi primi posti nei paesi dell’Est Europa. A completare la line-up ci sono altri due nomi. Una è la spagnola Cristina Ramos, cantante operatic pop già vincitrice di Spain’s Got Talent ed Operacion Triunfo Mexico, lo scorso anno terza classificata ad Tu Cara Me Suena, la versione iberica di Tale e Quale Show.

La quota sammarinese vede infine il ritorno dei Miodio, primi rappresentanti del Titano all’Eurovision nel 2008 con la bellissima “Complice” – che fu però penultima nella sua semifinale. In questa occasione saranno accompagnati da Fabry & Labiuse. Quest’ultimo è il moniker con cui oggi si identifica Alessandra Busignani, cantante e dj sammarinese.

La finale di Una Voce per San Marino

La finale di Una Voce per San Marino si svolgerà Sabato 19 Febbraio al Teatro di Dogana: sarà tramessa in diretta su San Marino RTV e sarà condotta da Senhit, due volte rappresentante sammarinese ad Eurovision e da Jonathan Kashanian, volto noto della tv commerciale italiana lanciato dal Grande Fratello.

Vi prenderanno parte oltre a questi 10 artisti i 9 emergenti che si qualificheranno dalla fase conclusiva di questa sezione, che si svolgerà nei due giorni precedenti. Di questi, tre saranno sammarinesi, visto che a loro è stata riservata una finale a parte.

San Marino all’Eurovision Song Contest

San Marino debutta all’Eurovision nel 2008 con “Complice” dei Miodio, il primo dei due brani in italiano mandati durante la rassegna. La prima finale sarà raggiunta solo nel 2014, con “Maybe (Forse)”, al terzo tentativo di Valentina Monetta: sarà poi  ventiquattresima.

A seguire, altre due finali: nel 2019 con Serhat e “Say Na Na Na” (diciannovesimo, con 77 punti, tuttora il miglior risultato) e nel 2021 con Senhit & Flo Rida con “Adrenalina”, che però si fermerà solamente al 22° posto con 50 punti (di cui tre dal televoto italiano).

Dal suo debutto, San Marino ha saltato soltanto le edizioni 2009 e 2010. “Una Voce per San Marino” sarà la terza finale nazionale organizzata, contando anche la citata selezione del 2018 1in360 che vide trionfare Jessika & Jenifer Brening e la Digital Battle di Senhit nel 2020, dalla quale fu selezionata “Freaky!” che avrebbe dovuto prendere parte all’Eurovision poi cancellato

Emanuele Lombardini

Giornalista, ternano, cittadino d'Europa

Commenta questa notizia...