Eurovision 2022: ecco “Miss You” il brano di Jérémie Makiese per il Belgio

Il primo ad essere annunciato, tra gli ultimi ad aver rivelato il brano.  Stamattina “Miss you” è stata presentata sul canale ufficiale dell’Eurovision 2022, e sarà la canzone con cui Jérémie Makiese rappresenterà il Belgio a Torino all’Eurovision Song Contest 2022.

Si tratta di un brano dalle venature soul con tracce di blues, nello stile musicale e vocale di Aloe Blacc ma con una voce più acuta, nel complesso molto nelle corde del giovanissimo artista ed ex-portiere.

Il pezzo parla di come si abbia voglia a volte di rinnegare il proprio passato, ma senza ricordarsi che a volte è necessario accoglierlo per poter avere le consapevolezze di andare avanti con il proprio percorso di vita. Un brano che con un’esecuzione ottimale può ambire ai piani alti della classifica.

Come già detto, Jérémie Makiese è stato il primo artista ad essere stato annunciato, per l’esattezza il 15 settembre 2021, quando la città ospitante non era ancora stata annunciata. La notizia è giunta dalla trasmissione radiofonica mattutina di VivaCité, radio che fa parte del consorzio con RTBF.

Infatti quest’anno per la prima volta dal 2019 l’emittente belga in lingua francese RTBF ha selezionato il proprio rappresentante, dopo che per due anni la scelta era stata effettuata dall’emittente fiamminga VRT, che selezionò a fine 2019 la band degli Hooverphonic per l’Eurovision 2020 (poi riconfermati per l’edizione del 2021).

Jérémie Makiese già ad inizio giugno aveva espresso interesse in merito alla possibilità di diventare portacolori del Belgio. Nato ad Anversa nel 2000 da genitori congolesi, a 6 anni la famiglia ha iniziato a trasferirsi in vari luoghi, per poi stabilirsi a Uccle, ovvero una municipalità bilingue di Bruxelles. Il giovane artista nasce impregnato di musica, avendo la madre cantante e percussionista (suona il tam-tam, un particolare tipo di gong), ed il padre che è stato membro di un coro.

È proprio nel coro della chiesa che Jérémie Makiese ha iniziato a cantare, e solo in seguito il padre gli ha consigliato di intraprendere la carriera musicale, partendo dalla vittoria in un semplice concorso scolastico fino al trionfo nella nona edizione di The Voice Belgique. In tutto ciò è anche un brillante studente di geologia.

Tra le sue ispirazioni troviamo Damso, Otis Redding, Michael Jackson e Stromae.

Il Belgio verso l’Eurovision 2022

Tra i sette paesi fondatori che parteciparono al primo Eurovision Song Contest nel 1956, il Belgio è il Paese con il minor numero di vittorie: appena una contro le almeno due di tutti gli altri Paesi fondatori (Svizzera e Germania con due vitorie, Italia con tre ed infine Lussemburgo, Paesi Bassi e Francia con cinque vittorie).

Quest’unica vittoria risale al 1986, quando una giovanissima Sandra Kim trionfò con “J’aime la vie” ad appena 13 anni. Ad oggi Sandra Kim, anche per via delle nuove regole che impongono il compimento dei 16 anni al momento dell’esibizione, resta la vincitrice più giovane della storia della rassegna europea, seguita a ruota dall’italiana Gigliola Cinquetti (che vinse all’età di 16 anni e 3 mesi).

In occasione dell’interval act “Rock the Roof” dell’Eurovision Song Contest 2021, Sandra ha avuto modo di esibirsi nuovamente con il suo brano evergreen sui tetti di Rotterdam, insieme ad altri vincitori storici olandesi e non.

Dall’introduzione delle semifinali nel 2004, il Belgio ha presenziato in finale appena sette volte, con risultati altalenanti e che in generale hanno mostrato risultati migliori per l’emittente francofona piuttosto che per l’emittente fiamminga.

I migliori risultati di questi ultimi anni sono stati il quarto posto ottenuto nel 2015 con Loic Nottet e l’ipnotica Rhythm Inside, bissato due anni dopo con Blanche e la modernaCity lights”. Nell’ultima edizione dell’Eurovision Song Contest gli Hooverphonic (ritornati nella loro formazione originaria) hanno riportato il Belgio in finale dopo quattro anni, chiudendo al diciannovesimo posto con 74 punti per il raffinato brano “The wrong place”.

All’Eurovision 2022 il Belgio sarà chiamato ad esibirsi nella seconda metà della seconda semifinale, in cui l’Italia non avrà diritto di voto. Riuscirà Jérémie Makiese a portare con “Miss you” il Belgio ai piani alti della classifica?

Commenta questa notizia...