Eurovision: C’est vous qui decidez! La selezione francese per l’Eurovision 2022

Eurovision 2022 France

Dopo mesi e mesi di silenzio totale, arrivano notizie dalla Francia in merito alla sua partecipazione all’Eurovision 2022.

È stato rivelato che domani – 16 febbraio – verranno rivelati i nomi dei partecipanti alla seconda edizione di Eurovision: C’est vous qui decidez!, che lo scorso anno ha selezionato Barbara Pravi con Voilà.

La notizia è stata resa nota da Alexandra Redde-Amiel, capodelegazione della Francia dal 2020, tramite i suoi account social, dove riporta che tutti gli artisti e rispettive canzoni verranno annunciati ufficialmente in una conferenza stampa per l’Eurovision 2022.

Dato il grande successo di Barbara Pravi dentro e fuori dall’Eurovision, la selezione nazionale è stata rinnovata per un’altra edizione ed i partecipanti saranno rivelati insieme alle rispettive canzoni. Tuttavia, una possibile lista di nomi sta circolando nelle ultime ore, con alcuni brani già disponibili su Youtube.

Domani scopriremo se tutti o parte di questi nomi hanno un fondo di verità o meno in merito all’Eurovision 2022. Nel frattempo, dallo spot prodotto da France 2 apprendiamo che a condurre l’evento (sulla prima rete pubblica francese) saranno nuovamente Laurence Boccolini e Stéphane Bern (già commentatore dell’Eurovision dal 2015 per la Francia e che è stato riconfermato anche per l’Eurovision 2022).

La Francia verso l’Eurovision 2022

All’Eurovision 2022 sarà uno dei pochi Paesi ad aver superato le sessanta partecipazioni, la Francia in quanto membro dei Big 5 è direttamente qualificato in finale insieme a Italia (che come ben sappiamo ospita quest’anno la manifestazione), Germania, Spagna e Regno Unito.

Dopo un trentennio d’oro di predominanza francofona in cui il Paese della chanson ottiene ben cinque vittorie e svariati podi, la Francia inizia una lenta discesa nelle retrovie a partire da metà anni 90.

Il culmine arriverà nel 2014, quando la Francia con i Twin Twin e la loro Moustache chiuderà all’ultimo posto con appena 2 punti, segnando il peggior punteggio di una nazione in finale dal 2006 e il peggior risultato di un membro dei Big 5 dallo storico nul points ottenuto dal Regno Unito nel 2003.

Dal 2016, prima con delle scelte interne e poi con delle selezioni nazionali, il lavoro dei capidelegazione Edoardo Grassi prima e Alexandra Redde-Amiel poi, ha permesso alla Francia di ritornare protagonista sulla scena eurovisiva, acquisendo consensi su consensi ed ottenendo anche una top 10 nel 2016 con Amir Haddad e la sua J’Ai Cherché (tuttora uno dei pochissimi brani eurovisivi ad aver superato le 100 milioni di visualizzazioni).

Onorevole sarà anche il risultato di Barbara Pravi, che dopo aver stravinto Eurovision: C’est vous qui decidez! con Voilà, a Rotterdam all’Eurovision 2021 sfiorò il coronamento di una sesta vittoria, giungendo al secondo posto con 499 punti, appena 25 in meno di quelli ottenuti dai Måneskin per l’Italia.

A fine 2021 inoltre, il brano Voilà risulterà quarto tra i brani più riprodotti su Spotify con quasi 44 milioni di streams, dietro ai Blind Channel con The Dark Side (sesti per la Finlandia), i Go_A con Shum (quinti per l’Ucraina) ed ovviamente ai nostri Måneskin con il brano Zitti e Buoni

Questo secondo posto è di fatto un record storico per la Francia, grazie al quale per la prima volta da quando sono state istituite le Big 5, due di loro sono arrivate sul podio (l’ultima volta in generale era successo nel 1990, in cui la Francia arrivò nuovamente seconda dietro l’Italia, vincente con Insieme: 1992 di Toto Cutugno).

Chi sarà dunque il successore di Barbara Pravi all’Eurovision 2022 e otterrà lo stesso successo?

Commenta questa notizia...