Eurovision Song Contest 2022: la Rai trasmetterà l’evento per la prima volta in 4K

L’edizione 2022 dell’Eurovision Song Contest si preannuncia ricca di bellezza, come recita lo slogan “The Sound of Beauty”, ma anche di tecnologia: per la prima volta nella sua storia l’evento sarà trasmesso dalla Rai in 4K.

La notizia è stata rilanciata dall’Ansa che annuncia che le tre serate del 10, 12 e 14 maggio saranno visibili su Rai 4K (canale numero 210 di Tivùsat) oltre che sulle reti già annunciate: Rai 1 (con commento di Gabriele Corsi, Cristiano Malgioglio e Carolina Di Domenico), Rai Play e Rai Radio 2 (con commento di Gino Castaldo ed Ema Stokholma).

Quella di oggi è la conferma di un’indiscrezione trapelata a metà marzo quando su Instagram, tra i commenti sotto un post del regista dell’Eurovision Song Contest 2022 Duccio Forzano (in coppia con Cristian Biondani), era stato scritto dell’arrivo presso il Pala Olimpico di Torino degli UHD1 (dalla Svezia) e UHD2 (dai Paesi Bassi).

Eurovision 2022 4K Duccio Forzano

Post pubblicato da Duccio Forzano su Instagram il 15 marzo 2022

Le sigle UHD1 e UHD2 – dove UHD sta per Ulta High Definition – indicano dei camion regia. A bordo di questi mezzi, che sono a tutti gli effetti delle sale di produzione televisiva mobili, si trovano tutte quelle tecnologie – dai mixer ai videoserver, dalle camere alle console audio – necessarie per la produzione e la diffusione di un evento in 4K HDR (High Dynamic Range, tecnologia che garantisce una gamma dinamica di colori più elevata e di conseguenza un’immagine dalla luminosità e dai colori migliori rispetto allo standard).

Questi mezzi sono ormai presenza fissa nelle più importanti produzioni televisive del mondo come le principali competizioni calcistiche europee e mondiali (Mondiali di calcio FIFA, Champions e Europa League). Due truck analoghi erano stati utilizzati da NPO, NOS e ARVOTROS anche all’Eurovision Song Contest 2021 di Rotterdam, riconosciuto, non a caso, come uno degli show eurovisivi più riusciti dell’ultimo decennio.

uhd2-eurovision-2021

Interno di un UHD – Eurovision 2021 – Credits: SVGEurope.org

Dunque il fatto che i mezzi arrivino da Svezia e Paesi Bassi non deve stupire, d’altronde è già in atto una collaborazione tra la Rai e i broadcast olandesi per la realizzazione di questa edizione dell’Eurovision che si preannuncia quindi come un altro show di grande impatto visivo così come lo fu lo scorso anno.

4 Responses

  1. Sandro ha detto:

    Per quabto riguarda la trasmissione in 4K, sono giorni che la stavo chiedendo anche nei post sui canali social della RAI, sia FB che Instagram e Twitter. Mi hanno ascoltato. E spero che lo mandino in onda su RAI4K, per intero, senza intermezzi pubblicitari e col commento in inglese originale, almeno come secondo canale audio. Nel 2021 il secondo canale audio su Rai4 per le due semifinali funzionava ed aveva la versione originale in inglese. Per la finale su Rai1 invece no. Il secondo canale non c’era o aveva la voce standare del canale per la audiodescrizione. RAI, vogliamo il secondo canale originale in inglese SU TUTTE LE 3 SERATE! Grazie.

  2. Sandro ha detto:

    Questo eurovision ormai lo sento un po’ mio. Il giorno successivo la notizia della assegnazione della scenografia alla Francesca Montinaro ho scritto all’indirizzo email info del loro studio, suggerendo di inserire piante vere, cespugli, siepi, fiori in scenografia. Mi hanno anche gentilmente risposto dicendo che non potevano rivelare gli elementi, ovviamente. Poi esce il progetto e la green room è fatta davvero con piante vere e cespugli. Di certo non ha preso l’idea da me, anche perché sarà stata già presentata sul progetto vincente sottoposto alla RAI, presumo. Ma sono contento di avere azzeccato le intenzioni dell’Arch. Montinaro. Se poi è stata la mia idea a far cambiare qualcosa della scenografia della green room, anche meglio. Sentirò una parte di me dentro la scenografia dell’Eurovision.

  3. Sandro ha detto:

    Per informazione, il commento era il mio. Ne ho postati anche altri sotto altri post sia di Forzano che di Biondani. I camion regia (detto anche OBVAN) UHD1 (che arriva dalla sede NEP di Stoccolma e UHD2 (che arriva dalla sede NEP di Hilversum in Olanda) sono gli stessi usati in tutti gli Eurovision dal 2017 in avanti. Nel video che avete riportato di Rotterdam 2021 il regista Marnix Kaart è seduto dentro all’UHD1. Sul sito NEP si trovano i PDF con la descrizione tecnica e tutti gli apparati. Gestiscono fino a 25 telecamere a 4K. Hanno un mixer video Grass Valley Carrera. Un mixer audio Dolby Digital 5.1 canali più uno di backup. Servono due OBVAN identici per un eventuale switch istantaneo nel caso uno dei due dovesse guastarsi. A Sanremo la RAI ne ha solo uno (Roma 4, meno evoluto e solo in HD che gestisce un massimo di 20 telecamere). Tutte le apparecchiature di UHD1 e 2 sono replicate e ridondanti. In teoria in caso di problemi lo switch dovrebbe essere quasi istantaneo. Ancora non ho capito se i due registi siederanno assieme in uno dei due OBVAN o presiederanno ciascuno uno dei due. Pronti a subentrare in caso di problemi. Attualmente, credo, quei due mezzi siano il non plus ultra dei camion regia disponibili in Europa. La RAI stessa non ne ha di così potenti.

Commenta questa notizia...