Melodifestivalen, seconda semifinale: avanti LIAMOO e John Lundvik

Si è tenuta stasera la seconda semifinale del Melodifestivalen (Festival della canzone svedese), che come ogni anno seleziona il rappresentante del paese scandinavo per l’Eurovision Song Contest.

Sette erano le canzoni in gara, da suddividere come di consueto in due finaliste, due ripescande e tre definitivamente eliminate.

A vincere la serata e conquistare l’accesso alla finalissima del 12 marzo è stato LIAMOO, già sesto classificato nel 2018 e terzo nel 2019, con il brano Bluffin’; assieme a lui passa il turno anche il vincitore del secondo round di votazioni, ovvero John Lundvik (rappresentante svedese e 5° classificato all’Eurovision 2019) con Änglavakt (Angelo custode).

Per il round di ripescaggio si propongono invece Alvaro Estrella (già finalista nel 2020 e 2021) con Suave (Soave) e Tone Sekelius con My Way. Per quest’ultima si tratta di una partecipazione storica, in quanto è la prima artista transessuale ad esibirsi sul palco del Melodifestivalen in oltre sessant’anni di storia.

Salutano definitivamente la competizione Samira Manners con I Wanna Be Loved, la rockband femminile Browsing Collection con Face In The Crowd e l’inedito duetto formato da Niello & Lisa Ajax con Tror du att jag bryr mig (Pensi che mi importi?)

Dopo il problema all’app di voto online registrato durante la prima semifinale – che aveva costretto SVT a decidere il risultato tramite le sole preferenze raccolte dalle utenze telefoniche – è stato presentato per la prima volta il nuovo sistema di voto, che prevede la qualificazione diretta del brano più votato nel primo turno e un secondo round a 6 dove i vari gruppi di voto (3/9 anni, 10/15, 16/24, 25/39, 40/59, 60/74, 75 e più, telefono) esprimono un set di punti che si somma formando la classifica completa.

I risultati sono stati i seguenti:

1. LIAMOO, Bluffin’ (qualificato alla finale come vincitore del primo round)
2. John Lundvik, Änglavakt – 92 punti (qualificato alla finale)
3. Alvaro Estrella, Suave – 69 punti (qualificato al ripescaggio)
4. Tone Sekelius, My Way – 62 punti (qualificata al ripescaggio)
5. Samira Manners, I Want To Be Loved – 35 punti
6. Browsing Collection, Face In The Crowd – 33 punti
7. Niello & Lisa Ajax, Tror du att jag bryr mig – 21 punti

Melodifestivalen 2022

Lo show è andato in onda dalla Avicii Arena di Stoccolma dato che il tour per il paese è stato cancellato a causa della situazione pandemica in Svezia.

Non sarà l’unica sede dell’evento comunque: a partire dalla quarta semifinale lo show si sposterà alla Friends Arena (sempre a Stoccolma).

Si tratta della 62° edizione per un contest che vive di storia e che quest’anno ha visto un importante cambio della guardia nel ruolo di produttore esecutivo, ovvero l’abbandono di Christer Björkman (emigrato in USA per lanciare l’American Song Contest, in onda su NBC dal 21 marzo prossimo) in favore della storica assistente Karin Gunnarsson.

La conduzione per quest’anno è affidata all’ex-concorrente, e di origini italiane, Oscar Zia, affiancato da Farah Abadi.

La terza semifinale del Melodifestivalen 2022 andrà in onda su SVT1 sabato 19 febbraio. Tra i concorrenti in gara, grande attesa per Linda Bengtzing (finalista nel 2005, 2006, 2008 e 2011) e il ritorno di Lisa Miskovsky (9° classificata nel 2012), assieme al debutto al Melodifestivalen della cantautrice Cazzi Opeia e del musicista, produttore e personaggio TV Anders Bagge.

Commenta questa notizia...