Intervista a Francesca Montinaro: tutto quello che volevate sapere sulla realizzazione del palco dell’Eurovision 2022

Francesca Montinaro Eurovision

Mentre i lavori per completare il palco dell’Eurovision 2022 proseguono a pieno ritmo, non potevano non intervistare colei che quel palco lo ha progettato nei minimi dettagli, cascata d’acqua inclusa.

Stiamo parlando ovviamente di Francesca Montinaro, scenografa e designer annunciata lo scorso novembre che ha alle spalle importanti lavori come i due palchi di Sanremo (edizioni 2013 e 2019), il secondo dichiaratamente ispirato all’Eurovision. A seguire la nostra intervista esclusiva.

Per la progettazione del palco dell’Eurovision 2022 i palchi sanremesi sono stati in qualche modo di ispirazione? 

Sanremo è Sanremo, è come un mantra a cui non possiamo rinunciare. E poi io sono stata la prima donna a farne le scene, l’ho strapazzato proprio insieme a Duccio Forzano e mi sono divertita molto. Ma a causa dei vincoli legati al poco spazio è molto difficile da progettare.

L’Eurovision 2022 è il mondo, ha altre proporzioni fisiche, il Pala Olimpico che ci ospita è un palazzetto dello sport. Con la stessa proporzione si arriva al numero di persone coinvolte per realizzare lo show, per fortuna tutte di alto profilo.

Bisogna avere molta esperienza di lavoro in team. Essere capaci di sangue freddo e lucidità per affrontare ogni fase di lavoro. In tal senso il mio Atelier è formato da collaboratori molto capaci e affiatati con cui lavoro da anni, molto competenti ma anche pronti a ridere.

Direi che l’ispirazione non viene dai progetti che uno ha già realizzato ma da qualcosa di più profondo, dal vivere con curiosità, dalla voglia di sperimentare sempre qualcosa di nuovo.

Francesca Montinaro Sanremo 2013

La scenografia del palco di Sanremo 2013, realizzata da Francesca Montinaro.

In che modo ruoterà il “sole”?

Si tratta di una sofisticata costruzione cinetica di carpenteria automatizzata che muoverà simultaneamente i 7 archi di cui è composto il sole e le sette pedane concentriche. La macchina scenica porta a bordo effetti di luce molto potenti che combineranno ai movimenti scenici coreografie di luce.

 GUARDA QUI il rendering video del palco dell’Eurovision 2022

Come sarà strutturata la Green Room dell’Eurovision 2022 con ispirazione ai giardini all’italiana?

Siamo il paese delle montagne, delle colline, delle coste, delle valli, un paese in cui la natura si presenta al meglio delle sue possibilità. Ma siamo anche il paese che ha piegato la natura per stupire e meravigliare chi la osservava.

Così la parte del sotto palco che accoglierà i cantanti in attesa di esibirsi diventerà un giardino all’italiana quella meravigliosa invenzione italiana che ha modellato la natura per trasformarla in architettura e scultura.

Il nostro sarà un giardino all’italiana avveniristico, sospeso tra realtà e illusione, dove la vegetazione si mescolerà ai giochi di luce e alle statue viventi e dove sarà difficile capire dove finisce il reale e dove inizi l’illusione.

Sarà previsto dello spazio per il pubblico sotto il palco? O sarà come nella precedente edizione interamente dedicato agli artisti in gara?

L’anno scorso le ben note esigenze COVID lo hanno impedito, invece in occasione dell’Eurovision 2022 ci sarà pubblico sotto il palco.

Quali parti della scenografia saranno coperte da schermi led?

La parete di sfondo allo stage, l’orizzonte del palco. Poi un grande triangolo di ledfloor per lo stage e una linea di ledfloor per rock stage.

In che modo verrà gestita la cascata d’acqua? Sarà sfruttabile dai cantanti in gara all’Eurovision 2022?

La cascata sarà di uso esclusivo dello Show. È una cascata che circonda il palco, mentre le passerelle con ampi archi d’acqua saranno attraversabili durante le coreografie.

Come si è svolta la procedura di assegnazione per progettare il palco?

Sono stata chiamata a partecipare alla competizione internazionale ad inviti per il concept design dell’edizione Eurovision 2022. La gara è stata indetta da Rai e EBU e ha portato a realizzare il palco che vedrete a maggio: the Sun within, è il titolo del mio progetto.

Abbiamo avuto 12 giorni per: concepire un’idea identitaria di concept stage design che comprendesse anche l’area dove gli artisti aspettano di esibirsi, detta Green Room; scegliere una modalità rappresentativa come sketch, animazioni o render; fare una stima del budget; realizzare una presentazione del progetto.

La gara era in forma anonima ed i materiali consegnati erano contraddistinti da una sigla alfanumerica.

eurovision-palco-montinaro

Credits: Atelier Francesca Montinaro 

Lei ha già lavorato con Duccio Forzano in regia, cosa potremo vedere quest’anno da questa rinnovata collaborazione?

In effetti abbiamo due grandi registi: con Duccio Forzano abbiamo ideato due Festival di Sanremo e molto altro. Con Cristian Biondani ho ideato Le invasioni Barbariche perciò sono in ottima compagnia!

Grazie all’intuizione di Claudio Fasulo (vice direttore Rai 1 e responsabile di tutta la macchina dell’Eurovision 2022) nel mettere assieme due personalità così diverse e così capaci, sono state prodotte scintille di creatività potenti.

L’idea di creare una scenografia così particolare e che segna un punto di rottura rispetto a quelle delle precedenti edizioni, da dove nasce? 

Alcune edizioni mi sono piaciute più delle altre, ma direi che quest’anno c’è il teatro su quel palco!

La presenza della scatola scenica è una nuova quanto antica concezione del palco, che lo rafforza poiché lo rende ancora più versatile e poliedrico, capace di trasformarsi e di offrire tantissime possibilità alle delegazioni nazionali per rappresentare se stesse e accompagnare le proprie performance con effetti di luce potenti e mutevoli, ma anche con movimenti fisici dello spazio scenico.

È una bellissima sfida anche per loro che si misureranno non più solo con una grafica su ledwall ma con lo spazio.

Tra le precedenti edizioni, da scenografa, quale ha più apprezzato tra i lavori dei suoi colleghi?

Io ho molto apprezzato quella del 2018, aveva qualcosa di preistorico e forte, aveva molta personalità.

Tra pandemia e guerra in corso, rincari in tutti i settori (in primis trasporto) e problemi nell’approvvigionamento, potrebbero verificarsi dei ritardi nel completamento della scenografia per l’Eurovision 2022?

Si ma tutto si gestisce con la professionalità del caso. Il team messo in campo dalla Rai è uno dei migliori. Tutto andrà per il meglio.

Eurovision 2022 palco

Credits: Atelier Francesca Montinaro

Il sole, le fontane, il giardino: è come se l’elemento naturale facesse irruzione su quello artificiale dell’arena. È forse un modo per seguire il pensiero green tipico di questi ultimi anni?

Ho più volte detto che lo scenografo è un prestigiatore che, per realizzare la sua magia, utilizza strumenti tecnologici o analogici al fine di costruire un’atmosfera emotiva in cui sia l’ospite che il pubblico siano completamente immersi.

In questo caso tre elementi sole + acqua + terra, che potremmo definire alchemici, sono parte del nostro show perché il legame tra noi e la nostra terra è forte e saldo e speriamo sarà sempre più votato al rispetto e alla sostenibilità ambientale.

Il giardino sarà accuratamente realizzato da giardinieri con piante vere provenienti dalla Toscana, le siepi incorniciano i divani in velluto verde capitonné e sembreranno come parte integrante del giardino.

Cosa significa per Lei l’Eurovision? Seguiva già l’evento?

L’Eurovision Song Contest è un grandissimo show ormai di rilevanza mondiale che unisce alla musica una forte identità nazionale. L’Eurovision 2022 sarà un inno alla pace e all’unione e all’accoglienza.

Ringraziamo Francesca Montinaro per il tempo che ci ha dedicato (nel bel mezzo dei lavori per il completamento del palco) e cogliamo l’occasione per congratularci con lei ed il suo team per l’impegno che stanno mettendo in questo progetto.

Ricordiamo che l’Eurovision 2022 si terrà al Pala Olimpico di Torino dal 10 al 14 Maggio e che sarà trasmesso per l’occasione interamente su Rai Uno.

1 Response

  1. Daria ha detto:

    Peccato che non funziona

Commenta questa notizia...