Eurovision 2022: per la cascata e gli archi d’acqua sul palco un’azienda vicentina

Grande è la curiosità attorno al palco dell’Eurovision 2022, i cui lavori sono già partiti al PalaOlimpico di Torino, che ospiterà la kermesse dal 10 al 14 maggio prossimi.

Il progetto dell’atelier Francesca Montinaro è forse il più ambizioso ideato negli ultimi anni per il contest continentale tanto che la realizzazione della scena è partita un mese in anticipo rispetto ai tempi soliti.

Palco Eurovision 2022

Credits: Atelier Francesca Montinaro

Dalle pagine online de Il Giornale di Vicenza apprendiamo che sarà l’azienda Officine Srl di Dueville (Vicenza) a occuparsi di tutte le installazioni che prevedono l’utilizzo dell’acqua, uno dei perni centrali attorno al quale ruota la messa in scena dell’Eurovision 2022.

Come già noto di fronte all’immenso ledwall vi sarà una struttura a sei archi concentrici e mobili che daranno vita a dinamiche teatrali e spettacolari giochi di luce, il tutto incastonato tra elementi che richiamano i giardini all’italiana e una cascata d’acqua a sfioro di venti metri per due di altezza lungo tutto il bordo del palco centrale.

Come riporta anche l’articolo del quotidiano, sui lati del palco saranno inoltre visibili archi d’acqua alti fino a quattro metri.

Eurovision 2022 palco

Credits: Atelier Francesca Montinaro

Eurovision 2022: un’azienda di Dueville (Vicenza) al lavoro sul palco

La Officine Srl non è nuova nel campo, è infatti specializzata nella progettazione e produzione di fontane e spray park per enti pubblici e privati.

È l’amministratore delegato Alberto Piccolo a raccontare come l’azienda ha ottenuto l’incarico:

La richiesta di partecipazione è arrivata appena due settimane fa, direttamente dalla Rai, ed è stata inoltrata a otto attività, da tutta Italia, del settore acqua e scenografia.

Abbiamo dovuto preparare la nostra proposta in pochi giorni. Il verdetto con l’apertura delle buste d’offerta, infatti, è arrivato martedì 8 marzo durante una diretta streaming alla presenza dei vertici Rai e dei vari assistenti che si occuperanno della produzione.

Essere riusciti a ottenere l’affidamento è stata una grande soddisfazione: tutta la squadra, composta da giovani dai 25 ai 36 anni, ci sperava tanto. Nel corso di questi tre anni di costante crescita siamo riusciti ad aggiudicarci lavori di prestigio, come il rifacimento di importanti fontane pubbliche a livello nazionale. È la prima volta, però, che abbiamo la possibilità di lavorare su un palcoscenico di rilievo come quello dell’Eurovision 2022.

La nostra azienda sarà occupata già da fine marzo nell’allestimento: in questi giorni stiamo lavorando con produttori, scenografi e varie aziende coinvolte per gli ultimi dettagli.

Piccolo ricorda inoltre le parole della Montinaro, per la quale l’acqua è un elemento fondamentale che si unisce a filo doppio all’Italia, che si appresta a ospitare lo show di fama internazionale.

Il palco, come da lei descritto, rappresenta la nostra penisola, una terra ospitale dove ogni concorrente, potrà sentirsi accolto. Per la designer, la cascata d’acqua rappresenta allegoricamente il mare che ci circonda, a cui dobbiamo la nostra cultura stratificata e complessa.

Commenta questa notizia...