Eurovision 2022, Emma Muscat: “Ecco perché porterò “I am what I am” a Torino”

Manca sempre meno all’Eurovision Song Contest 2022 di Torino – che scatterà martedì 10 maggio – e tra le protagoniste più attese c’è sicuramente la maltese Emma Muscat.

La cantante salita alla ribalta durante la 17° edizione di “Amici di Maria De Filippi” si esibirà sul palco del Pala Olimpico con il brano “I am what I am”. La canzone è andata a sostituire il brano “Out Of Sight” con cui inizialmente l’artista aveva vinto la selezione maltese per l’Eurovision Song Contest lo scorso febbraio.

Non è una dinamica nuova al mondo eurovisivo quella del cambio di canzone in corsa. Un’altra maltese in tempi recenti lo aveva già fatto (Ira Losco nel 2016) e oggi la stessa Emma Muscat ha spiegato il perché di questa decisione ai microfoni di Radio Kiss Kiss questo pomeriggio:

”Out of Sight” è una canzone molto personale per me e ha avuto un grande successo tra il pubblico maltese. Però ho deciso di portare “I am what I am” a Torino perché è più adatto per il pubblico dell’Eurovision.

Queste le parole della cantante maltese che ha spiegato cosa significa per lei la canzone che eseguirà a Torino:

“I am what I am” è una canzone che ha un messaggio molto forte e positivo, è un inno all’amore per se stessi. A volte dovremmo prenderci una pausa e ricordarci che siamo perfetti così come siamo e che dobbiamo amarci un po’ di più.

La canzone al momento è già entrata in alta rotazione nelle radio italiane, ed è l’unica canzone non italiana di questa edizione dell’Eurovision – quindi senza considerare “Brividi” di Mahmood & Blanco e “Stripper” di Achille Lauro –  ad averlo fatto assieme a “Halo” di LUM!X e Pia Maria (Austria) e “Give that wolf a banana” dei Subwoolfer (Norvegia).

emma muscat eurovision 2022 malta

Credits: Kris Micallef

L’ospitata radiofonica è stata anche l’occasione per fare il punto sui preparativi in vista dell’Eurovision Song Contest, di cui Emma Muscat ha avuto già un assaggio avendo partecipato a tutti e cinque i concerti pre-evento – Barcellona, Londra, Tel-Aviv, Amsterdam e Madrid – :

Mi sto preparando come faccio sempre per ogni performance, però ci sono tante cose da fare fino a quando andrò a Torino. In questo periodo sto facendo tanto e sto viaggiando tanto. Negli ultimi mesi sono stata in cinque Paesi diversi per cantare e ho avuto un riscontro molto positivo.

È stato bellissimo sentir cantare le persone insieme a me. Fino a quando salirò sul palco dell’Eurovision dovrò fare tante cose, ma sono super gasata e non vedo l’ora.

Non dovrà aspettare molto, in quanto nelle prossime settimane avranno inizio le prove generali al Pala Olimpico mentre tra meno di un mese, giovedì 12 marzo, Emma Muscat cercherà un posto in finale con la sua “I am what I am” esibendosi per 6° nella seconda semifinale dove, però, non ci potrà essere il sostegno del televoto italiano chiamato a fare il suo dovere martedì 10 maggio per la prima semifinale.

Commenta questa notizia...