Melodifestivalen 2022, terza semifinale: Anders Bagge e Faith Kakembo in finale

Anders Bagge Faith Kakembo Melodifestivalen

Il Melodifestivalen (Festival della canzone svedese) continua la sua marcia di avvicinamento verso la finale del 12 marzo, che eleggerà l’artista ed il brano destinati a rappresentare la Svezia all’Eurovision Song Contest di Torino.

Si è tenuta questa sera la terza delle quattro semifinali, che ha qualificato due canzoni per la finalissima mentre altre due hanno raggiunto le quattro già qualificate per la serata del ripescaggio. Come di consueto, tre sono stati i brani a lasciare definitivamente la competizione.

Vince il primo round di voto e conquista l’accesso diretto alla finale Anders Bagge, produttore e personaggio televisivo al debutto nella manifestazione, con Bigger Than The Universe; il secondo round, dove la classifica veniva calcolata in base ai vari gruppi di età in cui è segmentata l’app online di voto, premia invece Faith Kakembo con la ballata gospel Freedom.

Ottengono invece la qualificazione al round di ripescaggio Lisa Miskovsky, che torna in finale a 10 anni dal debutto con Best To Come, e la cantautrice debuttante Cazzi Opeia con I Can’t Get Enough.

Non supera il turno Linda Bengtzing, che non riesce a festeggiare l’ottava partecipazione da solista (record assoluto nella storia del Melodifestivalen): la sua Fyrfaldigt hurra!  (Quadruplo urrà) si ferma al quinto posto, davanti a Lancelot Hedman con Lyckligt slut (Lieto fine) e alla rock band Tribe Friday con Shut Me Up.

Questi i risultati completi della serata. Ricordiamo che il regolamento del Melodifestivalen prevede la qualificazione diretta del brano più votato nel primo turno e un secondo round a 6 dove i vari gruppi di voto (3/9 anni, 10/15, 16/24, 25/39, 40/59, 60/74, 75 e più, telefono) esprimono un set di punti che si somma formando la classifica completa.

  1. Anders Bagge, Bigger Than The Universe (qualificato alla finale come vincitore del primo round)
  2. Faith Kakembo, Freedom – 79 punti (qualificata alla finale)
  3. Lisa Miskovsky, Best To Come – 75 punti (qualificata al ripescaggio)
  4. Cazzi Opeia, I Can’t Get Enough – 67 punti (qualificata al ripescaggio)
  5. Linda Bengtzing, Fyrfaldigt hurra! – 37 punti
  6. Lancelot Hedman, Lyckligt slut – 35 punti
  7. Tribe Friday, Shut Me Up – 19 punti.

Melodifestivalen 2022

Lo show è andato in onda dalla Avicii Arena di Stoccolma dato che il tour per il paese è stato cancellato a causa della situazione pandemica in Svezia.

Non sarà l’unica sede dell’evento comunque: a partire dalla quarta semifinale lo show si sposterà alla Friends Arena (sempre a Stoccolma).

Si tratta della 62° edizione per un contest che vive di storia e che quest’anno ha visto un importante cambio della guardia nel ruolo di produttore esecutivo, ovvero l’abbandono di Christer Björkman (emigrato in USA per lanciare l’American Song Contest, in onda su NBC dal 21 marzo prossimo) in favore della storica assistente Karin Gunnarsson.

La conduzione per quest’anno è affidata all’ex-concorrente, e di origini italiane, Oscar Zia, affiancato da Farah Abadi.

La quarta ed ultima semifinale del Melodifestivalen 2022 andrà in onda su SVT1 sabato 26 febbraio. Tra i concorrenti in gara ritroveremo volti conosciuti come Anna Bergendahl (già vincitrice della competizione nel 2010 e in gara all’Eurovision di Oslo, ottenendo lo spiacevole primato di unica rappresentante svedese a non qualificarsi per la finalissima), la band Lillasyster (rivelazione dell’edizione 2021, eliminata sul filo di lana nel round di ripescaggio) e Klara Hammarström, 22enne cantante e personaggio televisivo alla terza partecipazione consecutiva.

Inoltre, grande interesse per la presenza del gruppo vocale Tenori (Alexander Grove e Kalle Leander) che si presenterà in gara con un brano crossover opera/pop in lingua italiana.

Commenta questa notizia...